Google+ Followers

martedì 30 dicembre 2008

ASCOLI PICENO/ I MIGLIORI CENONI PER SALUTARE IL 2009

ASCOLI PICENO - La crisi c'è, eccome, e fa paura. Ma anche ad Ascoli non si rinuncerà a festeggiare il nuovo anno fuori casa. Grazie anche a cenone e veglioni di Capodanno che registrano diminuzioni di prezzo anche del 30 per cento rispetto alla Notte di San Silvestro dell' anno passato con una spesa media di 62,30 euro a persona, circa il 25 per cento in meno di quello che la Fipe, la Federazione dei pubblici esercizi di Confcommercio, ha stimato essere la media in Italia. Anche quest’anno abbiamo realizzato una piccola rassegna dei principali cenoni in programma in città e dintorni. Un resoconto che proponiamo in ordine di spesa a persona dalla più bassa alla più alta. Il primo è il Ristorante Da Marco (0736307121) a Brecciarolo che a soli 40 euro propone un menù ove spiccano piatti come la speck su insalata e noci zuppa di ceci con guanciale, carpaccio di tacchino, risotto mari e monti, fettuccine al cinghiale, spalla di vitello alla fornarina con patate sabbiose oltre all’immancabile Zampone e lenticchie, tutti rigorosamente preparate dalle abili mani dello chef Marco Flammini, esponente di spicco della Federcuochi Picena. Un gradino sopra c’è il Lorenz Cafè (0736259959) che nell’esclusiva sede in Piazza del Popolo propone un menù a 45 euro che in un amen ha fatto registrare il tutto esaurito. Nel menù allestito da Primo Valenti ed il suo staff si distinguono la zuppetta di legumi, la polentina alla norcina, i cannelloni in salsa rosa, il risotto dello zar ed i fusilli fatti in casa al fumè, ma anche lo spezzatino d’agnello ai funghi porcini e lo stinco di vitello al forno. Un menù a 50 euro lo presenta anche uno dei templi della ristorazione ascolana, C’era una volta (0736261780) di Tonino Camaioni, ove si gode di una vista davvero unica sulla città in particolare allo schioccare della mezzanotte. Tra le varie portate spiccano la coratina d’agnello con tartufo e funghi, le lenticchie con il cotechino casereccio, la polenta rose’ con ragù di carne e porcini, le pappardelle al tartufo e lo spezzatino d’agnello con misticanza. Altro cenone a 50 euro è quello della Taverna della Montagna a Foce di Montemonaco (0736491207). Sul menù risaltano in particolare piatti come l’antipasto all’italiana tutto rigorosamente con salumi di produzione propria, i crostini con ventricina e tartufo, la polenta, l’agnello al forno, lo spiedino di castrato e la faraona arrosto. Salendo ancora un gradino c’è il Belvedere (0736362683) lungo la Provinciale Venarottese che a 55 euro (25 euro per i bambini) invita ad un menù ove emergono piatti come fagioli con le cotiche, lasagna alla norcina, risotto al profumo di bosco ed arista di maiale. A 60 euro sono pure due le proposte. La prima è quella dell’albergo ristorante Terme (0736801263) ad Acquasanta dove in un ampissimo menù risaltano le olive all’ascolana con scaglie di reggiano e pecorino, il cocktail di scampi, le frivolite ai funghi, le spatzellis e le crepe al tartufo, poi il risotto ai funghi e tartufo nero pregiato, la chitarra tirata a mano al radicchio rosso, lo zampone con lenticchia di Castelluccio, il carrè di vitello al forno con piccoli ortaggi brasati, il lombetto ai marroni e frutta secca con anelli di verdure ed insalata di Capodanno e per finire il gran buffet di dolci. L’altra proposta è quella del ristorantino La Cantina di Villa Picena (0736892460) a Colli del Tronto con un menù dove si evidenziano il trionfo di prelibatezze dell’adriatico, gli agnolotti farciti di crostacei saltati in brodo di vongole veraci e rucola selvatica, il fagottino croccante alle verdure multicolore con pomodoro, parmigiano e basilico, il maialino da latte allo spiedo con salsa di ribes ed il filetto di vitello steccato al tartufo nero e stracotto di Madera. Salendo ancora nella rassegna arriva il ristorante I Mille Sapori (073642368) della dimora storica Villa Sgariglia a Piagge. In un menù a 65 euro attraggono in particolar modo l’attenzione dei gourmet il salmone al vapore con salsa alla lattuga, l’involtino di pesce spada affumicato, il tortino di verza e patate con scampo al vapore, il calamaro ripieno gratinato, la crespella rustica con vongole veraci, cozze e salsa di pomodoro, il risotto mantecato al vino teroldego rotaliano con speck e rucola selvatica, le orecchiette al pesto di prezzemolo con molluschi, il medaglione di vitello in mantello di lardo striato, porcini e cicoria saltata. Un cenone in grande stile con la Happiness band, cornice di balli, allegria ed animazione a partire dalle ore 19 fino a tarda notte è quello organizzato dall’Hotel Villa Pigna (0736491868) sotto la cura e la perizia del direttore Luis Avitabile e della chef Davide Camaioni. Si comincia con un cocktail Villa Pigna, poi carpaccio di pesce spada agli agrumi, bomboniera di spinaci su vellutata di ceci, lenticchie di Castelluccio con zampone, risotto allo champagne, ortica e gamberi rossi, ravioli di faraona su fonduta di taleggio e mandorle tostate, poi branzino in crosta di patate, scampo in tempura al nero di seppia su verdure croccanti, intervallo di insalatine con sorbetto di ananas e peperoni, costolette di agnello in rete ai frutti di bosco e per finire grand dessert di fine anno e a mezzanotte buffet della tradizione. Ben tre infine sono i cenoni a 75 euro. Il Parco dei Tigli (0736390486) a Piane di Morro di Folignano propone un menù sia di carne che pesce condito da tanta musica. Al Poggio (0736403884) a Campolungo tra i piatti attirano soprattutto l’attenzione la magnana fritta, l’involtino di salmone marinato con aceto di lamponi e verdure croccanti, la spigola marinata, la mousse di scorfano con melecche, il polipo e ceci, gli scampi al vapore, poi il risotto allo zafferano di Navelli e melecche ed il fietto di rombo con patate a sfoglia. Scampi al cognac, gnocchetti funghi e tartufo e costata di vitellino al cartoccio con porcini sono i piatti che maggiormente si distinguono nel menù del ristorante Tre Lanterne (0736801386) a Cagnano di Acquasanta. “L'andamento migliore delle previsioni durante il Natale - ha commentato Primo Valenti, esponente di spicco della Confcommercio - ha rafforzato la convinzione di gran parte della categoria che era necessario studiare proposte nuove di prezzi e di prodotti per venire incontro alle esigenze della nostra clientela. Oltre la metà dei colleghi ha rafforzato la proposta anche con ricette più semplici o tradizionali che in casa non si è più soliti cucinare, ma privilegiando sempre prodotti nazionali o del territorio. Proposte che faranno vincere le resistenze dei consumatori a trascorrere un Capodanno avvilito”.

domenica 28 dicembre 2008

TERAMO/ ANGELO CARESTIA ONE MAN SHOW A PETRICCIONE DI CASTELLALTO


CASTELLALTO - Una Serata quella de 31 Dicembre al Ristorante Cavallino Rosso di Petriccione di Castellalto in provincia di Teramo all'insegna del cabaret, le imitazioni, la musica, il divertimento allo stato puro, che risponderanno ad un solo nome, quello di Angelo Carestia. Infatti il popolare comico abruzzese accompagnerà tutto il pubblico del "Cavallino Rosso" a varcare la soglia del nuovo anno riproponendo tutto il repertorio e le gag più divertenti che lo hanno fatto conoscere al grosso pubblico abruzzese marchigiano e che lo hanno portato a calcare palcoscenici importanti in tutta Italia e all'estero, e quelli televisivi come quello di Rai 1, Rai 2 e Canale 5. Davvero un'occasione da non perdere quella di trascorrere la fine dell'anno tra la cucina di qualità e le gran risate, suscitate da Angelo Carestia.

sabato 27 dicembre 2008

ASCOLI P./ ANCORA IMPORTANTI RICONOSCIMENTI PER IL MAESTRO DE BERARDINIS

ASCOLI PICENO - Fine anno davvero stupendo per il Maestro Giuseppe de Berardinis, dopo un’annata nella quale ha conquistato per la terza volta consecutiva il titolo Italiano di Kata di Judo (a coppie) insieme a Roberto Paniccià, arrivano i riconoscimenti del Coni Provinciale e del Comune di Ascoli Piceno, ma soprattutto “sopra le righe” la comunicazione personale del Presidente della Fijlkam, il dottor Matteo Pellicone con la quale gli viene comunicata la promozione a Quinto Dan di Judo “motu proprio” per i tanti meriti sportivi acquisiti. Giuseppe de Berardinis è l’unico Maestro di Judo Quinto Dan della Fijlkam della Provincia di Ascoli e di quella della vicina Teramo. E’ atleta agonista titolare della Nazionale Italiana di Kata di Judo dal 2005 ed è stato convocato fino ad oggi 6 volte a rappresentare l’Italia in competizioni Internazionali conquistando ben 5 medaglie, 1 oro, 3 argenti ed un bronzo. Dal 2006 gli è anche stata riconosciuta la qualifica di Azzurro e dal 2007 superato l’esame nazionale è anche stato inserito nell’apposito elenco dei Docenti Nazionali Federali. “Erano almeno due anni – ha affermato Giuseppe de Berardinis - che aspettavo questa promozione che era maturata con le due medaglie vinte ai campionati Europei di Kata di Judo Londra 2005 e poi Torino 2006, promozione che per “stranezze” è arrivata solo oggi dopo altri due europei, Wuppertal con un Argento e Malta con un altro Argento, l’importante è che alla fine è arrivata, anche se in ritardo ma nel momento migliore, malgrado tutto alla fine ha trionfato la meritocrazia. Anche a livello locale qualcuno si prodiga sempre a vari livelli per “frenare” la nostra attività, è bene chiarire a tutti, i “locali” che troppo spesso si impegnano più che a produrre, solo a creare problemi di ogni tipo, che sono sempre stato un tipo che è andato fino in fondo ad ogni cosa, per scoprire la verità, sono piuttosto conosciuto per questo e cambio idea difficilmente poiché sono sempre molto convinto di quello che faccio, e, così come sto verificando il perché del “ritardo” e poi come sanarlo, sto facendo lo stesso per quanti in Ascoli si prodigano, più o meno nascosti (retaggio di secoli) non meglio di come fanno i bambini… a cercare di produrre problemi ed ostacoli… anche in questo caso per sanare il problema… Vorrei lanciare un chiaro messaggio: E’ finito il tempo delle improvvisazioni, il tempo delle chiacchiere, la gente cerca fatti concreti e positivi, anche il bluff può essere valido nell’arco di una partita a carte… non tutta la vita… chi non è capace o non capisce è meglio che se ne stia buono buono a studiare o che se ne vada a casa… prima che ce lo mandino gli altri! E’ veramente idiota colui che pensa di ricavarsi uno spazio soltanto cercando di denigrare o bloccare l’attività degli altri, è come dire fermiamo il mondo, la vita, ed è ancora più stupido quell’individuo che si atteggia a superuomo quando, è il solo a non rendersi conto di aver perso la partita, e da parecchio tempo…”. Il messaggio è concluso ed è anche chiaro.

CONSUMI/ ARCO E COPAGRI PUNTANO SUI MERCATINI DEGLI AGRICOLTORI MARCHIGIANI


ASCOLI PICENO - Per contrastare il carovita che preoccupa le famiglie marchigiane è necessario frenare l’incremento dei prezzi dal campo alla tavola, ma anche effondere novelli esempi di consumo, dato che nella nostra regione si spende più in sigarette che in olio d’oliva e la spesa mensile per il cibo rappresenta appena il un quinto di quella totale.
L’incognita dell’accrescersi dei prezzi, riproposto dagli ultimi dati Istat, denuncia che le inefficacie delle filiere alimentari si rifrangano sugli acquisti punendo cittadini ed imprese agricole. Secondo un’osservazione già accertata, dal grano al pane il costo si moltiplica almeno dieci volte, quello delle uova raddoppia e il costo delle braciole di maiale cresce di quasi sette volte. Le fettine di vitella vedono accrescere il loro prezzo di ben sette volte dalla stalla a piatto, mentre il petto di pollo addirittura otto volte. Dati, questi, che dimostrano come nella forbice dei prezzi alla produzione e al consumo c’è spazio per riottenere un risparmio per il consumatore e garantendo un idoneo guadagno agli agricoltori senza opprimere i bilanci familiari con effetti negativi per i consumi generali. Ferme restando lo sforzo di famiglie e pensionati per approdare a fine mese, è necessario ripensare agli schemi di consumo. Secondo dati Istat, infatti, i marchigiani spendono mensilmente per la loro alimentazione il un quinto del totale spesa famiglia. Ragionevole è lagnarsi del pane che costa dieci volte più del grano necessario per produrlo, ma rammentiamo che esso incede per circa il 2% sulla spesa complessiva. Sarebbe opportuno dunque, guardare anche ai rincari verificatisi in altri settori e valutare quali debbano essere oggi le priorità. Per queste ragioni l’Arco Consumatori Marche in collaborazione con la Copagri di Ascoli Piceno stanno coinvolgendo i governi locali per favorire l’apertura di mercatini per la vendita diretta da parte degli agricoltori, di prodotti locali senza intermediazioni per opporsi con limpidezza ad eventuali speculazioni.

domenica 21 dicembre 2008

ASCOLI P./ DI SILVESTRE, BERLUSCONI: NEL 2009 VISITERÒ LA VOSTRA PROVINCIA

ASCOLI PICENO – “Ho intenzione, per il prossimo anno di visitare tutte le province italiane. Ascoli Piceno sarà una delle prime”. Questo è quanto il Presidente del Consiglio dei Ministri, Silvio Berlusconi, ha affermato in occasione della tradizionale conferenza stampa di fine anno ad una domanda postagli a margine da Aleandro Di Silvestre, consigliere nazionale ascolano dell’Ordine dei Giornalisti. “Non è mia abitudine pubblicizzare il modesto lavoro di Consigliere nazionale dell'Ordine – ha riferito Di Silvestre -. Questa volta, ci tengo a comunicarVi che nel corso della Conferenza stampa di fine d'anno, svoltasi sabato 20 diembrea Villa Madama, ho avuto il piacere di parlare con il presidente del Consiglio Berlusconi. Gli ho ricordato la sua venuta ad Ascoli nel 1988-89, in occasione della partita di coppa Italia Ascoli Milan lo intervistai per Tv cenro Marche. Gli ho detto che oramai sono trascorsi 20 anni e che sarebbe il caso che tornasse ad Ascoli perché così farebbe felice il compianto presidentessimo Costantino Rozi. Con il Suo affabile sorriso, Silvio Berlusconi mi ha risposto: “Ho intenzione, per il prossimo anno di visitare tutte le province italiane. Ascoli Piceno sarà una delle prime”.

OFFIDA/ CHEF PICENI: “2009 DURO MA RICCO DI SODDISFAZIONI”


OFFIDA – Cuochi, chef, camerieri aderenti alla Fic, la Federazione Italiana Cuochi della Provincia di Ascoli Piceno nei giorni scorsi si sono scambiati gli auguri di un Santo Natale ed un proficuo anno nuovo ad Offida presso la Vinea, l’Enoteca Regionale. Per gli chef presieduti da Alessandro D’Addazio aldilà della veste augurale Natalizia questo di affida si è trattato di uno dei più importanti incontri programmati nel 2008 per affrontare e discutere problemi inerenti il mondo della ristorazione. Il tema cardine della serata è stata la carne ed a d affrontare questo vasto e delicatissimo tema è stato invitato l’amministratore di una delle maggiori realtà commerciali italiane, Emiliano baldi della Baldi Carni di Jesi. Baldi in una dettagliata relazione mirata ai numerosi addetti lavori presenti in sala ha trattato anche di argomenti scottanti di grande attualità quali la crisi economica, l’alternativa alla carne e la carne alla diossina. La cena è stata servita a base di piatti tipici locali preparati dallo chef Daniele Citeroni dell’Osteria Ophis di Offida. Durante la serata si è ache discusso di qualità delle migliori produzioni italiane, ricette della tradizione, insoliti condimenti della cucina creativa, fantasia dei formati più curiosi, programmazione di nuove iniziative per il prossimo anno che hanno riscontrato ampio interesse tra i vari intervenuti come lo chef Marco Flammini dell’omonimo ristorante Da Marco a Brecciarolo di Ascoli Piceno. Un momento particolarmente toccante è stata la devoluzione da parte dell’Associazione presieduta da D’Addazio di un contributo alla Croce Verde. A conclusione della serata c’è stato anche spazio per una passerella d’onore per tre dei maggiori cuochi della nostra provincia, ovvero il già pluridecorato Mauro Michetti, il professor Maurizio De Renzis e lo stesso D’Addazio, che recentemente hanno conseguito l’alta onorificenza del Collegium Cocorum come la vicepresidente nazionale della Fic e presidente nazionale delle Lady Chef, Gabriella Bulgari, ha voluto ricordare.

sabato 20 dicembre 2008

ASCOLI P./ MISERICORDIA: GRAN SUCCESSO PER LA CENA DI BENEFICENZA AL BOCCACCIOLIFE


ASCOLI PICENO – Ha fatto registrare davvero il tutto esaurito di presenze la Terza edizione della Cena di beneficenza “Insieme a noi per realizzare i loro sogni” organizzata in occasione del Natale nei giorni scorsi, venerdì 19 novembre 2008, presso il ristorante BoccaccioLife dalla Confraternita della Misericordia di Ascoli. La grande partecipazione ha colmato di gioia le responsabili della Misericordia, Luana Fabiani e Daniela Buonopane, che in collaborazione con lo staff del BoccaccioLife, ovvero Piera Pagnoni, Silvana Mascetti e Marco Testa, hanno curato nel più piccolo dettaglio l’ottima riuscita della serata. “Il Children Centre Mayungu – hanno illustrato la Fabiani e la Buonopane - si trova sulla Mayungu Road a pochi Km di distanza da Malindi, Kenya. E’ gestito da una coppia di milanesi, Luisa e Renato, che hanno deciso di trascorrere la loro pensione dedicandosi a chi ha più bisogno. La struttura attualmente ospita 50 bambini seguiti da 12 persone, assistenti, maestre, infermieri, cuochi, tutti del posto. La Misericordia di Ascoli Piceno finora ha contribuito alla realizzazione del Children Centre di Mayungu inviando donazioni raccolte ad Ascoli e dintorni. La nuova fase del progetto prevede il mantenimento della struttura con la copertura delle spese di gestione e del personale”. Alla serata ovviamente ha preso parte anche la Governatrice della Misericordia di Ascoli, Elia Gabrielli, contornata dal Direttivo nella sua quasi totalità, a partire dal segretario generale della Confraternita, Ignazio Buonopane, fino ad arrivare al portavoce, Francesco Petrelli, passando per gli impareggiabili volontari, tra cui Giuseppina Morganti, Ettore Zaccaro, Vinicio Pirri, e Stefano Petrelli. Presenti tra i tanti anche il direttore regionale di PmiMarche, Andrea Calvaresi, che già in passato con l’associazioen da lui guidata non ha fatto mancare il sostegno al Progetto come tanti generosi ascolani che anche in tempi di crisi non esitano a mettersi la mano nel portafoglio per aiutare chi è stato comunque più sfortunato di loro.

giovedì 18 dicembre 2008

FORCA CANAPINE/ SABATO 20 DICEMBRE APRONO GLI IMPIANTI

ASCOLI PICENO – “Il gestore degli impianti di Forca Canapine, Antonio Fortuna, ci ha comunicato che da domani, sabato 20 dicembre la stazione sciistica di Forca Canapine, aprirà con continuità, gli impianti della Nordica – Madonnina – Campo scuola. Si osserverà la sosta nella sola giornata di Natale”. Lo ha affermato Filippo Cherri, il presidente del Comitato Umbro Marchigiano della Fisi, la Federazione Italiana Sport Invernali.
“Questa volta – ha aggiunto Cherri - la perturbazione che ha interessato gran parte del mese di dicembre, ha favorito le stazioni che insistono sul versante occidentale della catena dei Sibillini, penalizzando la dorsale adriatica. Non a caso Forca Canapine vanta un manto nevoso che va dai 30 ai 60 cm. di neve compatta, ed uniforme per tutta l’estensione della stazione”.“Le previsioni metereologiche – ha concluso -indicano bel tempo per il fine settimana prossimo, e dovrebbe protrarsi almeno fino alla settimana successiva. Ci sono quindi tutti i presupposti per praticare questo bellissimo Sport all’aria aperta, e a costi estremamente contenuti. Agli sportivi degli Sci Club del territorio e a tutti gli amanti della neve, un augurio di buon divertimento e un sereno periodo di festività”.

martedì 16 dicembre 2008

ASCOLI PICENO/ L’ORDINE DI MALTA MEDITA SU SAN PAOLO

ASCOLI PICENO – Questo venerdì 19 dicembre presso la Cappella del sacramento della Chiesa Cattedrale di Ascoli Piceno, la Delegazione Granpriorale Picena dello Smom, il Sovrano Militare Ordine di Malta si svolgerà la prima puntata delle Meditazioni su “Paulus, servo di Gesù, apostolo per vocazione”. A guidare le meditazioni, organizzate dalla Delegazione diretta dal marchese Loredano Luciani Ranier, in stretta collaborazione con il Donato di devozione responsabile provinciale, Emilio Croci, sarà Don Domenico Poli. Il tema di questa prima Meditazione, che sicuramente vedrà la partecipazione degli altri membri dell’Ordine, quali Camillo Ciaralli, Mario Ciaffoni e Lucia Iacoboni, nonché il Capogruppo dei Giovani della Delegazione Picena, Francesco Petrelli, “L’uomo e il suo tempo; biografia di Saulo; formazione umana, religiosa e culturale; primo viaggio missionario in Asia Minore”.
Il secondo appuntamento di queste Meditazioni è previsto per il prossimo 6 marzo ancora presso la Cappella del sacramento della Chiesa Cattedrale di Ascoli Piceno. Il tema saranno “I viaggi Paolini; secondo viaggio missionario in Asia Minore (Galazia) e Grecia (Filippi, Tessalonica, Atene e Corinto); lettere ai Tessalonicesi; terzo viaggio missionario in Asia Minore (Efeso) e Grecia (Macedonia e Corinto); lettere ai Corinti; lettere ai Filippesi”.Ultimo appuntamento il 22 maggio sempre presso la Cappella del sacramento della Chiesa Cattedrale di Ascoli Piceno. La trilogia si concluderà con le Meditazione su “Apostolato e prigionia; terzo viaggio missionario in Asia Minore (Efeso) e Grecia (Macedonia e Corinto); lettera ai galati; lettera ai Romani; viaggio a Roma; lettere dalla prigionia; lettere pastorali”.

venerdì 12 dicembre 2008

ASCOLI P./ EVASIO CORRADETTI, UN'ALTRA PMI CHE SI FA LARGO NELLA CRISI

ASCOLI PICENO – Nonostante i segnali allarmanti delle stime a ribasso di crescita per l'Italia le piccole e medie imprese ascolane, virtuosamente, non rinunciano ad investire e creare occupazione. Davanti alla non certo incoraggiante prospettiva di crisi anziché tirare i remi in barca ottimisticamente, aumentano la posta . È il caso della ditta Evasio Corradetti, una rilevante pmi del Piceno con dodici occupati, che nei giorni scorsi ha inaugurato il suo nuovo sito produttivo in zona industriale di Castel di Lama. Si tratta di uno capannone industriale di oltre mille metri quadrati all’interno del quale i titolari della società, Evasio Corradetti ed il figlio Mirko, hanno raccolto gli ultimi ritrovati della tecnica per quel che concerne impianti idricosanitari, impianti di riscaldamento e condizionamento, impianti industriali. La ditta Evasio Corradetti, opera da anni nel settore e con l'esperienza accumulata nei più svariati tipi di istallazione è capace di fare fronte a tutte le esigenze di clienti civili e industriali. La stessa è in grado di rispondere, grazie al suo staff altamente qualificato, sempre con una corretta progettazione e con interventi accurati, eseguiti con materiali rispondenti ai più alti standard normativi e produttivi. L ’inaugurazione ha rappresentato un grande momento di partecipazione che ha visto la presenza di almeno millecinquecento persone tra clienti, fornitori, colleghi, amici, parenti ed una nutrita rappresentanza di autorità cittadine, provinciali e regionali. Ad aprire l’inaugurazione i titolari hanno desiderato la benedizione del sito produttivo ufficiata da don Nazzareno Gaspari, parroco di Castel di Lama. Per informazioni e prenotazioni ci si può rivolgere presso la sede di PmiMarche telefono e fax 0736813284 e mobile 3291097391.

mercoledì 10 dicembre 2008

PICENO/ GIOVANNI RANA A GENNAIO OSPITE DELLA NONA EDIZIONE DELL’ASCOLI MAIAL FEST


ASCOLI PICENO – “Saranno due le grandi novità della nono edizione dell’Ascoli Mail Fest che anche quest’anno interesserà la nostra Città per l’intero weekend di venerdì 16, sabato 17 e domenica 18 gennaio 2009. Ospite d’onore di questa ormai classica e sempre più celebre manifestazione organizzata dal Club 41 di Ascoli, sarà il noto industriale Giovanni Rana, il patron della vera cucina italiana, presidente dell’omonimo pastificio veronese. L’altra grande novità è che l’attesiossimo Pork Race Trophy 2009, ovvero la corsa dei maialini, ognuno guidato da un driver appartenente a ciascun Club 41 d’Italia, si terrà presso la grande struttura del Prosciuttificio Costantini di Torano Nuovo”. A dare entrambi gli annunci è stato il presidente del Club 41 di Ascoli Piceno, l’ingegner Paolo Nespeca, non appena aver definito i dettagli sia dell’arrivo e della permanenza di Rana in Città almeno per l’intera giornata di sabato, che della disponibilità concessa dai Fratelli Costantini della loro struttura, ove tutti i partecipanti del Maial Fest provenienti da tutta Italia trascorreranno la gran parte della giornata di sabato. “Rana (nella foto al centro tra Nespeca e Giacoboni mentre conferma la presenza al Maial Fest) – ha illustrato Nespeca insieme al presidente nazionale del Club 41, l’ascolano Diego Giacoboni -, come l’anno scorso fece il noto giornalista e scrittore Carlo Cambi, guiderà la spedizione del sabato mattino a Torano con almeno due PorkBus a Torano presso il rinomato prosciuttificio. In quella che è considerata una delle migliori aziende del Centro Italia, Rana disquisirà con i Costantini sull’utilizzo nella cucina italiana del prosciutto della quinta stagione. Dopo una degustazione dell’intera produzione dei Costantini, nel primissimo pomeriggio l’attenzione passerà sul Pork Race Trophy, ovvero la corsa dei maialini con i colori di tutte le città del Club 41. Assegnato il trofeo del Pork Race Trophy che lo scorso anno finì a Rovereto al driver Gianni Pozzati, solo per gli addetti ai lavori, si terrà il Comitato nazionale del Club 41, mentre per tutti gli altri, in particolare per le gentili signore, è in programma un'accurata visita alla città di Ascoli con l'architetto Valerio Borzacchini, alla scoperta, tra le altre cose, dell'ottocentesca coltelleria Villi”. “Si arriva così al PorkGala – ancora Nespeca e Giacoboni - che quest’anno si terrà nella magnifica cornice dell’Enoteca regionale di Affida, dove andrà in scena un vero spettacolo “a bordo cena” anche questa volta diretto con grande perizia e mestiere da Alessandro Michelangeli Prosperi. Oltre a Rana come è ormai tradizione ci saranno tanti altri importanti ospiti, che renderemo noti mano a mano. Finora ad aver confermato la loro presenza sono stati l’ex sottosegretario di stato, Pietro Colonnella, il vicepresidente del Consiglio regionale, Vittorio Santori, e l’assessore del Comune di Ascoli, Cesare Celani, il cui assessorato al commercio è partner ormai da qualche anno della manifestazione”. “Come ormai tradizione – hanno concluso i due importanti esponenti del 41 - nel Centro storico di Ascoli e dintorni decine di ristoranti hanno aderito all’iniziativa, con menù ad hoc a base di maiale in tutti i sabati dei mesi di gennaio e febbraio. Il gran finale, anche questo come ormai consuetudine, si svolgerà al frantoio della Famiglia Fratoni, dove papà Domenico ed i figli Domenico e Giovacchino saranno ben lieti di dare l’arrivederci a quella che sarà il Decennale del Maial Fest”.

sabato 6 dicembre 2008

GROTTAMMARE/ OGGI DOMENICA 7, L’ALBERGHIERO IN ONDA SU RAI 2


GROTTAMMARE – Si è svolta presso in piazza Kursal a Grottammare nei giorni scorsi la registrazione della nota trasmissione televisiva Mezzogiorno in Famiglia condotto dalla bellissima presentatrice Roberta Gargeri con la regia affidata di Patrizia Calaci. È stata registrata una puntata che andrà in onda oggi, domenica 7 dicembre a partire dalle 11,30 e fino alle 13 su Rai Due. Di rilievo è stata la partecipazione alle riprese dell’Ipssar “Filippo Buscemi” di S. Benedetto del T., che con i propri alunni, compresi quelli del distaccamento di Ascoli, coordinati dai professori Mauro Michetti e Giovanni De Mola, hanno imbandito una suntuosa tavolata di livelli luculliani ricca di prodotti gastronomici locali come la rana pescatrice in potacchio e olive leccino del Piceno, la spigola di mare in crosta di pasta di sale Iraniano ed erbette aromatiche, li “taccù”nella minestra di ceci, la profumata zuppa del marinaio con i frascarelli di un tempo, il fritto misto di paranza, le olive all’ascolana, un assortimento di panificazione, dolci vari della tradizione natalizia come per esempio il Fristingo, e tanto altro ancora... A condire il tutto già molto ricco ci ha pensato il professor Michetti, neo Collegium Cocorum della celebre Federazione Italiana Cuochi, che in un contorno di sculture di ghiaccio, margarina e pane, da lui realizzato in collaborazione con gli studenti dell’istituto alberghiero, ha elaborato al momento sul posto una scultura rappresentante un ambiente marino dedicato a Grottammare. Un altro pezzo artistico, stavolta di margarina, rappresentante la musicalità e la freschezza. Michetti a nome di tutto l’istituto lo ha voluto dedicare alla trasmissione televisiva la quale apprezzando il gesto ha puntualmente e ripetutamente ringraziato. Un particolare ringraziamento va all’azienda Ittica Atollo di San Benedetto che ha fornito Il pesce fresco da mettere in mostra, all’azienda Ipsa di Castignano che ha fornito la margarina per realizzare i pezzi artistici ed alla forneria Tassotti che da tempo collabora con l’istituto e che ha fornito prodotti di panificazione.

martedì 2 dicembre 2008

ASCOLI P./ TRE CHEF ASCOLANI NEL ELITE DELLE BERRETTE BIANCHE


ASCOLI PICENO – A Maurizio De Renzis, Mauro Michetti ed Alessandro D’Addazio, tre dei più noti ed apprezzati chef del nostro territorio in occasione del XXVI Congresso nazionale della Fic, la celebre Federazione italiana cuochi, sono stati riconosciuti tre dei maggiori riconoscimenti a livello nazionale per la categoria, ovvero il conferimento, il Collegium Cocorum. Quella assegnata ai tre Maestri Piceni dei fornelli durante il Congresso allo Sheraton di Roma, rappresenta una tra le più prestigiose ed ambite onorificenze della Federazione Italiana Cuochi in ambito nazionale ed internazionale e se ne possono fregiare solo coloro che durante 5 lustri, ovvero 25 anni ed oltre di esercizio della professione di chef hanno dimostrato, passione, dignità ,capacità e prestigio, onorando così la millenaria cucina italiana e la grande famiglia delle berrette bianche. Gli chef dopo la cerimonia del conferimento visibilmente emozionati hanno dichiarato tutta la loro soddisfazione per il riconoscimento ottenuto. De Renzis, oltre ad essere un grande chef è anche tra i più importanti professori del rinomato Istituto Alberghiero di San Benedetto del Tronto. D’Addazio, invece, la sua attività di chef la divide anche con quella di presidente provinciale della Delegazione di Ascoli Piceno della Federazione Italiana Cuochi. Infine Michetti: il cavallo di razza, il fuoriclasse, la berretta di platino della Federcuochi Picena, che finora ha collezionato centinaia di premi e riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale.

PRIMARIE PD ASCOLI/ HA VINTO CANZIAN COME PREVISTO DAL NOSTRO SONDAGGIO ON LINE

ASCOLI PICENO – I risultati del sondaggio on-line su PressOff.info, http://www.pressoff.info/, messo on line la scorsa domenica 16 dicembre, per esprimere la propria preferenza sui tre candidati del Partito Democratico di Ascoli Piceno per le prossime elezioni comunali, sono risultati attendibili. Dei tre nomi in lizza Giuseppe Brandimarti, Antonio Canzian ed Emilio Pignoloni, come previsto dal sondaggio è risultato vincitore Canzian col 55% dei consensi (11 voti su 20). Nella realtà secondo è arrivato Brandimarti che invece è arrivato terzo con 4 voti. On line secondo con 5 voti è arrivato Pignoloni che nella realtà invece è risultato il meno votato. Chiunque poteva esprimere il proprio parere fino alla mezza notte di sabato 29 novembre, ovvero il giorno prima che si aprivano i seggi delle primarie ascolane. Quello su PressOff si è trattato di un sondaggio puramente d’opinione assolutamente anonimo al quale tutti, anche coloro che non volevano tesserarsi al Pd, come previsto dal regolamento delle primarie del partito, potevano esprimere la propria preferenza.

DONNE/ AD ASCOLI PICENO UN SEMINARIO PER IMPARARE L’AUTODIFESA

ASCOLI PICENO – Un Seminario di Metodo globale di autodifesa particolarmente interessante si è svolto nei giorni scorsi ad Ascoli. Si tratta di un secondo Seminario per questo anno 2008 promosso dalla Delegazione provinciale della Fijlkam ed organizzato dal Judo Cento Torri Ascoli Piceno. Il seminario è stato tutto imperniato sulla didattica per l’insegnamento dell’autodifesa al femminile. Il corso di aggiornamento, che si è svolto presso la Palestra comunale di Atletica pesante, è stato tenuto dal Maestro Giancarlo Bagnulo Sesto Dan di Ju-jitsu e membro della Commissione nazionale Mga. Della Fijlkam era presente anche un gruppo di insegnanti del vicino Abruzzo con il Vice responsabile regionale Fijlkam e responsabile settore Judo, Spurio. “Durante il Corso – ha riferito Giuseppe de Berardinis, presidente del Judo Cento Torri, nonché responsabile provinciale federale - sono stati trattati anche argomenti giuridici, poiché tutto ciò che viene insegnato e poi praticato dovrà sempre tener presente i limiti operativi che vengono tracciati dalla Legge. Ai partecipanti al Seminario è stato rilasciato un opuscolo avente per oggetto “La sicurezza individuale e la difesa personale. Il ruolo paritetico assunto dalle donne eticamente e moralmente corretto, ribadito dall’Articolo 21 della Carta Europea del 20 Aprile 2007, viene spesso da molti disconosciuto sottoponendole spesso a pressioni e angherie di ogni tipo. E’ quindi a nostro avviso veramente importante al fine di garantire la giusta relazione uomo/donna fornire al così detto “sesso debole” una maggiore sicurezza e tranquillità nella vita di tutti i giorni che porterà a maggior comprensione e collaborazione fattiva per tutti”.

ASCOLI PICENO/ PMIMARCHE: ENZO ROSSI AL CONVEGNO SULL’ETICA D’IMPRESA


ASCOLI PICENO – Enzo Rossi, il pastaio di Campofilone, l’industriale che lo scorso anno fece parlare di sé mezzo mondo, per aver aumentato gli stipendi ai propri operai quando la tendenza generalizzata era ben altra, sarà il relatore principe del convegno che PmiMarche ha organizzato per il prossimo venerdì 5 dicembre preso le prestigiose sale dell’Hotel Villa Pigna. Al convegno, il cui tema è “Etica d’Impresa”, interverranno insieme a Rossi anche altri importanti relatori appartenente primariamente alla realtà imprenditoriale locale e non, ma anche esponenti del mondo della poitica e delle Istituzioni. A relazionare al convegno, che gode anche dei patrocini di Regione Marche e Provincia di Ascoli Piceno, saranno anche: il presidente nazionale di PmItalia l’associazione di piccole e media imprese da cui PmiMarche discende, Massimo Tabbacchiera; il suo vice presidente Antonio Di Cosimo, già vicepresidente di Confindustria Abruzzo ed al vertice tra le atre imprese delle Ceteas, che attualmente sta investendo pure nella nostra provincia; il presidente di PmiFermo, Davide Longo, emergente imprenditore esperto di mercati esteri e reduce dall’ultima drammatica esperienza a Mumbai in India; il vicepresidente del Consiglio regionale, l’avvocato Vittorio Santori, coordinatore provinciale del Popolo delle Libertà; e l’ex sottosegretario agli Affari regionale, consigliere provinciale ed uomo di spicco del Partito Democratico, Pietro Colonnella. A fare gli onori di casa al Convegno che conta gia diverse prenotazioni e che si prefigge anche lo scopo di raccogliere fondi che andranno in beneficenza all’Aisla, Associazione Italiana Sclerosi Laterale Ameotrofica, saranno il presidente di PmiMarche, Domenico Fratoni, il direttore Andrea Calvaresi, ed il segretario organizzativo, Francesco Petrelli. Tutto gli atti del convegno sarà anche ripreso dalle telecamere del cineoperatore Emidio Collecchia, che vi realizzerà un dvd. Ad impreziosire la serata presso il Best Western diretto da Luis Avitabile, sarà lo chef Davide Camaioni, che per il banchetto ha apprestato un menù assolutamente degno della sua fama dietro ai fornelli nonostante la giovane età. Per informazioni e prenotazioni ci si può rivolgere presso la sede di PmiMarche tel/fax 0736813284 e cell 3291097391.

DISTROFIA MUSCOLARE DI DUCHENNE/ DUE ASCOLANI DONANO LE LORO OPERE

ASCOLI - Si chiama “Milledicuori: le forme e i colori della ricerca” la mostra di opere d’arte contemporanea con finalità solidali, cui espongongono anche due giovani emergenti artisti ascolani, Giulia Corradettie e Daniele Camaioni, visitabile fino all’8 dicembre 2008, nelle prestigiose sale di Villa Borromeo Visconti Litta a Lainate, dal Fondo Dmd Gli Amici di Emanuele e dall’Associazione La Nostra Famiglia. Settanta gli artisti di fama nazionale e internazionale, provenienti da ogni angolo d’Italia, per lanciare un messaggio di speranza e solidarietà, attraverso la donazione delle loro creazioni d’arte. Verranno, infatti, battute all’asta per raccogliere fondi, da devolvere interamente ai progetti di ricerca sulla Distrofia Muscolare di Duchenne. Due gli appuntamenti importanti: il primo, il 7 dicembre con un concerto di musica Gospel-Spirituals e l’altro con l’asta con cui si chiude la mostra, l’8 dicembre a partire dalle ore 17. A selezionare gli artisti partecipanti a Milledicuori, ci ha pensato Nazareno Luciani, pittore marchigiano e curatore artistico di questo evento, a cui è dedicato anche un catalogo, edito da Archi’s Communication Adv di Perugia, tra i partners dell’iniziativa. Nella sua introduzione, scritta dalla critica d’arte Alessandra Morelli, si anticipa il comune denominatore di tutte le opere in esposizione: “la condivisione come corrispondenza tra due mondi, apparentemente diversissimi e lontani, la bellezza e il bisogno”. Promotori dell’iniziativa l’Associazione La Nostra Famiglia, impegnata da anni nell’assistenza e nella terapia di malattie genetiche e invalidanti, insieme al Fondo Dmd Gli amici di Emanuele, nato con lo scopo sostenere progetti di ricerca sulla Distrofia Muscolare di Duchenne. La mostra, che gode del patrocinio dell’Assessorato alla Salute Regione Lombardia, Provincia di Milano e Comune di Lainate, resterà aperta dal 30 novembre fino all’8 dicembre e durante i giorni feriali sarà visitabile dalle ore 18 alle 23, mentre nei giorni festivi dalle 10 alle 23. L’ingresso è gratuito. Inoltre, grazie all’Associazione Amici di Villa Litta, sarà possibile organizzare visite guidate all’interno della Villa, per tutta la durata dell’evento.

lunedì 1 dicembre 2008

ASCOLI PICENO/ MISERICORDIA: BENEDETTA LA NUOVA SEDE DAVANTI ALL’OSPEDALE MAZZONI


ASCOLI PICENO – È stato il Correttore spirituale della Misericordia di Ascoli, Don Giacomo Scialanga, a benedire nei giorni scorsi la nuova sede della nota Associazione volontaristica cittadina proprio davanti all’Ospedale Mazzoni. Alla cerimonia ha preso eccezionalmente parte anche il Consigliere di presidenza della Confederazione nazionale delle Misericordie, Gualtiero Spessotto, accompagnato sia dal Coordinatore interregionale delle Misericordie di Marche, Abruzzo e Molise, Alessandro D’Amato, che dal Governatore della Misericordia di Grottammare, Alessandro Speca, che è anche membro del Consiglio direttivo di quella di Ascoli.
A fare gli onori di casa c’era la Governatrice della Misericordia di Ascoli, Elia Gabrielli, contornata dal Direttivo nella sua quasi totalità, a partire dal segretario generale della Confraternita, Ignazio Buonopane, fino ad arrivare al portavoce, Francesco Petrelli, passando per gli impareggiabili volontari, tra cui Giuseppina Morganti, Ettore Zaccaro, Vinicio Pirri, e Stefano Petrelli.Prima della cerimonia di benedizione, su convocazione della Governatrice di Ascoli, si è svolto anche un Consiglio direttivo allargato alla presenza di Spessotto e D’Amato. Tanti sono stati i temi affrontati e discussi che hanno incontrato il favore dei due dirigenti della Confederazione. In particolare Spessotto si è detto “molto contento per questa nuova sede, che nel contempo ribadisce con forza la presenza delle Misericordie su questo territorio e ne anticipa un ulteriore espansione anche sull’intero ambito regionale”. Spessotto ha sottolineato anche il suo personale apprezzamento “per i notevoli sforzi che i Volontari di Ascoli stanno apprestando per la strutturazione sempre più soida della Confraternita. Sicuramente questa nuova sede funzionalmente collocata proprio davanti al principale nosocomio della provincia di Ascoli, è prova del grande impegno che i Confratelli ascolano stanno profondendo”.

venerdì 28 novembre 2008

CASTEL DI LAMA/ LA PRIMA PIETRA DELLA PARROCCHIA DI SANTA MARIA


CASTEL DI LAMA - Domani, domenica 30 novembre 2008, alle ore 12, presso la Frazione Piattoni di Castel di Lama, si terrà la cerimonia di benedizione e posa della prima pietra del nuovo complesso parrocchiale di Santa Maria, presieduta da Sua Eccellenza il Vescovi di Ascoli Piceno, Monsignor Silvano Montevecchi. Una struttura importante che si svilupperà su 15mila mq. Il complesso oltre la Chiesa, progettata all’interno del concorso per progetti pilota indetto dalla Cei, prevede diverse strutture per l’attività catechistica, ricreativa e sportiva. In particolare l’oratorio conterrà una ludoteca, un salone della comunità con cucina, un campo di calcio a 11 ed uno a 5, una palestra polivalente, una sala cinema ed una per fare prove ed incisioni musicali. Un progetto che a maturazione comporterà una spesa di circa 5 milioni. “È da qualche anno – ha esordito il parroco della Parrocchia di Santa Maria, Don Nazzareno Gaspari - che aspettiamo questo momento! Dopo un lungo periodo, fatto di lavoro, di attese e di speranze, siamo in grado di benedire la Prima Pietra del nuovo complesso parrocchiale. La nostra Parrocchia dispone di una piccola chiesa che non è più in grado di soddisfare le esigenze di questa giovane e vivace Comunità cristiana in via di notevole espansione. Anche le strutture per le attività pastorali sono assolutamente insufficienti. Il Nuovo Centro dovrà essere in grado di soddisfare, nello spirito del servizio globale alla persona, le crescenti necessità e richieste di partecipazione nell’ambito liturgico, religioso, culturale, ricreativo e sportivo in cui attualmente si trova. La nostra Parrocchia è costituita da tante giovani famiglie con un elevato numero di bambini, ragazzi e giovani. Sono profondamente legate alla vita della Parrocchia e alle sue attività tanto che la stessa rappresenta uno dei principali centri aggregativi presenti sul territorio. E’ ormai conosciuto da tutti l’impegno, attraverso il lavoro perseverante di tanti volontari, a favore delle giovani generazioni con l’associazione Polisportiva che conta circa 300 atleti, del mondo missionario e della solidarietà con l’associazione Solequo onlus, del mondo della cultura e del rapporto interreligioso con la manifestazione internazionale Holymusic. Tutto ciò ha spinto la Diocesi e la Parrocchia a promuovere la realizzazione del Nuovo Complesso Parrocchiale nello spirito dell’Oratorio. Molto importante è stato anche il rapporto con le istituzioni locali, improntato all'insegna di una fattiva collaborazione, pur nel rispetto delle proprie specificità e competenze. E’ noto che l’area sulla quale sorgerà il Nuovo Centro Parrocchiale è stata donata dall'Amministrazione comunale di Castel di Lama, cosciente dei positivi riscontri aggregativi che la realizzazione di tale opera avrà per tutto il territorio. Il progetto che iniziamo a realizzare trova la sua origine nel Concorso Pilota indetto dalla Cei. Già nel 2001 la nostra Diocesi fu scelta insieme ad altre due in tutta Italia, per la realizzazione di un’opera esemplare nell’ambito della Nuova edilizia di culto. La stessa Conferenza episcopale incaricò sette architetti, sull’intero territorio nazionale, ai quali affidare la progettazione. Lo scorso giugno 2007, la Commissione giudicatrice ha individuato nel lavoro dell’architetto Contini, quello più meritevole di segnalazione riscontrando in esso “capacità di dialogare efficacemente con il contesto urbano; collocazione e orientamento del Complesso ideali rispetto all’inquadramento territoriale fornito; razionale e funzionale articolazione degli spazi interni ed esterni; sul piano delle opere d’arte, importante risulta la resa linguistica dell’opera di Giuliano Giuliani che permette di esplicitare il dettaglio del messaggio catechetico”. Dopo un accurato lavoro di revisione, si è giunti all’ultima e definitiva versione, quella che oggi inziamo a costruire, che acquisisce la credibilità e l'autorevolezza indiscutibile conferitagli dalla Chiesa Cattolica Italiana”. “Un particolare ringraziamento – conclude Don Nazzareno - lo rivolgo al Vescovo Monsignor Montevecchi che ha sempre creduto in questo progetto e ci ha sempre stimolati senza mai ostacolare l’entusiasmo dell’intera comunità. Ringrazio poi il Sindaco che insieme all’Amministrazione Comunale è stata sempre attenta alle esigenze di questa Comunità Parrocchiale. Un ringraziamento poi è rivolto ai tecnici, ai collaboratori e consulenti che hanno redatto questo progetto: l’architetto progettista Contini di Parma, l’ingegner Giustino Di Emidio e tutti i suoi collaboratori per le strutture e impianti, don Mario Cataldi per l’esperta consulenza liturgica, l’artista Giuliano Giuliani incaricato della realizzazione delle opere d’arte. Vorrei poi dire un grande grazie a tutti i parrocchiani. E’ per loro e con loro che realizziamo quest’opera. Grazie perché in questi anni abbiamo sempre insieme creduto che sarebbe arrivato il tanto atteso giorno della Prima Pietra”. Alla cerimonia saranno presenti anche il Direttore Nazionale Beni Culturali, Monsignor Stefano Russo, l’architetto Contini, il Sindaco, la Giunta ed il Consiglio Comunale di Castel di Lama, il Sindaco di Ascoli, il Presidente della Provincia di Ascoli ed il Vicepresidente del Consiglio provinciale, il Responsabile della Protezione Civile di Ascoli, i Consiglieri regionali e provinciali della provincia, il Presidente e Vice ed il Direttore della filiale locale di Castel di Lama della Carisap, il Comandante della locale Stazione dei Carabinieri, il Presidente provinciale del Coni, il Presidente provinciale della Figc, il Presidente e Vice dell’Ente Fiera di Castel di Lama, il Presidente della Pro Loco di Castel di Lama, il Presidente della Croce Rossa Italiana di Castel di Lama, il Presidente delle Società Sportive del territorio il Coordinatore del Settore Giovanile dell’Ascoli Calcio ed i Dirigenti Scuola Media “E. Mattei”.

martedì 25 novembre 2008

PICCOLE E MEDIE IMPRESE/ PMIFERMO SI PRESENTA


FERMO - Sabato 29 novembre 2008, alle ore 11, presso il Caffè Letteraio in Piazza del Popolo a Fermo, si terrà la conferenza stampa per presentare la neonata PmiFermo, delegazione provinciale di PmItalia, associazione nazionale delle piccole e medie imprese.Saranno presenti, insieme al presidente provinciale di PmiFermo, l’imprenditore Davide Longo, i vertici regionali, il presidente, l’imprenditore Domenico Fratoni, il direttore, Andrea Calvaresi, il segretario organizzativo, Francesco Petrelli, e quelli provinciali, il direttore, Manolo Valori.

ACQUAVIVA PICENA/ PASSERINA S. FRANCESCO PREMIATA DAL GAMBERO ROSSO


ACQUAVIVA PICENA – Ancora un riconoscimento importante per uno delle migliori aziende agrivitivinicole del Piceno, la San Francesco di Acquaviva Picena. Ad attestare il merito all’Azienda della Famiglia Cherri stavolta è il Gambero Rosso che riconosce all’Offida Passerina Radiosa 2007 il premio Premio qualità/prezzo dell’Almanacco del Bere 2009.“La Radiosa – ha illustrato Paolo Cherri, responsabile di produzione della San Francesco – è una doc di un vitigno passerina in purezza. Il tipo di terreno ove è coltivata è argilloso compatto e ricco di micro-elementi. Il sistema di allevamento è quello del cordone speronato in una densità d’impianto di 4000 piante per ettaro. L’epoca della vendemmia sono i primi di ottobre e la tecnologia di produzione è la macerazione prefermentativa a freddo di 48 ore, la pressatura soffice delle uve, la fermentazione alcolica a temperatura controllata, e successiva maturazione in vasche d’acciaio per alcuni mesi. Il colore è giallo paglierino, dotato di leggeri riflessi verdi ed ha un’intensità aromatica tipica del vitigno, avvolgente, con sfumature di frutta gialla, equilibrato e buona persistenza. Al palato sono evidenti le sensazioni di frutta matura, accompagnate da una vivace acidità e giusto equilibrio. Gli abbinamenti gastronomici sono quelli di tutta la cucina marinara, ma ben si adatta anche con primi piatti e carni bianche. La temperatura di servizio: circa 10-12°c ed il tipo di bicchiere è quello a tulipano. Infine l’invecchiamento potenziale va dai 2 ai 4 anni dalla produzione”.

mercoledì 19 novembre 2008

FERMO/ LONGO, PMIMARCHE: DA SPACCA SOLO MISSIONI PROPAGANDISTICHE

FERMO – “Con il portafoglio ordini che s’assottiglia di giorno in giorno, le commesse posticIpate a tempi migliori, l’instabilità delle materie prime, le banche sempre più care ed avare, i consumi completamente fermi ed i mercati esteri minati, la Regione Marche che fa? Organizza missioni all’estero! Trasferimenti in Russia e Cina che, con un enfasi assolutamente inadeguata, propongono opportunità generalmente non corrispondenti all’impegno organizzativo ed economico della stragrande maggioranza delle nostre imprese”. Lo afferma Davide Longo, presidente di PmiFermo, associazione piccole e medie imprese del Fermano, che discende dal soggetto regionale PmiMarche e da quello nazionale PmItalia. “Assolutamente condivisibile – aggiunge Longo – è stato nei giorni scorsi l’intervento del presidente di Confindustria Macerata, Ercoli, che ha criticato la politica superficiale e confusa del governatore Gian Mario Spacca. Il piccolo e medio imprenditore marchigiano , anche in momenti difficili come questi, mai e poi mai getterà la spugna, però la Regione non può più esimersi nel concentrare energie e risorse su interventi di maggiore utilità per le nostre imprese, evitando soprattutto quelle inutili missioni all'estero che null’altro sono che mere azioni propagandistiche. Ci si concentri piuttosto in iniziative realmente rivolte al rilancio ed alla valorizzazione del nostro territorio”.

martedì 18 novembre 2008

PICENO/ L’OLIO FRATONI PREMIATO DA GIOVANNI RANA IN RASSEGNA NAZIONALE


ASCOLI PICENO – Grande successo dell'olio ascolano del Frantoio Fratoni alla ormai celebre rassegna nazionale degli oli extravergini d’Italia organizzata dal Club 41 a Verona nei giorni scorsi. Alla inflessibile giuria, presieduta da una personalità di livello mondiale nel campo dell’enogastronomia “Made in Italy”, l’industriale veneto Giovanni Rana, notissimo per i suoi tortellini, sono arrivati gli extravergine di ogni parte d’Italia, aventi però, come condizione senza la quale non era possibile essere iscritti al prestigioso concorso, delle caratteristiche uniche e particolari sotto il profilo organolettico oltre che di degustazione. Talmente era ricca la varietà di oli ammessi a partecipare che scegliere, anche per una giuria altamente qualificata come quella guidata da Rana, non è stato assolutamente facile. Alla fine però, sebbene, il primo posto assoluto è andato all'olio “grignolino” del Frantoio Salvagno di Nevente, la menzione d’onore, che equivale ben più che ad un secondo posto, trattandosi praticamente di un ex aequo, se l’è aggiudicata l'olio "piceno" del Frantoio Fratoni di Ascoli Piceno, magistralmente condotto ancora oggi dal capofamiglia Emidio con i figli Domenico e Giovacchino.
Al termine della cerimonia di premiazione c'è stata una luculliana degustazione delle principali tipicità locali alla quale hanno partecipato oltre alle decine di espositori oltre duecento esponenti del Club nazionale, delegazioni francesi, tedesche, austriache e svizzere ed importanti autorità tra cui amministratori e sindaci del territorio. Tutto il cui ricavato della manifestazione, per scelta del presidente nazionale del Club 41, l’ascolano Diego Giacoboni, è stato devoluto per la costruzione di una scuola in una missione africana.A premiare Domenico Fratoni è stato Rana in persona (nella foto) che ha avuto sincere ed entusiaste parole di apprezzamento ed elogio per la bontà del nostro olio del Piceno. L’industriale è talmente rimasto affascinato che ha promesso a Fratoni che come gli sarà possibile si recherà a far visita ad Ascoli Piceno ed anche al suo frantoio. La riuscitissima manifestazione, organizzata da uno dei maggiori esponenti del Club 41 Italia, Pietro Zambonin, ha visto la presenza di tutto il Board Nazionale dell’Associazione, oltre al presidente internazionale, Randolph Riedglinger, la presidente nazionale delle Ladies Circle Italia, Elena Benigni, ed il responsabile grandi eventi della Round Table Italia, Paolo Tonini. Per il Club 41 di Ascoli, a presentare ed accompagnare Fratoni alla rassegna, c’erano il presidente, l’ingegner Paolo Nespeca, ed il vice, il medico Fabio Petroni, che si sono detti assolutamente soddisfatti per il risultato portato a casa vista l’altissima concorrenza presente. In preparazione alla manifestazione l’ingegner Nespeca aveva addirittura organizzato anche una serata di degustazione per poi meglio apprezzare i grandi oli che a Veroni sarebbero stati presentati.

lunedì 17 novembre 2008

ASCOLI P./ TAG METAL, UNA PMI CHE SI FA LARGO IN MEZZO ALLA CRISI


ASCOLI – Nonostante Confindustria proprio in questi giorni ha rivisto nuovamente al ribasso le stime di crescita per l'Italia nel 2008 con un calo dello 0,4% del pil ed ancor peggio andrà il 2009 che segnerà un -1%, le piccole e medie imprese italiane, e nello specifico ascolane, non rinunciano però a segnare il passo e davanti alla non certo incoraggiante prospettiva di crisi anziché tirare i remi in barca rilanciano. È il caso della Tag Metal una importante piccola impresa del Piceno che ha inaugurato il suo nuovo sito produttivo in Zona industriale Campolungo. Si tratta di uno capannone industriale di oltre 1600 metri quadrati all’interno del quale i due titolari della società, Gaspare Tacconi e Donato Galiè (nella foto rispettivamente da sinistra), hanno concentrato gli ultimi ritrovati della tecnica per quel che concerne la lavorazione di lamiere in acciaio inox, ferro ed alluminio nonché dei principali metalli sul commercio. L’inaugurazione ha rappresentato un grande momento di partecipazione che ha visto la presenza di almeno 500 persone tra clienti, fornitori, colleghi, amici, parenti ed una nutrita rappresentanza di autorità, a partire dall’ex Sottosegretario di Stato del passato Governo Prodi all’attuale presidente della Provincia, Massimo Rossi, passando per la vicepresidente del Consiglio provinciale di Ascoli Piceno, Cinzia Peroni (che è anche la fidanzata di Tacconi uno dei due soci della Tag Metal), il sindaco di Castel di Lama, Patrizia Rossini, il presidente del Piceno Consind, Domenico Re, il direttore generale di PmiMarche, Andrea Calvaresi, il sindaco di Folignano, Pasquale Allevi, unitamente al suo assessore Angelo Casella, nonché il parroco di Villa Sant’Antonio, Don Giacomo Scialanga. Ad aprire l’inaugurazione Tacconi e Galiè hanno voluto che si celebrasse una Santa Messa glorificata da Don Erminio Piunti assistito da Don Nazzareno Gaspari. Nell’omelia il religioso nell’augurare tutto il bene possibile ai due imprenditori ha voluto sottolineare anche l’importanza del loro ruolo in ambito sociale raccomandandosi che nella loro attività siano sempre anteposti gli interessi più altri a quelli meramente di profitto perché tutto ciò che realizziamo in questa vita non è altro che merito dei talenti che il Signore ci ha voluto concedere.

domenica 16 novembre 2008

ASCOLI P./ PRIMARIE DEL PD, SONDAGGIO ON-LINE SU PRESSOFF.INFO

ASCOLI PICENO – Da oggi, domenica 16 novembre 2008, su PressOff.info, http://www.pressoff.info/, è on-line il sondaggio per esprimere la propria preferenza sui tre candidati del Partito Democratico di Ascoli Piceno per le prossime elezioni comunali. I tre nomi in lizza sono quelli di Giuseppe Brandimarti, Antonio Canzian ed Emilio Pignoloni. Chiunque potrà esprimere il proprio parere fino alla mezza notte di sabato 29 novembre, ovvero il giorno prima che si apriranno i seggi delle primarie ascolane. Quello su PressOff i tratta di un sondaggio puramente d’opinione assolutamente anonimo al quale tutti, anche coloro che non vorranno tesserarsi al Pd, come previsto dal regolamento delle primarie del partito, potranno esprimere la propria preferenza. I risultati definitivi saranno resi noti a mezzo comunicato stampa ma l’evoluzione del sondaggio è consultabile in ogni istante sul web. Buone votazioni a tutti!

martedì 11 novembre 2008

ASCOLI P./ BREVETTI ESTERI ALLA SEZIONE PARACADUTISTI SAN MARCO


ASCOLI PICENO - I paracadutisti della sezione San Marco di Ascoli Piceno, guidati dal presidente nonché istruttore di paracadutismo Salvatore Antonio Organtini, unitamente agli altri istruttori Tiziano Amatucci, Cristian Liberati e Liborio Priori, hanno conseguito i brevetto di paracadutismo Americano, Croato ed Airborne Europen Paratroopers Association. Gli ascolani hanno effettuato i lanci da un aereo Pilatus Porter nell’aviosuperficie del Fermano insieme con altri paracadutisti italiani provenienti dalle Sezioni Anpd’i di Ancona, Roma, Firenze, Perugia e da paracadutisti esteri giunti dagli Stati Uniti, Canada, Portogallo, Irlanda, Germania, Inghilterra e Croazia. I lanci sotto controllo militare Americano e Croato sono stati effettuati da una quota di 500 metri con la tecnica della fune di vincolo. I paracadute usati erano quelli in dotazione dell’Esercito Americano e Croato denominati “Set 10 Strong”. I direttori di lancio, giunti dagli Stati Uniti e dalla Croazia insieme al Direttore d’esercitazione dell’aviosuperfice del Fermano, hanno fatto a tutti i partecipanti un briefing prima del lancio evidenziando le procedure d’emergenza e le varie tecniche militari dei rispettivi paesi. I paracadutisti stranieri sono stati esaminati prima del lancio dagli istruttori della Sezione San Marco e delle Sezioni di Ancona e Fermo. Le operazioni di imbraco paracadute, imbarco in aereo, comportamento dentro lo stesso, uscita, comportamento in volo, in atterraggio e recupero materiale con rientro in hangar sono state fotografate e filmate con telecamere poste a terra, dentro l’aereo e sotto l’ala. Gli assistenti a terra hanno dato notevole risalto alla preparazione dei quattro paracadutisti ascolani per l’eccelsa preparazione dimostrata. Alle ore 18 davanti a tutti gli intervenuti sono stati consegnati i diplomi di Paracadutista militare Americano firmato dal Cpt Lg Josielyn Carrasquillo comandante della 101esima divisione Paracadutisti Airborne di istanza in Germania, dal comandante dei Paracadutisti Croati Aff-I Tan-I Coach Sasa Manojlovic, mentre per l’European Parachutist dal generale Paul Murray e venivano ulteriormente appuntati sulle divise le ali luccicanti dei brevetti, mentre per i paracadutisti stranieri venivano consegnati i brevetti italiani del 1° Mar. Lgt. Renzo Di Bert. Si è chiusa così la bellissima giornata presso il ristorante dell’aviosuperfice del Fermano al grido di “Folgore”. La Sezione paracadutisti ascolana “San Marco” vanta di essere una delle Sezioni più attive del centro Italia con oltre 600 lanci annuali, svolge regolarmente ogni anno 4 corsi di paracadutismo sotto controllo militare con la tecnica della fune di vincolo da una quota di 500 metri. Dopo aver conseguito il brevetto, parte dei paracadutisti vengono impiegati presso la Brigata Paracadutisti Folgore o presso altre strutture militari e civili. Si effettuano anche corsi con la tecnica della caduta libera ad alta quota da 4500 metri con apertura del paracadute a 1300 metri. Si organizzano lanci in tandem dove tutti possono provare l’ebbrezza della caduta libera. La Sezione Paracadutisti San Marco è aperta tutti i giorni feriali dalle ore 20,30 alle 22 in Corso Vittorio Emanuele 58 ad Ascoli o è comunque contattabile telefonicamente il presidente Organtini Salvatore al numero 3395718503.

martedì 4 novembre 2008

ASCOLI PICENO/ IL CLUB 41 IMPARA A RICONOSCERE L'EXTRA VERGINE DI OLIVA


ASCOLI PICENO – Bisogna imparare a riconoscere l’olio, per poter scegliere meglio. E’ stata unanime, la considerazione dei membri dell’esclusivo Club 41 di Ascoli Piceno, riuniti nell’ormai tradizionale appuntamento annuale presso il celebre frantoio di Emidio, Domenico e Giovacchino Fratoni. Relatore della serata è stato Tiziano Aleandri, delegato provinciale dell’Olea, l’Organizzazione Laboratori Esperti Assaggiatori nonché presidente dell’associazione Produttori Olivicoli, che ha guidato una degustazione con analisi sensoriale su vari tipi d’olio, invitando i presenti ad evidenziare note sulla percezione suscitata da ciascun tipo. Negli anni precedenti l’appuntamento ha visto nel ruolo di Aleandri personaggi del calibro dei professori Carlo Cambi, docente universitario e giornalista nonché inventore de “Il Gambero Rozzo”, la guida gastronomica più venduta in Italia, il medico di fama internazionale, già primario di pediatria al Salesi di Ancona, Giuseppe Caramia e il professor Leonardo Seghetti, tra i maggiori esperti d’olio del territorio e tra i padri della prima dop d’Italia sull’oliva, quella di Loreto Aprutino. Alla serata erano presenti, tra gli altri, il presidente del Club 41, Paolo Nespeca, il past president Giampietro Cesari, il presidente nazionale Diego Giacoboni, il segretario nazionale Borzacchini, il segretario Alessandro Michelangeli Prosperi, il vicepresidente Fabio Petroni, l’iro Maurizio Franchi, i consiglieri Nerio Castellano, Walter Gabellieri e Sergio Moretti, oltre a tutti gli altri a partire dall’ultimo arrivato Domenico Vannicola fino a Gianfranco Sistelli. C’era poi anche il past presidente della Round Table di Ascoli, oggi Consigliere di zona della stessa associazione nazionale, Francesco Petrelli, i titolari dell’hotel Gioli, e giovani ed emergenti imprenditori come Luca Vallorani e Faustino Minervini. Intanto, fervono i preparativi per l’Ascoli Maial Fest 2009, la festa delle tradizioni contadine e del porcello si svilupperà dal 16 al 18 gennaio 2009

PICENO/ COCCIA: “NO AGLI ACCORDI PER SPARTIRSI POLTRONE E STIPENDI”

di SANTE COCCIA*
ASCOLI PICENO - Leggendo i giornali nei giorni scorsi apprendo finalmente di essere in sintonia con il mio coordinatore provinciale, l'avvocato Vittorio Santori. La scelta dei candidati per le Amministrative è un compito che spetta al comitato provinciale del Pdl in via di costituzione. Non tutti, infatti, sanno fare politica, purtroppo però in tanti si credono di valere quanto Silvio Berlusconi. La politica di molti di questi è solo quella finalizzata ad occupare le poltrone e garantirsi un lauto stipendio, come hanno dimostrato addirittura sottoscrivendo un accordo sulla definizione di ruoli ed incarichi istituzionali. Sinceramente mi sento rinfrancato e mi compiaccio dell’intervento e della posizione presa del coordinatore Santori. Una posizione che attendevo con ansia, ma è sempre meglio tardi che mai. Ora mia attendo che in Forza Italia e comunque nel Pdl si dia maggior spazio ai cattolici popolari, come invocato anche dal Pontefice. Non è ammissibile che l'elettorato cristiano moderato, che non si è mai spostato a sinistra pur di occupare poltrone e gestire potere, non trovi spazio in un grande partito popolare come il Pdl, che tanto ricorda la vecchia cara Democrazia Cristiana. Ho fatto sempre politica perché credo in essa e nella sua possibilità di incidere positivamente nella società, ho messo sempre con umiltà e senso del dovere, le mie capacità a servizio degli interessi della parte politica in cui milito e sono onorato che personalità di alto livello nazionale, come il Ministro democristiano per l’attuazione del programma del Governo Berlusconi, l’onorevole Gianfranco Rotondi, si avveda di me e del lavoro che ho svolto all’interno di Forza Italia. Confido sinceramente che il Coordinatore provinciale, Vittorio Santori, possa trovare gli equilibri giusti per ottenere il risultato che tutti ci attendiamo, la vittoria in Provincia ed al Comune di Ascoli Piceno.
*Coordinatore Comunale a Castorano di Forza Italia

lunedì 3 novembre 2008

SCUOLA/ VENERDI' SI PRESENTA LA NUOVA ASSOCIAZIOEN NAZIONALE DI DOCENTI

ASCOLI PICENO - Venerdì 7 novembre 2008, alle ore 16, presso Assoscuola in Corso Vittorio Emanuele 21 (al terzo piano del palazzo ove ha sede l’Ascoli Calcio) ad Ascoli Piceno, si terrà la conferenza stampa per presentare la neonata Associazione nazionale di docenti della scuola Pubblica Statale di ogni ordine e grado, del personale Tecnico amministrativo e delle Cooperative operanti nel settore.
Saranno presenti, insieme alla responsabile dell’Associazione, Laura Pallotta, i rappresentanti delle diverse tipologie di associati.I signori giornalisti sono invitati a partecipare.

ASCOLI PICENO/ IN TRE SUL PODIO A SAN MARINO PER IL JUDO CENTO TORRI


ASCOLI – Ancora un successo per gli atleti del Judo Cento Torri Ascoli Piceno. Questa volta ad affermarsi sono in tre e lo fanno al prestigioso 7° Trofeo internazionale di judo della Repubblica di San Marino. La cadetta Lucia Damiani vince l’Oro nella categoria fino a 57 kg con tre incontri vinti per ippon. Marta Damiani la sorella non va oltre il 2° posto con un argento nella categoria fino a 78 kg nella classe Seniores. Daniele Ortenzi nella categoria dei 73 kg Juniores guadagna un meritatissimo Bronzo vincendo il primo incontro, perdendo il secondo per una leggerezza dovuta ad inesperienza, ma vincendo tutti i recuperi e battendo per ippon nella finalina del 3° posto il pur forte ed esperto judoka che gli si opponeva. Questi risultati fanno ben sperare per il futuro. Unico rammarico della Dirigenza e degli atleti dell’Associazione è l’impossibilità di poter aumentare le sedute settimanali di allenamento necessarie per migliorare le prestazioni che nelle fasce d’età superiore necessitano di un lavoro programmato più intenso e continuo con un minimo di 5 sedute settimanali, quando invece con gli spazi ed i tempi che si hanno ora a disposizione non è possibile farne più di tre.

martedì 28 ottobre 2008

CASTORANO/ COCCIA, FI: GRAZIE SINDACO PEZZA


di Sante Coccia (nella foto con Antonio Ricciotti a sinistra)*

CASTORANO - Devo fare i complimenti al sindaco Pezza ed alla sua Amministrazione per la ristrutturazione di piazza Roma. Questa piazza è un bel biglietto da visita per i turisti. Il mio partito non ha consiglieri comunali e quindi sarò io direttamente a fare al Sindaco una proposta: mettere il disco orario su tutta piazza Roma di trenta minuti. In questa piazza ci sono attività commerciali, il cittadino può parcheggiare la propria auto sia per prendere il caffè, sia per fare la spesa in macelleria, in farmacia, al genere alimentari o effettuare una spedizione all'ufficio postale. Non è giusto che i dipendenti comunali parcheggiano in piazza dalle ore otto del mattino fino alle ore quattordici occupando il posto che va a discapito delle attività commerciali, quanto invece il parcheggio pubblico è a pochi metri dal Comune e nei giorni festivi c'è il divieto di stosta su tutta la piazza. E' molto bello il nuovo monumento dei caduti situato in via P. C. Orazi, proprio vicino al Comune ed è anche altrettanto comoda la nuova tribunetta costruita all'interna della palestra comunale. Caro Sindaco, Forza Italia non ti ha mai ostacolato, ha cercato sempre una buona collaborazione, mi complimento con Te che hai sempre dimostrato la Tua disponibilità, non guardando mai al colore politico e per questo te ne dò merito perchè il Sindaco una volta eletto è il sindaco di tutti i cittadini. Ti ringrazio di nuovo e spero che Tu prendi atto della mia proposta per il benessere di tutta la collettività.

* Coordinatore comunale di Forza Italia nel Comune di Castorano

JUDO/ PANICCIA' E DE BERARDINIS TRA GLI AZZURRI A PARIGI PER LA COPPA DEL MONDO I PROSSIMI 22 E 23 NOVEMBRE

ASCOLI PICENO - Sette le coppie selezionate che rappresenteranno l’Italia per la Prima Coppa del Mondo di Kata di Judo che si terà a Parigi il prossimo 22 e 23 Novembre 2008. Tra queste, per la prova del Kime no kata, c’è l’affiatato duo ascolano composto da Giuseppe de Berardinis e Roberto Paniccià del Judo Cento Torri Ascoli Piceno, per la sesta volta in Azzurro. Per il Nage no kata, Alberto e Nicola Grandi del Friuli Venezia Giulia, due le coppie per il katame no kata, Elio Paparello e Nicola Ripandelli del Lazio, Stefano Proietti e Stefano Di Lello dell’Umbria, due per il Ju no kata, Ubaldo Volpi e Maurizio Calderini ancora del Lazio ed Ilaria Sozzi e Marta Frittoli della Lombardia, una, infine, per il Kodokan goshin jitsu, Daniele Mainenti ed Andrea Faccioli del Veneto. Il Capodelegazione sarà il Maestro Stefano Stefanel e ci saranno anche due arbitri internazionali, Giovanni Strazzeri della Sicilia e Gian Piero Gobbi della Lombardia.

ASCOLI PICENO/ SEMINARIO SU SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO DI PMI MARCHE


ASCOLI PICENO – Il Testo Unico in materia di salute e sicurezza, nonché la novità critica e soluzioni del D.Lgs 81/08, il prossimo giovedì 6 Novembre sarà l’occasione di un seminario a partecipazione gratuita presso la Sala Docens del Consorzio Universitario Piceno in Via XX Settembre ad Ascoli Piceno. A promuoverlo ed organizzarlo sono Pmi Marche, associazione piccole e medie imprese delle Marche e la società Omega II. Il programma prevede l’inizio del seminario alle ore 9 con l’iscrizione partecipanti. Seguiranno i saluti del dottor Andrea Calvaresi, direttore regionale di Pmi Marche. Dopo i slauti la parola passerà per l’introduzione a Giuseppe Annibballi dell’Omega II. Ad entrare nel vivo della trattazione con la relazione su “Testo Unico struttura e sostanziali novità” sarà Luca De Marco, sarà quindi la volta della dottoressa Graziella Poncipé con “Vantaggi economici”. Dopo il coffé break si approfondirà “La formazione: Strumento per il miglioramento della sicurezza all’interno dell’azienda” con l’ingegner Paolo Filiali, poi saranno affrontati gli “Aspetti penali e amministrativi del nuovo T.U.” dal dottor Pierluigi Petritola, quindi spazio alle discussioni ed interventi dei partecipanti. La chiusura dei lavori è prevista per le ore 12 ed a tutti gli intervenuti sarà rilasciato l’attestato di partecipazione al seminario. Informazioni e prenotazioni presso la Direzione Regionale di Pmi Marche in Frazione Villa S. Antonio c/o Cit ad Ascoli Piceno, telefono e fax 0736813284, mobile 3291097391 e 3881484582, www.pmimarche.org e mail pmimarche@email.it.

domenica 26 ottobre 2008

ASCOLI PICENO/ DE BERARDINIS E' L'UNICO MAESTRO DI JUDO IN CITTA'


ASCOLI PICENO - Ancora un riconoscimento per il Judo Cento Torri Ascoli Piceno.
Il dottor Giuseppe de Berardinis (nella foto), azzurro di judo ed insegnante tecnico del noto Club ascolano acquisisce la qualifica a Maestro superando l’esame finale del LXIV° Corso nazionale maestro tenuto presso il Centro olimpico federale di Ostia dal 15 al 20 Settembre 2008. A darne comunicazione ufficiale è la nota della Federazione pervenuta lo scorso 21 ottobre. Nella Provincia di Ascoli Piceno allo stato attuale dei tesseramenti Fijlkam ha la qualifica di Maestro per il 2009 nel judo oltre a Giuseppe de Berardinis solo Franco Aloia del Judo Club Kodokan di S. Benedetto del Tronto. Per il karatè la qualifica è a solo appannaggio di Costantino Brandozzi ed Enzo Lori del Karatè Club Ascoli Piceno e Graziano Ciotti del Karate Wadokai di Offida. La Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali è una Federazione Sportiva Nazionale riconosciuta dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano. Gli sport controllati dalla Fijlkam sono sport praticati a livello dilettantistico, in armonia con le direttive e gli indirizzi delle rispettive Federazioni Internazionali e delle deliberazioni ed indirizzi dell’organizzare, disciplinare e diffondere gli sport ad essa affiliati. La Fijlkam oltre ad occuparsi di formare e preparare le squadre nazionali per la partecipazione alle principali Competizioni Internazionali prima fra tutte le Olimpiadi (Judo e Lotta), ha sempre curato la crescita, la formazione e l’aggiornamento degli Insegnanti Tecnici, degli Ufficiali di gara e dei Dirigenti, di tutti i suoi settori con stage, seminari e corsi di qualificazione che organizza direttamente. Anche la Scuola dello Sport del Coni, con sede nel Centro di Preparazione Olimpica dell’Acqua Acetosa sviluppa attività e competenze nel campo della formazione per le diverse tipologie di operatori del mondo dello sport con corsi di formazione, aggiornamento e specializzazione in stretto rapporto di collaborazione con le Federazioni Sportive Nazionali, le Discipline Associate e varie Istituzioni ed Università a livello Nazionale ed Internazionale. Al Corso Nazionale per Maestri si può accedere solo dopo aver superato il 40° ano di età, avere il grado minimo di 4°dan ed essere in possesso ella qualifica di Istruttore da almeno quattro anni. I Corsi Nazionali sono di solito riservati a non più di 25 corsisiti per ognuna delle singole specialità, la selezione avviene in base ai meriti, risultati sportivi, incarichi acquisiti negli anni. La qualifica di Maestro rappresenta il gradino più elevato che un insegnante tecnico possa acquisire per corso ed esame a livello Federale.

giovedì 16 ottobre 2008

SAN BENEDETTO DEL TRONTO/ UN MARITOZZO AL CIOCCOLATO DI 200 METRI


SAN BENEDETTO DEL TRONTO - Nei giorni scorsi a San Benedetto del Tronto, in occasione della festa del patrono, hanno avuto luogo in pieno centro storico una serie di manifestazioni di carattere gastronomico. Tra queste ha riscosso particolare successo quella realizzata dall’Apa, l’Associazione panificatori artigiani di Ascoli Piceno presieduti dal campione del Mondo di panificazione, Settimio Tassotti. Tassotti insieme ai suoi più stretti collaboratori ha realizzato una carrellata di prodotti di panificazione tra cui un maritozzo farcito di cioccolato lungo ben 200 mETRI. Di grande rilievo anche l’iniziativa degli chef della Federazione Italiana Cuochi di Ascoli Piceno, presieduta da Alessandro D’Addazio, che oltre a realizzare prodotti gastronomici hanno compiuto una serie di lavori artistici tra cui delle magnifiche sculture di ghiaccio, decorazioni di cioccolato, zucchero e verdure, in cui maestri di grande levatura come Leo Mecozzi, Mauro Michetti e Federica Giorgi hanno dato vita ampiamente al loro talento eseguendo delle vere e proprie opere d’arte. Inoltre siccome lo scorso 13 ottobre ricorreva anche la festa del cuoco con il suo patrono, San Francesco Caracciolo, per l’occasione tutte le delegazioni provinciali della Federcuochi della regione Marche ha presentato un piatto, poi venduto al pubblico ed il ricavato devoluto in beneficenza alla Lega del Filo d’Oro.

mercoledì 15 ottobre 2008

ASCOLI PICENO/ IL CLUB 41 A LEZIONE DI EXTRA VERGINE DI OLIVA

ASCOLI PICENO – Questo venerdì 17 ottobre 2008 al Club 41 di Ascoli Piceno va di scena l’olio extra vergine d’oliva. Anche quest’anno i membri del noto club ascolano presieduto da Paolo Nespeca (nella foto), noto ingegnere ed imprenditore edile di Offida, hanno organizzato la tradizionale serata presso il celebre frantoio della Famiglia Fratoni (Domenico, Giovacchino e papà Emidio) in frazione Brecciarolo. Relatore della serata che prenderà il via alle ore 19.30, è Tiziano Aleandri, delegato provinciale dell’Olea, l’Organizzazione Laboratori Esperti Assaggiatori, presidente dell’Aprol, Associazione Produttori Olivicoli, nonché affermato imprenditore agricolo e ristoratore anche lui offidano come il presidente Nespeca. Aleandri guiderà anche una degustazione con analisi sensoriale su vati tipi d’olio. Negli anni passati nel ruolo di Aleandri si sono succeduti sempre illustri personaggi del calibro dei professori Carlo Cambi (docente universitario e giornalista nonché l’inventore della guida gastronomica più venduta in Italia, Il Gambero Rozzo), Caramia (illustre medico di fama internazionale, già primario di pediatria al Salesi di Ancona) e Leonardo Seghetti (docente, tra i maggiori esperti d’olio del nostro territorio e tra i padri della prima dop d’Italia sull’oliva, quella di Loreto Aprutino). Alla serata sono attesi tutti i vertici del noto Club piceno, dal past president, il commerciante Giampietro Cesari, il presidente nazionale Diego Giacoboni, il segretario nazionale Valerio Borzacchini, il consigliere Paolo Santaniello, il vicepresidente Fabio Petroni, il segretario Alessandro Michelangeli Prosperi, il tesoriere Domenico Fratoni, l’iro Maurizio Franchi, i consiglieri Nerio Castellano, Pasqualino Del Bello, Lello Di Sabatino, Walter Gibellieri, Sergio Moretti e Mario Villi, oltre a tutti gli altri Tabler a partire dall’ultimo arrivato Domenico Vannicola e proseguendo con i vari Gianluca Gregori, Fioravante Di Sabatino, Massimo Mancini, Guido Mariani, Enrico Pellegrino, Pierluigi Pienotti, Raffaele Pomella, Ermanno Ruffini, Gianfranco Sistelli ed Alessandro Tassoni. Invito formale a partecipare a questo primo appuntamento del nuovo corso del Club 41 è stato rivolto anche ai soci della Round Table 27, presieduta dal sempre più emergente imprenditore, Gianluca Tondi.

giovedì 2 ottobre 2008

ASCOLI PICENO/ JUDO: LA DAMIANI ARGENTO ALL'INTERNAZIONALE DI FORLI'

ASCOLI PICENO - Ancora una medaglia per il Judo Cento Torri di Ascoli Piceno. Marta Damiani, vince la Medaglia d’Argento al prestigioso 12° Trofeo Internazionale di judo “Citta’ Di Forlì”. La nostra brava atleta questa volta cambia categoria di peso non più over 78 kg ma fino a 78 kg e va a medaglia, non agguanta il 1° posto solo per un soffio (koka). Non dimentichiamo che già nel 2003 e 2004 aveva conquistato il Bronzo negli over alle due finali del Campionato Italiano Juniores. Impegnata con gli studi universitari prima ad Ascoli poi a Ravenna, ha dovuto e deve gestire i due impegni con alti e bassi nonché con grossi sacrifici. Vista la sua bravura ed anche la sua giovane età, però, ci auguriamo di vederla sempre di più sul podio anche nella nuova categoria di peso.

CONDOGLIANZE A MARCELLO IEZZI

PressOff.info esprime al caro amico e collega Marcello Iezzi le più sentite condoglianze per la perdita dell'amata madre. La signora Elva Fabioneri è scomparsa nella mattinata di giovedì 2 ottobre all'età di 80 anni. I funerali si terranno alle ore 16.00 di venerdì 3 ottobre presso la Basilica di San Benedetto Martire.

mercoledì 1 ottobre 2008

APPIGNANO DEL T./ DOMANI ARRIVA IL FILOSOFO ANDREA TABARRONI


APPIGNANO DEL TRONTO – Domani sabato 4 ottobre in Appignano del Tronto si svolgerà dalle ore 16 la presentazione del volume, a cura del professor Domenico Priori, degli atti del IV Convegno Internazionale su Francesco d'Appignano, svoltosi lo scorso anno. Ad illustrare il volume è stato chiamato il professor Andrea Tabarroni (nella foto), preside della Facoltà di Filosofia dell'Università di Udine. Ai partecipanti sarà offerto dall'Amministrazione Comunale di Appignano e dal Centro Studi Francesco d'Appignano una copia in omaggio del volume. Il pomeriggio appignanese proseguirà con un interessante convegno sulla Storia della Medicina. La professoressa Romana Martorelli, dell'Università di Urbino parlerà del: Nascere nel Medioevo. Dal concepimento al parto. A seguire la professoressa Chiara Crisciani, dell'Università di Pavia: La medicina medievale e le promesse di lunga vita. Più vicino ai nostri tempi, secolo XIX, l'intervento del dottor Ermanno Ruffini, pediatra presso l'ospedale di Ascoli, che illustrerà la figura di uno dei pionieri della medicina sociale italiana, l'appignanese Ruggero Marchei.

lunedì 29 settembre 2008

BASKET/ L'ASCOLI IN C2 INIZIA BENE COL FABRIANO


ASCOLI PICENO – Inizia con un bel successo per 81 a 68 sull'agguerrita Spider Fabriano il massimo Campionato regionale maschile dell'Ascoli Basket di coach Maurizio Caponi (nella foto al centro Caponi tra D'Incecco alla sua destra e Piccioni). Gara in sostanziale equilibrio fino a 6 primi dalla sirena finale. Le affondate più profonde dall’una e l’altra parte non oltrepassavano mai quota 6. Nei primi due quarti insomma le due compagini si sono prese soprattutto le misure. Nel terzo finiva la fase di studio ma da entrambi le parti si stringevano le maglie difensive. Il folto pubblico (grazie anche ad un pullman di ultra ospiti molto corretti) s’apprestava a godersi un palpitante arrivo in volata. A Musumeci, in arte il Gauco, i batticuore sugli spalti piacciono poco ed in un amen affila tre triple negli ultimi 4’ che cambiano il volto alla gara. Ai bianconeri del presidente Prevignano e del gm Francesco Florio non resta che amministrare. Tra gli uomoni di coach Caponi benissimo Elia che oltre alle 30 caramelle si è messo in tasca anche Paulig, bene Bassi, molto concreto, oltre al solito Ognjenovic. Per gli ospiti oltre al solito Venturi, bravo Quercia che ne spara 20 ma pressoché tutti nel solo terzo quarto. Per i ragazzi capitanati da Pietro Bassi dopo questa vittoria non resta che festeggiare consci però che il tempo per far baldoria è davvero contato in quanto sabato saranno di scena a San Benedetto del Tronto per il derby del Piceno. Di seguito i tabellini, gli arbitri ed i parziali. Ascoli: Piccioni 7, Musumeci 20, Di Silvestro 5, Elia 30, Marini, Pierascenzi, Ciccanti, Bassi, D’Incecco 6, Ognjenovic 13. All. Caponi. Fabriano: Santini 6, Moscatelli 6, Venturi 13, Carnevali, Paulig 17, Gatti 6, Quercia 20, Sforza, Prioretti. All. Cerini. Arbitri: Zamponi e Salvatelli di Macerata. Parziali: 22-20; 15-19; 19-17; 25-12.

venerdì 26 settembre 2008

APPIGNANO DEL T./ PRESENTAZIONE DEL VOLUME SU FRANCESCO D’APPIGNANO E CONVEGNO SU STORIA DELLA MEDICINA

APPIGNANO DEL TRONTO – Il prossimo sabato 4 ottobre ad Appignano del Tronto si svolgerà a partire dalle ore 16 la presentazione del volume, a cura del professor Domenico Priori, degli “Atti del IV Convegno Internazionale su Francesco d’Appignano”, svoltosi lo scorso anno. Ad illustrare il volume è stato chiamato il professor Andrea Tabarroni, preside della Facoltà di Filosofia dell’Università di Udine. Ai partecipanti sarà offerto dall’Amministrazione Comunale di Appignano e dal Centro Studi Francesco d’Appignano una copia in omaggio del volume. Il pomeriggio appignanese proseguirà poi con un interessante convegno sulla Storia della Medicina. La professoressa Romana Martorelli dell’Università di Urbino parlerà del “Nascere nel Medioevo. Dal concepimento al parto”. A seguire la professoressa Chiara Crisciani, dell’Università di Pavia, relazionerà su “La medicina medievale e le promesse di lunga vita”. Più vicino ai nostri tempi, secolo XIX, sarà infinel’intervento del dottor Ermanno Ruffini, noto ed apprezzato pediatra presso l’ospedale di Ascoli Piceno, che illustrerà la figura di uno dei pionieri della medicina sociale italiana, l’appignanese Ruggero Marchei.

CASTEL DI LAMA/ CALCIO A 5, LA FINALE D’ANDATA DELLA VARIEGATO CUP FINISCE 11 PARI

CASTEL DI LAMA – Si è svolta nei giorni scorsi presso il campo da calcetto vicino i campi da tennis di Castel di Lama, la prima gara di finale della Variegato Cup. Una di fronte all’altra c’erano la Fc Castel di Lama e la pagine del regista Mirko Traini, la guidata dall’insormontabile Matteo Cicconi e composta da: Fabio, Ken il Guerriero, Matteo Cotechiño nonché la mezz’ala Stefano Santini, l’altra formata oltre a Traini, da Walter Buonamassa, Cristian Petrelli, Vocaliño ed il bomber Euplio. La partita, ornata da un pubblico non delle grandi occasioni per via del brutto tempo, è finita in uno spumeggiante 11 a 11, dove nessuna squadra è riuscita a prevalere sull’altra, ma dove si è visto di tutto: gol di rapina, errori da parte dei portieri, gol sbagliati a porta vuota insomma, chi più ne ha più ne metta. Da segnalare per la squadra di casa un poker di Matteo Crotali, detto il Cotechiño per via della sua folta chioma, ma che purtroppo i suoi gol non sono bastati per prevalere sugli avversari. Partita molto equilibrata, con i soliti lanci dei giocatori della squadra di casa, e le solite ripartenze da parte degli ospiti, soprattutto con Mirko Traini e Cristian Petrelli, che uno a uno si bevevano gli avversari, per poi servire Vocale appostato davanti, o lo statico Euplio, statico sì, ma ottimo per le sponde aeree. Per gli ospiti invece degne di nota sono una tripletta di Cristian Petrelli, oltre ai soliti gol di Mirko Traini, e pure un bellissimo gol di Vocale che ha trafitto Fabio liberandosi di Ken spalle alla porta, tirando poi al volo di contro balzo, mettendo la palla dove nessun portiere poteva arrivare, portando i suoi sul momentaneo 6-5. Degli ospiti non ha brillato, a discapito di altre volte, il bomber Euplio, e un episodio che riassume tutta la sua giornata è quello al 42’, quando solo davanti alla porta e col portiere fuori causa è riuscito nell’impresa di tirare la palla fuori, cosa non certo da lui, provocando le risate offensive del capitano avversario Matteo Cicconi, che alla fine ha commentato: “i meccanismi della mia squadra hanno girato bene, anche se in difesa abbiamo lasciato parecchio a desiderare, ma sono contento per ciò che abbiamo fatto davanti, con Ken, Fabio e Cotechiño scatenati, specie quest’ultimo che stasera era inarrestabile, e non hanno fatto rimpiangere la pesantissima assenza del mio fiore all’occhiello Niccolò Crosta. Sono dispiaciuto per il risultato, spero di far bene al ritorno e dovremo rivedere alcuni schemi. Il ritorno infatti ci sarà la prossima settimana e si attende un match vibrante.

giovedì 25 settembre 2008

CASTORANO/ DOMENICA QUELLI DEL 57 TUTTI DA DON GIUSEPPE CICCHI

CASTORANO - Nell'aprile scorso a Castorano è nato il Club 57. A farne parte sono tutti i nati ed i residenti a Castorano nell'anno 1957. Lo scorso 5 dicembre la “carovana del 57” è stata ricevuta dal Papa. “Fu una giornata che non si può dimenticare – ha affermato Sante Coccia, presidente del Club 57 -. Il Santo Padre consegnò in quella udienza al giovane Alessandro Lelli, figlio di Orestina, una di “quelle del 57” una corona per il rosario. All’udienza da Benedetto XVI presero parte anche Don Cesare, il parroco di Castorano, ed il Sindaco, nonché il nostro coetaneo e compaesano, Don Giuseppe Cicchi, monaco del convento di Camandoli in provincia di Arezzo. Quel dì a Don Giuseppe tutti i coetanei di Don Giuseppe gli promisero che gli avrebbero fatto visita al suo convento a Camandoli. La promessa è stata mantenuta e questa domenica 28 settembre il Club 57 ha organizzato un intero pullman per andare a Camandoli. Sul pullman vi siederanno tutte le persone che parteciparono all'udienza del Papa e sarà una giornata importante e di certo molto significativa e toccante, perché proprio in quel giorno la Santa Messa sarà celebrata da Don Giuseppe Cicchi”. Attualmente il direttivo del Club 57 è formato oltre che da Coccia, da Luigino Ficcadenti vicepresidente, Marisa Pepe segretaria, Rita Girolami, Giuseppe Pierantozzi , Giuseppe Straccia, Pietro Vagnoni ed Alessandro Ciotti consiglieri.

lunedì 22 settembre 2008

SCIOPERO DELLA PAGNOTTA/ ARCO CONSUMATORI MARCHE: UN GRANDE FLOP

ASCOLI PICENO - Disapprovare il caro prezzi è una legittima reazione che vale sempre e quindi ben vengano tutti i segnali che si possono dare ad operatori e Governo perché siano avvertiti che i livelli di guardia dei cittadini sono stati abbondantemente superati. Importante che questo segnale venga da tutte le organizzazioni dei consumatori in modo unitario e a sostegno di quanti si stanno battendo per la trasparenza del mercato e contro le operazioni speculative come in modo esemplare sta facendo Mister Prezzi. Ma quando si propone uno sciopero e questo lo dovrebbero ben sapere le organizzazioni dei consumatori, filiali dei sindacati, si da alle controparti uno strumento di valutazione quantitativa che può risultare un boomerang per gli organizzatori in termini di credibilità. Per questo motivo e cioè nella mancanza d’efficacia dello sciopero come strumento proposto, Arco Consumatori Marche, pur aderendo alle motivazioni, non ha volutamente partecipato alle cosiddette manifestazioni di piazza. E il fiasco quantitativo di quest’iniziativa pur nel malessere generale è stato evidente in tutti i resoconti televisivi. Dunque sono altri gli strumenti su cui far leva per ottenere dei contenimenti o delle riduzioni dei prezzi nel settore alimentare. Noi ne proponiamo alcuni, quali ad esempio. Dispenser: un sistema per fornire prodotti sfusi ma con l’esigenza di migliorare la certezza delle date di scadenza visto che il prodotto confezionato può essere integrato con altro prodotto in qualsiasi momento da parte degli addetti, e di garantire l’igienicità dei sistemi di confezionamento. Angoli dei prodotti regionali all’interno dei supermercati, dedicati ai prodotti solo regionali, stagionali e a filiera dei prezzi, controllata dalle aziende di servizio degli assessorati regionali all’agricoltura e dai mercati generali. La promozione d’innovazione tecnologica per il risparmio energetico nella grande e piccola distribuzione. Promozione della riduzione degli involucri da parte dell’industria alimentare. Spazio nei mercati settimanali dedicato esclusivamente alla filiera corta, cioè ad alimenti dal produttore al consumatore aperto solo a coltivatori che sottoscrivano un’apposita carta della qualità con le organizzazioni dei consumatori. Promozione di centri d’acquisto collettivo da sviluppare in tutti i condomini e i centri d’aggregazione. Su tutti questi punti concretamente Arco sta lavorando insieme ad altre associazioni. Sicuramente si può fare di più e di meglio. Ma è necessario avere una visione più ampia e concreta del problema se si vogliono ottenere anche i più modesti risultati, consapevoli che il tragico meccanismo da interrompere, che oggi regge l’economia e che pare non avere, al momento, alternative è quello del consumare di più e più in fretta. E’ opportuno che tutte le organizzazioni dei consumatori in modo unitario siano consapevoli quindi che la reale difesa economica dei cittadini richiede un impegno concreto, costante e di lungo periodo senza scorciatoie demagogiche e strumentalizzazioni politiche.

venerdì 19 settembre 2008

ARTE/ CARRENO E LA CORRADETTI PIANTANO UN CACTUS AD ASCOLI PICENO

ASCOLI PICENO – Giulia Corradetti, giovane ed emergente artista ascolana, è la protagonista, insieme al maestro Alejandro Alvarado Carreno, di Cactus, l’esposizione d’opere d’arte inaugurata ad Ascoli nei giorni scorsi presso la Galleria Insieme in corso Mazzini al civico numero 199, che sarà visitabile fino all’11 ottobre. La mostra che conta i patrocini dell’Ascoli Piceno festival 2008, della presidenza del Consiglio dei Ministri, della Giunta e del Consiglio regionale delle Marche, nonché di Provincia e Comune di Ascoli, rappresenta un’importante occasione sia per approfondire l’arte del maestro Carreno sia per scoprire il talento dell’ascolana. “Cactus – afferma Anna Laura Petrucci, curatrice della mostra -: la sembianza nota di questo tronco spinoso, di questa sfida vegetale alla brutalità del deserto, evoca una resistenza ostinata, un’indipendenza frugale che ha bisogno solo di luce, stille d’acqua, terra arida, cielo e vento. Albero della vita e del contatto con il divino del mondo, energia primitiva e archetipo della lotta eterna per la sopravvivenza su una terra difficile e magnifica, riserva d’acqua preziosa per chi attraversa il deserto, materia prima, medicamento, totem e talismano tra quotidiano e sacro. Esso racconta cieli enormi e abbaglianti, terra che si spacca, fiori miracolosi e rari come una visione che dura un’ora soltanto, un’allucinazione possibile, riti sciamanici, il vento infuocato del Messico. Questo altrove di ribellione, icona ideologica per la beat generation, spazio di libertà estrema e primordiale, di astrazione onirica dalla vita quotidiana, ove tutto sembra sospeso tra miraggio e Verità è luogo dell’immaginario in cui sembra sempre di essere su una soglia, su un passaggio possibile. Tutto questo dicono le spine acuminate, ricordo di foglie, le forme monumentali, labirintiche e contorte nell’opera di Alejandro Alvarado Carreño, a cui la mostra è dedicata in omaggio alla sua maestria di xilografo, depositario e al tempo stesso portabandiera della cultura accademica messicana che sa raccontare gli scenari fantastici realmente vissuti del deserto messicano. Egli rappresenta l’albero-simbolo di una nazione, di un’identità, di un’anima collettiva e di un immaginario privato e pensoso nell’incisione su legno, tecnica antichissima e pregiata di stampa, di cui il Messico vanta una lunga ed accreditata tradizione e di cui egli è il massimo interprete vivente. Il legno è scavato con tutta la fatica del fare, che è la stessa fatica della Natura che innalza i suoi bizzarri monumenti arborei. Vuoti e pieni, scuri netti e bianchi irreali; il gesto dell’intaglio è assoluto, drammatico; solo tratti, linee, essenzialità grafica sulla fragilità della carta di riso che pur sopporta la stampa. La fatica del gesto artistico è tutto ciò che resta dell’uomo, soggetto sognante ma categoricamente e assolutamente assente nella solitudine del deserto. Il cactus sa alludere e raccontare. Risponde perfettamente sia in senso simbolico -mito e risorsa di un territorio arido e privo di speranza-, che per ricchezza formale, alla ricerca d’ispirazione per chi voglia appropriarsi delle forme naturali ed organiche attraverso la restituzione in visioni oniriche del proprio vissuto. Diviene il genius loci, l’appiglio per un viaggio della mente persa dietro le forme vegetali che presto divengono quasi di un’arborea animalità, significanti d’altri elementi dell’energia cosmica, del fuoco, dell’aria”. “A sottolineare la forte soggettività dell’opera visionaria del maestro Carreno – conclude la Petrucci -, vengono affiancati ai suoi lavori, in un contrasto disvelante e giocoso, quelli di una giovanissima italiana, da poco uscita dall’accademia, che come lui ha fatto del cactus, o meglio delle succulente -come Giulia Corradetti, più voluttuosamente, ama chiamarle- l’oggetto delle proprie visioni. L’arsura del deserto, la sabbia e la solitudine che lo caratterizzano, la durezza del segno con cui l’intimismo del Maestro Alvarado si fa dirompente, svaniscono in una bolla di colore morbido, scoprendo il gioco e la sensualità di un mondo fantastico, leggiadro, artificiale, interamente ricreato nell’effimera immaterialità del digitale”.