Google+ Followers

domenica 19 luglio 2015

ASCOLI/ VOI CON NOI: "CARO BERLUSCONI, PER IL BENE DELLA NOSTRA CITTÀ, PORTI CASTELLI IN PARLAMENTO"

Francesco Petrelli: "Prima che il sindaco, dopo averla definita "Brontosauro di Arcore", le chieda il copyright del nuovo partito L'Altra Italia"

Una delle ospitate di Castelli da Pancani ad Omnibus
ASCOLI PICENO, 19 LUG. - "Caro Silvio Berlusconi, prima che il nostro, si fa per dire, sindaco, che non esitò a definirla in diretta televisiva ad Agorà Rai il "Brontosauro di Arcore", le chieda addirittura il copyright del nuovo partito L'Altra Italia, per favore e sopratutto per il bene dei cittadini di Ascoli gli garantisca un seggio in Parlamento, magari gli s'attenua un pochino l'ansia da prestazione e ci risparmia qualche danno alla Città". A rivolgere l'appello all'ex presidente del Consiglio è Francesco Petrelli, portavoce della delegazione di Ascoli di Voi con Noi Civicamente Marche, federazione di liste civiche. "Caro Presidente - prosegue -, le saremmo particolarmente grati se questo regalo glielo potesse fare al più presto, magari prima che prenda il via il "festival" L'Altra Italia, la "divertentissima" passerella degli amici ed amici degli amici del sindaco, che quest'anno costerà almeno 50mila euro, cifra che, sebbene sarebbe pervenuta nelle casse comunali dal Ministero dei beni culturali, magari poteva esser spesa più concretamente per la collettività, in primis quella che soffre di più. Senza nulla togliere agli ospiti, per carità, ma sinceramente le priorità di una Città di nemmeno 50mila abitanti di cui 10mila senza lavoro sono altre. Da Alberto Bagnai a Diego Fusaro ogni ospite, se si va a ben vedere, è assolutamente strumentale all'immagine del bramoso sindaco. Bagnai, già in Ascoli poco più d'un anno fa serve per avvicinare a Castelli le simpatie dei contrari all'euro. Con Andrea Pancani confida invece di veder ricambiata l'ospitata nei salotti televisivi di La7. Alessandro Meluzzi è volto noto ai cattolici più bacchettoni, gli stessi di cui Castelli magari ambirebbe a farsi portavoce, nonché gli stessi che magari molto apprezzeranno Diego Fusaro, al quale però, fiduciosi di avere la Vostra condivisione, preferiremmo Valentina Nappi. Piero Sansonetti, già visto alla passerella di Castelli nel 2012, poi, è l'emblema di quel trasversalismo che pur avendo trovato riscontro fattivo anche nelle ultime elezioni regionali non ha prodotto, stavolta, danni. Goffredo Buccini, giornalista recentemente inviato ad Ascoli per l'incidente aereo di Casamurana, è con Castelli uno degli habitué di Agorà Rai. Poi l'architetto Giordana Ferri, grand'esperta di housing sociale, quale direttore esecutivo della Fondazione Housing Sociale, fondazione costituita tra gli altri dall'Anci, è senza dubbio strumentale a far capire come cittadini con reddito medio basso, che magari non riescono a pagare un affitto o un mutuo sul mercato privato, potranno accedere ad un alloggio popolare a soli 2800 euro a metro quadrato in nome dell'integrazione sociale e del benessere abitativo... Infine Marcello Veneziani, che viste le innumerevoli presenze sotto le Cento Torri, prima che finisce il mandato di Castelli, potrebbe vedersi intitolata una via o una piazza. Noi suggeriamo la bretella dell'Ammazzatora, giacché con lo scrittore ha in comune l'evidente utilità". "Insomma - conclude - caro Berlusconi, solo lei può salvare Ascoli dalla sfrenata ambizione di Castelli. La ringraziamo anticipatamente per quello che potrà fare e le assicuriamo che se ci sistemerà Castelli quantomeno non la ricorderemo come il Brontosauro di Arcore".

sabato 20 giugno 2015

ASCOLI/ VOI CON NOI: "CAMBIANO GLI ASSESSORI MA LE BRUTTE ABITUDINI RIMANGONO"

Petrelli: "Responsabile è l'ex vicesindaco Silvestri, retrocesso dal sindaco ed incapace anche sul verde pubblico"


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 20 GIU. - "Ci risiamo! Cambiano gli assessori ma le brutte abitudini rimangono, come permangono le laute indennità che gli amministratori percepiscono nonostante denotino chiaramente di non saper far tesoro nemmeno degli errori del passato". A sostenmerlo è Francesco Petrelli, portavoce della delegazione di Ascoli di Voi con Noi Civicamente Marche, federazione di liste civiche. "È il caso delle vera e propria selva che avanza incontrollata sul marciapiede della via che dalla Circonvallazione conduce al Cimitero di Borgo Solestà. Un vero e proprio modello di degrado urbano che palesa la manifesta incapacità dei vari amministratori che si sono succeduti nelle ultime giunte Castelli. Attualmente il responsabile è l'ex vicesindaco Giovanni Silvestri, che nonostante la retrocessione impostagli dal suo primo cittadino, mostra evidenti incapacità anche nell'esplicazione della delega al verde pubblico, dalle ebacce sulle mura civiche a quelle adiacenti adiacenti a strade e marciapiedi". “Sulle erbacce purtroppo il sindaco di Ascoli ha sempre predicato bene, ma razzolato male. Addirittura nel 2012 dispose una rigida ordinanza sulle aree verdi private, mentre su numerose aree comunali erbacce, e quant’altro la facevano e la fanno da padroni". “Le condizioni di abbandono – spiega Petrelli – in cui si trova quel marciapiede sono vergognose. Le piante hanno totalmente infestato il marciapiede ed hanno cominciato ad insidiare anche la sede stradale. L’erba è cresciuta addirittura tra il cemento, a dimostrazione che si tratta di una sciatteria annosa, mai volutamente risolta. La cosa ancor più grave dell’incuria è che, quello è un marciapiede di particolare importanza, perché a percorrerlo quotidianamente dovrebbero essere le centinaia di ascolani, tra cui molti anziani e bambini, che si recano a far visita ai loro cari estinti”. “A nome di Voi con Noi Civicamente Marche e di tutti gli utenti di quella strada – conclude – chiediamo che l’Amministrazione comunale provveda immediatamente a rimuovere quelle erbe infestanti, preoccupandosi altresì di ripristinare in condizioni ottimali sia il marciapiede che l’area contigua, la quale, più che verde pubblico, è una vera e propria savana. Al sindaco Castelli, invece, suggeriamo di auto-infliggersi un'ammenda anche solo di 500 euro, visto che per le spese di pulizia e messa in ripristino provvederemo, volenti o nolenti, noi cittadini”.

sabato 6 giugno 2015

ASCOLI PICENO/ I SOCI COOP ADRIATICA DI CITTA' DELLE STELLE A TU PER TU CON LA RIPRESA

L'intervento di Barbiero al cospetto di Giampaoletti al centro del tavlo

All'Ipercoop l'Assemblea sul bilancio 2014 col presidente Giampaoletti ha fatto il pienone


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 06 GIU. - "Soci e negozi in crescita, nuovi servizi ed attenzione ai territori ed allo sviluppo. In un anno ancora difficile per l'economia italiana, Coop Adriatica è riuscita a mettere anche sul 2014 il segno più". Questo è quanto ha ribadito il presidente di Zona soci Marche 3, Luigi Giampaoletti, che nei giorni scorsi è intervenuto alla partecipatissima Assemblea separata bilancio 2014 presso l'Ipercoop Città delle Stelle.

Il bilancio chiude in positivo con un utile di 28,6 milioni, un patrimonio netto in aumento, a 977 milioni di euro, e vendite tornate, pur lievemente a salire. Nonostante il fiato corto dei consumi, Coop Adriatica è riuscita a mantenere un buon risultato nelle vendite, cresciute nel 2014 dello 0,7% a rete totale, a quota 2.095 milioni di euro. L'impegno di Coop Adriatica, come è stato ampiamente sottolineato, è stato sopratutto cercare di continuare a fare bene il proprio mestiere mantenendo saldi i propri valori: fornire i prodotti migliori ai prezzi migliori ed offrire rispsote ai bisogni dei soci. Non solo spesa quotidiana ma le principali voci che pesano sulle famiglie come i carburanti, la salute, la telefonia, la cultura e l'energia. Durante l'assemblea cui hanno preso parte anche il presidente di Zona soci Marche 4, Riccardo Sollini, e la presidente di Distretto Marche Abruzzo B, Maria Luisa Ciarrocchi, è stato anche ufficializzato il progetto di fusione deliberato lo scorso 20 marzo dai Consigli d'amministrazione di Coop Adriatica, Coop Estense e Coop Consumatori Nordest. Questa fusione darà vita alla più grande cooperativa italiana che rafforzerà la coniugazione dei valori Coop con l'efficienza per dare maggiori garanzie sia ai soci che ai lavoratori. Un intervento particolarmente gradito dal folto pubblico di soci, cui è stato rivolto un sostanzioso omaggio alimentare, è stato quello del direttore di Ipercoop Città delle Stelle, Alessandro Barbiero che ha analizzato efficacemente l'attività locale, per dare poi voce ai numerosi interventi dei presenti. In ultimo è stato evidenziato come le prime proiezioni di quest'anno parlano, finalmente, di uscita dalla crisi: la scelta di un percorso comune che consentirà d'affrontare, con una base ancora più solida, le nuove sfide che il futuro presenterà.

domenica 31 maggio 2015

P. S. GIORGIO/ BASKET: LA SANGIORGESE 2000 ALL'APPUNTAMENTO CON LA STORIA

Giovedì 4 giugno alle ore 21 alla Palestra Borgo Rosselli si giocherà l'accesso alla serie C unica

(PRESSOFF.INFO) PORTO SAN GIORGIO, 31 MAG. - La Sangiorgese 2000, dopo 15 anni di onorata militanza nelle serie minori cestistiche marchigiane, è attesa da un appuntamento a dir poco intrigante con la storia questo giovedì 4 giugno alle ore 21 presto la Palestra Borgo Rosselli: se vincerà contro il Basket Giovane Pesaro accederà alla tanto agognata serie C unica. È stata una stagione entusiasmante, impreziosita dal fatto che nell'ambiente e tra gli addetti ai lavori nessuno, ma proprio nessuno, se lo sarebbe aspettato. Ed invece la Sangiorgese, dopo aver dominato la regular season del girone B del campionato regionale di serie D, si è classificata al primo posto anche nel proprio raggruppamento durante la seconda fase. Entrati di gran carriera nei play-off, i rivieraschi hanno superato l'ostico Castelraimondo Basket nei quarti di finale, per poi avere la meglio nei confronti dei campioni uscenti del Montecchio in una serie di semifinale al cardiopalma. Ed è così che la società del patron Dante Rossi è riuscita, con immenso orgoglio, a raggiungere per la prima volta la finale del campionato regionale di pallacanestro di serie D. Tra la Sangiorgese 2000 e la promozione nella serie C unificata c'è di mezzo il Pesaro, squadra talentuosa tanto quanto ben organizzata: a Pesaro la pallacanestro è una religione ed i ragazzi del Basket Giovane hanno davvero tanta fede. Pronostico quindi apertissimo in questa gara tre dopo aver perso la prima in casa e vinto la seconda fuori per 69 a 62. I sogni,oltre a non costare nulla a volte possono diventare realtà.

venerdì 24 aprile 2015

ASCOLI PICENO/ VOI CON NOI: "PERICOLO IN VIA TEVERE NONOSTANTE LE PROMESSE"

Via Tevere, Ascoli Piceno

"Se omissioni e ritardi del Comune perdureranno, le Autorità s'adoperino per perseguire i responsabili"


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 24 APR. - "È oltre un anno che in via Tevere, in direzione da Monticelli verso Porta Maggiore, prima di imboccare il cosiddetto Ponte di San Filippo c'è un pericoloso blocco di cemento armato posizionato sul lato destro della carreggiata, assolutamente non visibile in quanto completamente ricoperto di vegetazione varia. Nonostante in questo lungo lasso di tempo detto blocco sia stato causa anche di vari incidenti, nonché diversi disagi per le migliaia di utenti giornalieri della strada, è ancora lì nella più completa incuria da parte del Comune che ne è responsabile". Ad affermarlo è la delegazione picena dell'associazione Voi con Noi civicamente Marche per bocca del proprio referente e portavoce, Francesco Petrelli. "Chiunque transiti in quel tratto particolarmente stretto di strada verso Porta Maggiore - spiega -, essendo costretto a stringersi verso il lato destro della carreggiata stante il copioso sopraggiungere sul lato opposto di altri autoveicoli, rischia sempre d'imbattersi con quel blocco. Blocc
Via Tevere, Ascoli Piceno

o che spesso e volentieri è sprovvisto anche degli opportuni segnali di pericolo come previsti dal codice della strada, senza considerare che il lato della carreggiata ove è posizionato è totalmente ricoperto di vegetazione. Quel manufatto di cemento armato, a quanto pare, faceva parte di un cantiere già aperto sul punto onde tamponare una frana ben oltre un anno fa. Purtroppo nonostante le belle e ripetute parole degli Amministratori competenti che promettevano, sopratutto in procinto dell'ultima campagna elettorale per il Comune, un intervento risolutivo su quell'angusto tratto di strada ad oggi non è possibile riscontrare alcunché". "Secondo quanto affermato nel settembre 2014 dal primo cittadino aggiunge -, che a quanto pare non eccelle quanto meno per la funzione mnemonica, sono stati assegnati 516.660 euro per la riqualificazione del  ponte di S. Filippo. Dette risorse sommandosi a presunte risorse comunali, pure caldeggiate dal sindaco, avrebbero potuto consentire uno straordinario progetto di riqualificazione del ponte che rappresenta l'ingresso storico in città da est. Il ponte, che risale al XIV secolo, fu anche interessato dall’alluvione del dicembre 2013., La riqualificazione di questa importante arteria di collegamento tra Monticelli e il centro cittadino, era una delle priorità in agenda del sindaco, che nel settembre scorso non esitò a dichiarare: “La riqualificazione del ponte di S. Filippo è una priorità del governo cittadino per garantire sicurezza agli automobilisti e ai cittadini che quotidianamente vi transitano. Ora, con il progetto, già predisposto dall’ing. Pierluigi Pelliccioni, procederemo alla sua definitiva messa in sicurezza e all’allargamento della sede stradale per consentire la realizzazione anche di una pista ciclabile. Inoltre il ponte potrà diventare un altro dei richiami turistici della città”. A fargli eco fu l’assessore ai lavori pubblici: “Con questi ulteriori fondi potremo procedere al consolidamento del ponte e alla sua  riqualificazione con l’ampliamento della sede stradale. Il grande lavoro dal sindaco ha permesso di sbloccare dei  fondi che si aggiungono così a quanti erano già stati stanziati dal Comune  e che portano a 1,3 milioni di euro il costo dei lavori nella zona. Con gli interventi posti in essere dall’Amministrazione comunale nell’immediatezza degli eventi meteorologici, si  era infatti  provveduto al consolidamento della scarpata e ai lavori d’urgenza sul lato fiume”. Alla luce di quanto sopra la credibilità di questi amministratori riteniamo sia evidente anche ai cittadini più distratti". "Vista però l'indubbia pericolosità - conclude -, già manifestatasi in più di un sinistro, chiediamo che l'Amministrazione comunale di Ascoli se ne prenda carico da subito, senza più ritardi, rinvii e, tanto meno, senza se e senza ma. Altresì chiediamo che le Autorità competenti, qualora le omissioni ed i ritardi da parte del Comune perdurino, s'adoperino per individuarne i responsabili perseguendoli per quanto prescritto dalla normativa in materia".

sabato 18 aprile 2015

ASCOLI PICENO/ VOI CON NOI: "SOSTENIAMO DECISAMENTE CERISCIOLI"

"Alla larga però da chi nel Pd e nella coalizione esprime anche rappresentanze col peggior sindaco di Ascoli"

(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 18 APR. - "Anche la delegazione provinciale di Ascoli Piceno di Voi con noi civicamente marche, federazione di liste civiche, sosterrà decisamente la candidatura dell'ex sindaco di Pesaro, Luca Ceriscioli, alla presidenza della regione Marche". Ad affermarlo è il portavoce e referente pro-tempore, Francesco Petrelli.
"La nostra Associazione - aggiunge - presta sopratutto attenzione a contenuti e programmi sui temi concreti come la sanità, l’occupazione, l’integrazione territoriale ed il welfare. Le forme del nostro impegno politico nel Piceno per Ceriscioli sono ancora da definirsi, ma sicuramente saranno nel segno del rinnovamento in particolare nel comune di Ascoli, dove ben distinte anime del centrosinistra, anche in questa prossima tornata elettorale, cercheranno di rinsaldare oscene connivenze con i più beceri animatori di una ben precisa destra. Una destra talmente asservita ai poteri forti che, come abbiamo visto, non disdegna tandem elettorali con esponenti che per decenni, almeno sulla carta, ha avversato".

"Saremo quindi sicuramente promotori di un voto responsabile per Ceriscioli all'insegna del rinnovamento anche delle persone sulle cui gambe contenuti e programmi necessariamente camminano. I nostri consensi gireranno di certo alla larga da chi, pur candidatosi nel Pd e nella coalizione di Ceriscoli, esprime ben precise rappresentanze anche assessorili nella giunta del peggior sindaco che Ascoli abbia mai avuto, l'attuale. A certi squallidi professionisti della politica, ben consci di non poterli estromettere dai più luridi comitati d'affari, quantomeno cercheremo di rendere molto difficile la rappresentanza nelle istituzioni. Ovviamente l'auspicio è che anche nella "lontana" Pesaro certe ombre del centrosinistra ascolano siano sempre più chiare".