Google+ Followers

venerdì 28 novembre 2008

CASTEL DI LAMA/ LA PRIMA PIETRA DELLA PARROCCHIA DI SANTA MARIA


CASTEL DI LAMA - Domani, domenica 30 novembre 2008, alle ore 12, presso la Frazione Piattoni di Castel di Lama, si terrà la cerimonia di benedizione e posa della prima pietra del nuovo complesso parrocchiale di Santa Maria, presieduta da Sua Eccellenza il Vescovi di Ascoli Piceno, Monsignor Silvano Montevecchi. Una struttura importante che si svilupperà su 15mila mq. Il complesso oltre la Chiesa, progettata all’interno del concorso per progetti pilota indetto dalla Cei, prevede diverse strutture per l’attività catechistica, ricreativa e sportiva. In particolare l’oratorio conterrà una ludoteca, un salone della comunità con cucina, un campo di calcio a 11 ed uno a 5, una palestra polivalente, una sala cinema ed una per fare prove ed incisioni musicali. Un progetto che a maturazione comporterà una spesa di circa 5 milioni. “È da qualche anno – ha esordito il parroco della Parrocchia di Santa Maria, Don Nazzareno Gaspari - che aspettiamo questo momento! Dopo un lungo periodo, fatto di lavoro, di attese e di speranze, siamo in grado di benedire la Prima Pietra del nuovo complesso parrocchiale. La nostra Parrocchia dispone di una piccola chiesa che non è più in grado di soddisfare le esigenze di questa giovane e vivace Comunità cristiana in via di notevole espansione. Anche le strutture per le attività pastorali sono assolutamente insufficienti. Il Nuovo Centro dovrà essere in grado di soddisfare, nello spirito del servizio globale alla persona, le crescenti necessità e richieste di partecipazione nell’ambito liturgico, religioso, culturale, ricreativo e sportivo in cui attualmente si trova. La nostra Parrocchia è costituita da tante giovani famiglie con un elevato numero di bambini, ragazzi e giovani. Sono profondamente legate alla vita della Parrocchia e alle sue attività tanto che la stessa rappresenta uno dei principali centri aggregativi presenti sul territorio. E’ ormai conosciuto da tutti l’impegno, attraverso il lavoro perseverante di tanti volontari, a favore delle giovani generazioni con l’associazione Polisportiva che conta circa 300 atleti, del mondo missionario e della solidarietà con l’associazione Solequo onlus, del mondo della cultura e del rapporto interreligioso con la manifestazione internazionale Holymusic. Tutto ciò ha spinto la Diocesi e la Parrocchia a promuovere la realizzazione del Nuovo Complesso Parrocchiale nello spirito dell’Oratorio. Molto importante è stato anche il rapporto con le istituzioni locali, improntato all'insegna di una fattiva collaborazione, pur nel rispetto delle proprie specificità e competenze. E’ noto che l’area sulla quale sorgerà il Nuovo Centro Parrocchiale è stata donata dall'Amministrazione comunale di Castel di Lama, cosciente dei positivi riscontri aggregativi che la realizzazione di tale opera avrà per tutto il territorio. Il progetto che iniziamo a realizzare trova la sua origine nel Concorso Pilota indetto dalla Cei. Già nel 2001 la nostra Diocesi fu scelta insieme ad altre due in tutta Italia, per la realizzazione di un’opera esemplare nell’ambito della Nuova edilizia di culto. La stessa Conferenza episcopale incaricò sette architetti, sull’intero territorio nazionale, ai quali affidare la progettazione. Lo scorso giugno 2007, la Commissione giudicatrice ha individuato nel lavoro dell’architetto Contini, quello più meritevole di segnalazione riscontrando in esso “capacità di dialogare efficacemente con il contesto urbano; collocazione e orientamento del Complesso ideali rispetto all’inquadramento territoriale fornito; razionale e funzionale articolazione degli spazi interni ed esterni; sul piano delle opere d’arte, importante risulta la resa linguistica dell’opera di Giuliano Giuliani che permette di esplicitare il dettaglio del messaggio catechetico”. Dopo un accurato lavoro di revisione, si è giunti all’ultima e definitiva versione, quella che oggi inziamo a costruire, che acquisisce la credibilità e l'autorevolezza indiscutibile conferitagli dalla Chiesa Cattolica Italiana”. “Un particolare ringraziamento – conclude Don Nazzareno - lo rivolgo al Vescovo Monsignor Montevecchi che ha sempre creduto in questo progetto e ci ha sempre stimolati senza mai ostacolare l’entusiasmo dell’intera comunità. Ringrazio poi il Sindaco che insieme all’Amministrazione Comunale è stata sempre attenta alle esigenze di questa Comunità Parrocchiale. Un ringraziamento poi è rivolto ai tecnici, ai collaboratori e consulenti che hanno redatto questo progetto: l’architetto progettista Contini di Parma, l’ingegner Giustino Di Emidio e tutti i suoi collaboratori per le strutture e impianti, don Mario Cataldi per l’esperta consulenza liturgica, l’artista Giuliano Giuliani incaricato della realizzazione delle opere d’arte. Vorrei poi dire un grande grazie a tutti i parrocchiani. E’ per loro e con loro che realizziamo quest’opera. Grazie perché in questi anni abbiamo sempre insieme creduto che sarebbe arrivato il tanto atteso giorno della Prima Pietra”. Alla cerimonia saranno presenti anche il Direttore Nazionale Beni Culturali, Monsignor Stefano Russo, l’architetto Contini, il Sindaco, la Giunta ed il Consiglio Comunale di Castel di Lama, il Sindaco di Ascoli, il Presidente della Provincia di Ascoli ed il Vicepresidente del Consiglio provinciale, il Responsabile della Protezione Civile di Ascoli, i Consiglieri regionali e provinciali della provincia, il Presidente e Vice ed il Direttore della filiale locale di Castel di Lama della Carisap, il Comandante della locale Stazione dei Carabinieri, il Presidente provinciale del Coni, il Presidente provinciale della Figc, il Presidente e Vice dell’Ente Fiera di Castel di Lama, il Presidente della Pro Loco di Castel di Lama, il Presidente della Croce Rossa Italiana di Castel di Lama, il Presidente delle Società Sportive del territorio il Coordinatore del Settore Giovanile dell’Ascoli Calcio ed i Dirigenti Scuola Media “E. Mattei”.

Nessun commento: