Google+ Followers

martedì 1 luglio 2008

ASCOLI PICENO/ SUCCESSO DEL SEMINARIO DI METODO GLOBALE DI AUTODIFESA PATROCINATO DALLA QUESTURA


ASCOLI PICENO - Successo del Seminario Mga, Metodo Globale di Autodifesa, della Fijlkam tenuto presso la Palestra Comunale di Atletica Pesante nei giorni scorsi. Seminario organizzato e promosso dal Judo Cento Torri Ascoli Piceno e dalla Delegazione Provinciale della fijlkam, autorizzato dal Comitato regionale Fijlkam e Patrocinato dalla Questura di Ascoli Piceno e dal Coni Provinciale. Il corso è stato tenuto dal Maestro Giancarlo Bagnulo membro della Commissione Nazionale Mga della Federazione, sesto Dan di Ju Jutsu che ha illustrato ampiamente con professionalità e dovizia di particolari la propedeuticità alla tecnica base da insegnare ai principianti fino alle situazioni più complesse per gli addetti ai lavori. In rappresentanza del Questore di Ascoli Piceno è stato poi presente il Dottor Ciro Re, Dirigente della Digos della Provincia di Ascoli Piceno, con l’Ispettore Capo Palestini che ha lasciato gadget e documenti informativi sull’attività svolta dalla Polizia di Stato. Il Dottor Re già atleta di punta delle Fiamme Oro ed ex Campione Italiano di Judo, ha come in tutti gli interventi delle occasioni precedenti, illustrato chiaramente ed ampliamente quelli che possono essere i limiti dell’intervento di autodifesa senza sconfinare nell’eccesso colposo del cittadino e dell’appartenente alle forze dell’ordine; si è poi anche soffermato sull’uso legittimo delle armi. Molte le domande dei tecnici partecipanti che hanno manifestato un notevole interesse sull’argomento trattato. Altro intervento quello del Dottor Giuseppe de Berardinis, Azzurro di Judo e Docente Federale di Kata che oltre a curare l’organizzazione e la buona riuscita del seminario, ha illustrato quelle che possono essere alcune applicazioni, ovviamente rivedute e corrette nell’ambito della legislazione in vigore, delle così dette forme del Combattimento Reale, Shinken shobu no Waza, contenute nel Kime no Kata del 1888 come quelle del più moderno Kodokan Goshin jutsu, forme di autodifesa messe a punto dal Kodokan di Tokyo nel 1956. Seminario interdisciplinare ha visto la partecipazione di Tecnici di judo ju jutsu e karate soprattutto dell’Abbruzzo con il Vice Presidente del Comitato regionale Fijlkam Maestro Spurio Responsabile del settore Judo, meno i tecnici delle Marche, tra i presenti anche due istruttori del Battaglione Folgore. Comune tra i presenti, l’entusiasmo e il desiderio di crescere, per gli assenti un’ennesima occasione mancata. Messaggio e target del Seminario: giusto metodo di insegnamento quello dell’ Mga Fijlkam nel rispetto della legge, evitare e controllare è sicuramente più difficile di “colpire”, unicamente, anche se può sembrare meno “sensazionale”, ma sicuramente è nella stragrande maggioranza delle volte l’unica risposta giusta per mettersi in sicurezza da una minaccia o da un’aggressione nel pieno rispetto della legge. Fin ad oggi in troppi sino si sono proposti come “rambo” o “giustizieri” con tecniche “segrete” prese di qua o di la, prospettando soluzioni cruente e improponibili. E’ invece a nostro avviso essenziale per formazione dell’insegnante di autodifesa la profonda conoscenza della giurisprudenza in un settore così delicato in quanto dovrà sempre tenere a mente che il suo scopo principale sarà sempre quello di mettere in sicurezza l’ ”allievo” consentendogli di reagire in maniera legittima senza sfociare nell’eccesso colposo che porterebbe l’aggredito all’assunzione di responsabilità penali.

Nessun commento: