Google+ Followers

venerdì 28 novembre 2008

CASTEL DI LAMA/ LA PRIMA PIETRA DELLA PARROCCHIA DI SANTA MARIA


CASTEL DI LAMA - Domani, domenica 30 novembre 2008, alle ore 12, presso la Frazione Piattoni di Castel di Lama, si terrà la cerimonia di benedizione e posa della prima pietra del nuovo complesso parrocchiale di Santa Maria, presieduta da Sua Eccellenza il Vescovi di Ascoli Piceno, Monsignor Silvano Montevecchi. Una struttura importante che si svilupperà su 15mila mq. Il complesso oltre la Chiesa, progettata all’interno del concorso per progetti pilota indetto dalla Cei, prevede diverse strutture per l’attività catechistica, ricreativa e sportiva. In particolare l’oratorio conterrà una ludoteca, un salone della comunità con cucina, un campo di calcio a 11 ed uno a 5, una palestra polivalente, una sala cinema ed una per fare prove ed incisioni musicali. Un progetto che a maturazione comporterà una spesa di circa 5 milioni. “È da qualche anno – ha esordito il parroco della Parrocchia di Santa Maria, Don Nazzareno Gaspari - che aspettiamo questo momento! Dopo un lungo periodo, fatto di lavoro, di attese e di speranze, siamo in grado di benedire la Prima Pietra del nuovo complesso parrocchiale. La nostra Parrocchia dispone di una piccola chiesa che non è più in grado di soddisfare le esigenze di questa giovane e vivace Comunità cristiana in via di notevole espansione. Anche le strutture per le attività pastorali sono assolutamente insufficienti. Il Nuovo Centro dovrà essere in grado di soddisfare, nello spirito del servizio globale alla persona, le crescenti necessità e richieste di partecipazione nell’ambito liturgico, religioso, culturale, ricreativo e sportivo in cui attualmente si trova. La nostra Parrocchia è costituita da tante giovani famiglie con un elevato numero di bambini, ragazzi e giovani. Sono profondamente legate alla vita della Parrocchia e alle sue attività tanto che la stessa rappresenta uno dei principali centri aggregativi presenti sul territorio. E’ ormai conosciuto da tutti l’impegno, attraverso il lavoro perseverante di tanti volontari, a favore delle giovani generazioni con l’associazione Polisportiva che conta circa 300 atleti, del mondo missionario e della solidarietà con l’associazione Solequo onlus, del mondo della cultura e del rapporto interreligioso con la manifestazione internazionale Holymusic. Tutto ciò ha spinto la Diocesi e la Parrocchia a promuovere la realizzazione del Nuovo Complesso Parrocchiale nello spirito dell’Oratorio. Molto importante è stato anche il rapporto con le istituzioni locali, improntato all'insegna di una fattiva collaborazione, pur nel rispetto delle proprie specificità e competenze. E’ noto che l’area sulla quale sorgerà il Nuovo Centro Parrocchiale è stata donata dall'Amministrazione comunale di Castel di Lama, cosciente dei positivi riscontri aggregativi che la realizzazione di tale opera avrà per tutto il territorio. Il progetto che iniziamo a realizzare trova la sua origine nel Concorso Pilota indetto dalla Cei. Già nel 2001 la nostra Diocesi fu scelta insieme ad altre due in tutta Italia, per la realizzazione di un’opera esemplare nell’ambito della Nuova edilizia di culto. La stessa Conferenza episcopale incaricò sette architetti, sull’intero territorio nazionale, ai quali affidare la progettazione. Lo scorso giugno 2007, la Commissione giudicatrice ha individuato nel lavoro dell’architetto Contini, quello più meritevole di segnalazione riscontrando in esso “capacità di dialogare efficacemente con il contesto urbano; collocazione e orientamento del Complesso ideali rispetto all’inquadramento territoriale fornito; razionale e funzionale articolazione degli spazi interni ed esterni; sul piano delle opere d’arte, importante risulta la resa linguistica dell’opera di Giuliano Giuliani che permette di esplicitare il dettaglio del messaggio catechetico”. Dopo un accurato lavoro di revisione, si è giunti all’ultima e definitiva versione, quella che oggi inziamo a costruire, che acquisisce la credibilità e l'autorevolezza indiscutibile conferitagli dalla Chiesa Cattolica Italiana”. “Un particolare ringraziamento – conclude Don Nazzareno - lo rivolgo al Vescovo Monsignor Montevecchi che ha sempre creduto in questo progetto e ci ha sempre stimolati senza mai ostacolare l’entusiasmo dell’intera comunità. Ringrazio poi il Sindaco che insieme all’Amministrazione Comunale è stata sempre attenta alle esigenze di questa Comunità Parrocchiale. Un ringraziamento poi è rivolto ai tecnici, ai collaboratori e consulenti che hanno redatto questo progetto: l’architetto progettista Contini di Parma, l’ingegner Giustino Di Emidio e tutti i suoi collaboratori per le strutture e impianti, don Mario Cataldi per l’esperta consulenza liturgica, l’artista Giuliano Giuliani incaricato della realizzazione delle opere d’arte. Vorrei poi dire un grande grazie a tutti i parrocchiani. E’ per loro e con loro che realizziamo quest’opera. Grazie perché in questi anni abbiamo sempre insieme creduto che sarebbe arrivato il tanto atteso giorno della Prima Pietra”. Alla cerimonia saranno presenti anche il Direttore Nazionale Beni Culturali, Monsignor Stefano Russo, l’architetto Contini, il Sindaco, la Giunta ed il Consiglio Comunale di Castel di Lama, il Sindaco di Ascoli, il Presidente della Provincia di Ascoli ed il Vicepresidente del Consiglio provinciale, il Responsabile della Protezione Civile di Ascoli, i Consiglieri regionali e provinciali della provincia, il Presidente e Vice ed il Direttore della filiale locale di Castel di Lama della Carisap, il Comandante della locale Stazione dei Carabinieri, il Presidente provinciale del Coni, il Presidente provinciale della Figc, il Presidente e Vice dell’Ente Fiera di Castel di Lama, il Presidente della Pro Loco di Castel di Lama, il Presidente della Croce Rossa Italiana di Castel di Lama, il Presidente delle Società Sportive del territorio il Coordinatore del Settore Giovanile dell’Ascoli Calcio ed i Dirigenti Scuola Media “E. Mattei”.

martedì 25 novembre 2008

PICCOLE E MEDIE IMPRESE/ PMIFERMO SI PRESENTA


FERMO - Sabato 29 novembre 2008, alle ore 11, presso il Caffè Letteraio in Piazza del Popolo a Fermo, si terrà la conferenza stampa per presentare la neonata PmiFermo, delegazione provinciale di PmItalia, associazione nazionale delle piccole e medie imprese.Saranno presenti, insieme al presidente provinciale di PmiFermo, l’imprenditore Davide Longo, i vertici regionali, il presidente, l’imprenditore Domenico Fratoni, il direttore, Andrea Calvaresi, il segretario organizzativo, Francesco Petrelli, e quelli provinciali, il direttore, Manolo Valori.

ACQUAVIVA PICENA/ PASSERINA S. FRANCESCO PREMIATA DAL GAMBERO ROSSO


ACQUAVIVA PICENA – Ancora un riconoscimento importante per uno delle migliori aziende agrivitivinicole del Piceno, la San Francesco di Acquaviva Picena. Ad attestare il merito all’Azienda della Famiglia Cherri stavolta è il Gambero Rosso che riconosce all’Offida Passerina Radiosa 2007 il premio Premio qualità/prezzo dell’Almanacco del Bere 2009.“La Radiosa – ha illustrato Paolo Cherri, responsabile di produzione della San Francesco – è una doc di un vitigno passerina in purezza. Il tipo di terreno ove è coltivata è argilloso compatto e ricco di micro-elementi. Il sistema di allevamento è quello del cordone speronato in una densità d’impianto di 4000 piante per ettaro. L’epoca della vendemmia sono i primi di ottobre e la tecnologia di produzione è la macerazione prefermentativa a freddo di 48 ore, la pressatura soffice delle uve, la fermentazione alcolica a temperatura controllata, e successiva maturazione in vasche d’acciaio per alcuni mesi. Il colore è giallo paglierino, dotato di leggeri riflessi verdi ed ha un’intensità aromatica tipica del vitigno, avvolgente, con sfumature di frutta gialla, equilibrato e buona persistenza. Al palato sono evidenti le sensazioni di frutta matura, accompagnate da una vivace acidità e giusto equilibrio. Gli abbinamenti gastronomici sono quelli di tutta la cucina marinara, ma ben si adatta anche con primi piatti e carni bianche. La temperatura di servizio: circa 10-12°c ed il tipo di bicchiere è quello a tulipano. Infine l’invecchiamento potenziale va dai 2 ai 4 anni dalla produzione”.

mercoledì 19 novembre 2008

FERMO/ LONGO, PMIMARCHE: DA SPACCA SOLO MISSIONI PROPAGANDISTICHE

FERMO – “Con il portafoglio ordini che s’assottiglia di giorno in giorno, le commesse posticIpate a tempi migliori, l’instabilità delle materie prime, le banche sempre più care ed avare, i consumi completamente fermi ed i mercati esteri minati, la Regione Marche che fa? Organizza missioni all’estero! Trasferimenti in Russia e Cina che, con un enfasi assolutamente inadeguata, propongono opportunità generalmente non corrispondenti all’impegno organizzativo ed economico della stragrande maggioranza delle nostre imprese”. Lo afferma Davide Longo, presidente di PmiFermo, associazione piccole e medie imprese del Fermano, che discende dal soggetto regionale PmiMarche e da quello nazionale PmItalia. “Assolutamente condivisibile – aggiunge Longo – è stato nei giorni scorsi l’intervento del presidente di Confindustria Macerata, Ercoli, che ha criticato la politica superficiale e confusa del governatore Gian Mario Spacca. Il piccolo e medio imprenditore marchigiano , anche in momenti difficili come questi, mai e poi mai getterà la spugna, però la Regione non può più esimersi nel concentrare energie e risorse su interventi di maggiore utilità per le nostre imprese, evitando soprattutto quelle inutili missioni all'estero che null’altro sono che mere azioni propagandistiche. Ci si concentri piuttosto in iniziative realmente rivolte al rilancio ed alla valorizzazione del nostro territorio”.

martedì 18 novembre 2008

PICENO/ L’OLIO FRATONI PREMIATO DA GIOVANNI RANA IN RASSEGNA NAZIONALE


ASCOLI PICENO – Grande successo dell'olio ascolano del Frantoio Fratoni alla ormai celebre rassegna nazionale degli oli extravergini d’Italia organizzata dal Club 41 a Verona nei giorni scorsi. Alla inflessibile giuria, presieduta da una personalità di livello mondiale nel campo dell’enogastronomia “Made in Italy”, l’industriale veneto Giovanni Rana, notissimo per i suoi tortellini, sono arrivati gli extravergine di ogni parte d’Italia, aventi però, come condizione senza la quale non era possibile essere iscritti al prestigioso concorso, delle caratteristiche uniche e particolari sotto il profilo organolettico oltre che di degustazione. Talmente era ricca la varietà di oli ammessi a partecipare che scegliere, anche per una giuria altamente qualificata come quella guidata da Rana, non è stato assolutamente facile. Alla fine però, sebbene, il primo posto assoluto è andato all'olio “grignolino” del Frantoio Salvagno di Nevente, la menzione d’onore, che equivale ben più che ad un secondo posto, trattandosi praticamente di un ex aequo, se l’è aggiudicata l'olio "piceno" del Frantoio Fratoni di Ascoli Piceno, magistralmente condotto ancora oggi dal capofamiglia Emidio con i figli Domenico e Giovacchino.
Al termine della cerimonia di premiazione c'è stata una luculliana degustazione delle principali tipicità locali alla quale hanno partecipato oltre alle decine di espositori oltre duecento esponenti del Club nazionale, delegazioni francesi, tedesche, austriache e svizzere ed importanti autorità tra cui amministratori e sindaci del territorio. Tutto il cui ricavato della manifestazione, per scelta del presidente nazionale del Club 41, l’ascolano Diego Giacoboni, è stato devoluto per la costruzione di una scuola in una missione africana.A premiare Domenico Fratoni è stato Rana in persona (nella foto) che ha avuto sincere ed entusiaste parole di apprezzamento ed elogio per la bontà del nostro olio del Piceno. L’industriale è talmente rimasto affascinato che ha promesso a Fratoni che come gli sarà possibile si recherà a far visita ad Ascoli Piceno ed anche al suo frantoio. La riuscitissima manifestazione, organizzata da uno dei maggiori esponenti del Club 41 Italia, Pietro Zambonin, ha visto la presenza di tutto il Board Nazionale dell’Associazione, oltre al presidente internazionale, Randolph Riedglinger, la presidente nazionale delle Ladies Circle Italia, Elena Benigni, ed il responsabile grandi eventi della Round Table Italia, Paolo Tonini. Per il Club 41 di Ascoli, a presentare ed accompagnare Fratoni alla rassegna, c’erano il presidente, l’ingegner Paolo Nespeca, ed il vice, il medico Fabio Petroni, che si sono detti assolutamente soddisfatti per il risultato portato a casa vista l’altissima concorrenza presente. In preparazione alla manifestazione l’ingegner Nespeca aveva addirittura organizzato anche una serata di degustazione per poi meglio apprezzare i grandi oli che a Veroni sarebbero stati presentati.

lunedì 17 novembre 2008

ASCOLI P./ TAG METAL, UNA PMI CHE SI FA LARGO IN MEZZO ALLA CRISI


ASCOLI – Nonostante Confindustria proprio in questi giorni ha rivisto nuovamente al ribasso le stime di crescita per l'Italia nel 2008 con un calo dello 0,4% del pil ed ancor peggio andrà il 2009 che segnerà un -1%, le piccole e medie imprese italiane, e nello specifico ascolane, non rinunciano però a segnare il passo e davanti alla non certo incoraggiante prospettiva di crisi anziché tirare i remi in barca rilanciano. È il caso della Tag Metal una importante piccola impresa del Piceno che ha inaugurato il suo nuovo sito produttivo in Zona industriale Campolungo. Si tratta di uno capannone industriale di oltre 1600 metri quadrati all’interno del quale i due titolari della società, Gaspare Tacconi e Donato Galiè (nella foto rispettivamente da sinistra), hanno concentrato gli ultimi ritrovati della tecnica per quel che concerne la lavorazione di lamiere in acciaio inox, ferro ed alluminio nonché dei principali metalli sul commercio. L’inaugurazione ha rappresentato un grande momento di partecipazione che ha visto la presenza di almeno 500 persone tra clienti, fornitori, colleghi, amici, parenti ed una nutrita rappresentanza di autorità, a partire dall’ex Sottosegretario di Stato del passato Governo Prodi all’attuale presidente della Provincia, Massimo Rossi, passando per la vicepresidente del Consiglio provinciale di Ascoli Piceno, Cinzia Peroni (che è anche la fidanzata di Tacconi uno dei due soci della Tag Metal), il sindaco di Castel di Lama, Patrizia Rossini, il presidente del Piceno Consind, Domenico Re, il direttore generale di PmiMarche, Andrea Calvaresi, il sindaco di Folignano, Pasquale Allevi, unitamente al suo assessore Angelo Casella, nonché il parroco di Villa Sant’Antonio, Don Giacomo Scialanga. Ad aprire l’inaugurazione Tacconi e Galiè hanno voluto che si celebrasse una Santa Messa glorificata da Don Erminio Piunti assistito da Don Nazzareno Gaspari. Nell’omelia il religioso nell’augurare tutto il bene possibile ai due imprenditori ha voluto sottolineare anche l’importanza del loro ruolo in ambito sociale raccomandandosi che nella loro attività siano sempre anteposti gli interessi più altri a quelli meramente di profitto perché tutto ciò che realizziamo in questa vita non è altro che merito dei talenti che il Signore ci ha voluto concedere.

domenica 16 novembre 2008

ASCOLI P./ PRIMARIE DEL PD, SONDAGGIO ON-LINE SU PRESSOFF.INFO

ASCOLI PICENO – Da oggi, domenica 16 novembre 2008, su PressOff.info, http://www.pressoff.info/, è on-line il sondaggio per esprimere la propria preferenza sui tre candidati del Partito Democratico di Ascoli Piceno per le prossime elezioni comunali. I tre nomi in lizza sono quelli di Giuseppe Brandimarti, Antonio Canzian ed Emilio Pignoloni. Chiunque potrà esprimere il proprio parere fino alla mezza notte di sabato 29 novembre, ovvero il giorno prima che si apriranno i seggi delle primarie ascolane. Quello su PressOff i tratta di un sondaggio puramente d’opinione assolutamente anonimo al quale tutti, anche coloro che non vorranno tesserarsi al Pd, come previsto dal regolamento delle primarie del partito, potranno esprimere la propria preferenza. I risultati definitivi saranno resi noti a mezzo comunicato stampa ma l’evoluzione del sondaggio è consultabile in ogni istante sul web. Buone votazioni a tutti!

martedì 11 novembre 2008

ASCOLI P./ BREVETTI ESTERI ALLA SEZIONE PARACADUTISTI SAN MARCO


ASCOLI PICENO - I paracadutisti della sezione San Marco di Ascoli Piceno, guidati dal presidente nonché istruttore di paracadutismo Salvatore Antonio Organtini, unitamente agli altri istruttori Tiziano Amatucci, Cristian Liberati e Liborio Priori, hanno conseguito i brevetto di paracadutismo Americano, Croato ed Airborne Europen Paratroopers Association. Gli ascolani hanno effettuato i lanci da un aereo Pilatus Porter nell’aviosuperficie del Fermano insieme con altri paracadutisti italiani provenienti dalle Sezioni Anpd’i di Ancona, Roma, Firenze, Perugia e da paracadutisti esteri giunti dagli Stati Uniti, Canada, Portogallo, Irlanda, Germania, Inghilterra e Croazia. I lanci sotto controllo militare Americano e Croato sono stati effettuati da una quota di 500 metri con la tecnica della fune di vincolo. I paracadute usati erano quelli in dotazione dell’Esercito Americano e Croato denominati “Set 10 Strong”. I direttori di lancio, giunti dagli Stati Uniti e dalla Croazia insieme al Direttore d’esercitazione dell’aviosuperfice del Fermano, hanno fatto a tutti i partecipanti un briefing prima del lancio evidenziando le procedure d’emergenza e le varie tecniche militari dei rispettivi paesi. I paracadutisti stranieri sono stati esaminati prima del lancio dagli istruttori della Sezione San Marco e delle Sezioni di Ancona e Fermo. Le operazioni di imbraco paracadute, imbarco in aereo, comportamento dentro lo stesso, uscita, comportamento in volo, in atterraggio e recupero materiale con rientro in hangar sono state fotografate e filmate con telecamere poste a terra, dentro l’aereo e sotto l’ala. Gli assistenti a terra hanno dato notevole risalto alla preparazione dei quattro paracadutisti ascolani per l’eccelsa preparazione dimostrata. Alle ore 18 davanti a tutti gli intervenuti sono stati consegnati i diplomi di Paracadutista militare Americano firmato dal Cpt Lg Josielyn Carrasquillo comandante della 101esima divisione Paracadutisti Airborne di istanza in Germania, dal comandante dei Paracadutisti Croati Aff-I Tan-I Coach Sasa Manojlovic, mentre per l’European Parachutist dal generale Paul Murray e venivano ulteriormente appuntati sulle divise le ali luccicanti dei brevetti, mentre per i paracadutisti stranieri venivano consegnati i brevetti italiani del 1° Mar. Lgt. Renzo Di Bert. Si è chiusa così la bellissima giornata presso il ristorante dell’aviosuperfice del Fermano al grido di “Folgore”. La Sezione paracadutisti ascolana “San Marco” vanta di essere una delle Sezioni più attive del centro Italia con oltre 600 lanci annuali, svolge regolarmente ogni anno 4 corsi di paracadutismo sotto controllo militare con la tecnica della fune di vincolo da una quota di 500 metri. Dopo aver conseguito il brevetto, parte dei paracadutisti vengono impiegati presso la Brigata Paracadutisti Folgore o presso altre strutture militari e civili. Si effettuano anche corsi con la tecnica della caduta libera ad alta quota da 4500 metri con apertura del paracadute a 1300 metri. Si organizzano lanci in tandem dove tutti possono provare l’ebbrezza della caduta libera. La Sezione Paracadutisti San Marco è aperta tutti i giorni feriali dalle ore 20,30 alle 22 in Corso Vittorio Emanuele 58 ad Ascoli o è comunque contattabile telefonicamente il presidente Organtini Salvatore al numero 3395718503.

martedì 4 novembre 2008

ASCOLI PICENO/ IL CLUB 41 IMPARA A RICONOSCERE L'EXTRA VERGINE DI OLIVA


ASCOLI PICENO – Bisogna imparare a riconoscere l’olio, per poter scegliere meglio. E’ stata unanime, la considerazione dei membri dell’esclusivo Club 41 di Ascoli Piceno, riuniti nell’ormai tradizionale appuntamento annuale presso il celebre frantoio di Emidio, Domenico e Giovacchino Fratoni. Relatore della serata è stato Tiziano Aleandri, delegato provinciale dell’Olea, l’Organizzazione Laboratori Esperti Assaggiatori nonché presidente dell’associazione Produttori Olivicoli, che ha guidato una degustazione con analisi sensoriale su vari tipi d’olio, invitando i presenti ad evidenziare note sulla percezione suscitata da ciascun tipo. Negli anni precedenti l’appuntamento ha visto nel ruolo di Aleandri personaggi del calibro dei professori Carlo Cambi, docente universitario e giornalista nonché inventore de “Il Gambero Rozzo”, la guida gastronomica più venduta in Italia, il medico di fama internazionale, già primario di pediatria al Salesi di Ancona, Giuseppe Caramia e il professor Leonardo Seghetti, tra i maggiori esperti d’olio del territorio e tra i padri della prima dop d’Italia sull’oliva, quella di Loreto Aprutino. Alla serata erano presenti, tra gli altri, il presidente del Club 41, Paolo Nespeca, il past president Giampietro Cesari, il presidente nazionale Diego Giacoboni, il segretario nazionale Borzacchini, il segretario Alessandro Michelangeli Prosperi, il vicepresidente Fabio Petroni, l’iro Maurizio Franchi, i consiglieri Nerio Castellano, Walter Gabellieri e Sergio Moretti, oltre a tutti gli altri a partire dall’ultimo arrivato Domenico Vannicola fino a Gianfranco Sistelli. C’era poi anche il past presidente della Round Table di Ascoli, oggi Consigliere di zona della stessa associazione nazionale, Francesco Petrelli, i titolari dell’hotel Gioli, e giovani ed emergenti imprenditori come Luca Vallorani e Faustino Minervini. Intanto, fervono i preparativi per l’Ascoli Maial Fest 2009, la festa delle tradizioni contadine e del porcello si svilupperà dal 16 al 18 gennaio 2009

PICENO/ COCCIA: “NO AGLI ACCORDI PER SPARTIRSI POLTRONE E STIPENDI”

di SANTE COCCIA*
ASCOLI PICENO - Leggendo i giornali nei giorni scorsi apprendo finalmente di essere in sintonia con il mio coordinatore provinciale, l'avvocato Vittorio Santori. La scelta dei candidati per le Amministrative è un compito che spetta al comitato provinciale del Pdl in via di costituzione. Non tutti, infatti, sanno fare politica, purtroppo però in tanti si credono di valere quanto Silvio Berlusconi. La politica di molti di questi è solo quella finalizzata ad occupare le poltrone e garantirsi un lauto stipendio, come hanno dimostrato addirittura sottoscrivendo un accordo sulla definizione di ruoli ed incarichi istituzionali. Sinceramente mi sento rinfrancato e mi compiaccio dell’intervento e della posizione presa del coordinatore Santori. Una posizione che attendevo con ansia, ma è sempre meglio tardi che mai. Ora mia attendo che in Forza Italia e comunque nel Pdl si dia maggior spazio ai cattolici popolari, come invocato anche dal Pontefice. Non è ammissibile che l'elettorato cristiano moderato, che non si è mai spostato a sinistra pur di occupare poltrone e gestire potere, non trovi spazio in un grande partito popolare come il Pdl, che tanto ricorda la vecchia cara Democrazia Cristiana. Ho fatto sempre politica perché credo in essa e nella sua possibilità di incidere positivamente nella società, ho messo sempre con umiltà e senso del dovere, le mie capacità a servizio degli interessi della parte politica in cui milito e sono onorato che personalità di alto livello nazionale, come il Ministro democristiano per l’attuazione del programma del Governo Berlusconi, l’onorevole Gianfranco Rotondi, si avveda di me e del lavoro che ho svolto all’interno di Forza Italia. Confido sinceramente che il Coordinatore provinciale, Vittorio Santori, possa trovare gli equilibri giusti per ottenere il risultato che tutti ci attendiamo, la vittoria in Provincia ed al Comune di Ascoli Piceno.
*Coordinatore Comunale a Castorano di Forza Italia

lunedì 3 novembre 2008

SCUOLA/ VENERDI' SI PRESENTA LA NUOVA ASSOCIAZIOEN NAZIONALE DI DOCENTI

ASCOLI PICENO - Venerdì 7 novembre 2008, alle ore 16, presso Assoscuola in Corso Vittorio Emanuele 21 (al terzo piano del palazzo ove ha sede l’Ascoli Calcio) ad Ascoli Piceno, si terrà la conferenza stampa per presentare la neonata Associazione nazionale di docenti della scuola Pubblica Statale di ogni ordine e grado, del personale Tecnico amministrativo e delle Cooperative operanti nel settore.
Saranno presenti, insieme alla responsabile dell’Associazione, Laura Pallotta, i rappresentanti delle diverse tipologie di associati.I signori giornalisti sono invitati a partecipare.

ASCOLI PICENO/ IN TRE SUL PODIO A SAN MARINO PER IL JUDO CENTO TORRI


ASCOLI – Ancora un successo per gli atleti del Judo Cento Torri Ascoli Piceno. Questa volta ad affermarsi sono in tre e lo fanno al prestigioso 7° Trofeo internazionale di judo della Repubblica di San Marino. La cadetta Lucia Damiani vince l’Oro nella categoria fino a 57 kg con tre incontri vinti per ippon. Marta Damiani la sorella non va oltre il 2° posto con un argento nella categoria fino a 78 kg nella classe Seniores. Daniele Ortenzi nella categoria dei 73 kg Juniores guadagna un meritatissimo Bronzo vincendo il primo incontro, perdendo il secondo per una leggerezza dovuta ad inesperienza, ma vincendo tutti i recuperi e battendo per ippon nella finalina del 3° posto il pur forte ed esperto judoka che gli si opponeva. Questi risultati fanno ben sperare per il futuro. Unico rammarico della Dirigenza e degli atleti dell’Associazione è l’impossibilità di poter aumentare le sedute settimanali di allenamento necessarie per migliorare le prestazioni che nelle fasce d’età superiore necessitano di un lavoro programmato più intenso e continuo con un minimo di 5 sedute settimanali, quando invece con gli spazi ed i tempi che si hanno ora a disposizione non è possibile farne più di tre.