Google+ Followers

sabato 27 dicembre 2008

ASCOLI P./ ANCORA IMPORTANTI RICONOSCIMENTI PER IL MAESTRO DE BERARDINIS

ASCOLI PICENO - Fine anno davvero stupendo per il Maestro Giuseppe de Berardinis, dopo un’annata nella quale ha conquistato per la terza volta consecutiva il titolo Italiano di Kata di Judo (a coppie) insieme a Roberto Paniccià, arrivano i riconoscimenti del Coni Provinciale e del Comune di Ascoli Piceno, ma soprattutto “sopra le righe” la comunicazione personale del Presidente della Fijlkam, il dottor Matteo Pellicone con la quale gli viene comunicata la promozione a Quinto Dan di Judo “motu proprio” per i tanti meriti sportivi acquisiti. Giuseppe de Berardinis è l’unico Maestro di Judo Quinto Dan della Fijlkam della Provincia di Ascoli e di quella della vicina Teramo. E’ atleta agonista titolare della Nazionale Italiana di Kata di Judo dal 2005 ed è stato convocato fino ad oggi 6 volte a rappresentare l’Italia in competizioni Internazionali conquistando ben 5 medaglie, 1 oro, 3 argenti ed un bronzo. Dal 2006 gli è anche stata riconosciuta la qualifica di Azzurro e dal 2007 superato l’esame nazionale è anche stato inserito nell’apposito elenco dei Docenti Nazionali Federali. “Erano almeno due anni – ha affermato Giuseppe de Berardinis - che aspettavo questa promozione che era maturata con le due medaglie vinte ai campionati Europei di Kata di Judo Londra 2005 e poi Torino 2006, promozione che per “stranezze” è arrivata solo oggi dopo altri due europei, Wuppertal con un Argento e Malta con un altro Argento, l’importante è che alla fine è arrivata, anche se in ritardo ma nel momento migliore, malgrado tutto alla fine ha trionfato la meritocrazia. Anche a livello locale qualcuno si prodiga sempre a vari livelli per “frenare” la nostra attività, è bene chiarire a tutti, i “locali” che troppo spesso si impegnano più che a produrre, solo a creare problemi di ogni tipo, che sono sempre stato un tipo che è andato fino in fondo ad ogni cosa, per scoprire la verità, sono piuttosto conosciuto per questo e cambio idea difficilmente poiché sono sempre molto convinto di quello che faccio, e, così come sto verificando il perché del “ritardo” e poi come sanarlo, sto facendo lo stesso per quanti in Ascoli si prodigano, più o meno nascosti (retaggio di secoli) non meglio di come fanno i bambini… a cercare di produrre problemi ed ostacoli… anche in questo caso per sanare il problema… Vorrei lanciare un chiaro messaggio: E’ finito il tempo delle improvvisazioni, il tempo delle chiacchiere, la gente cerca fatti concreti e positivi, anche il bluff può essere valido nell’arco di una partita a carte… non tutta la vita… chi non è capace o non capisce è meglio che se ne stia buono buono a studiare o che se ne vada a casa… prima che ce lo mandino gli altri! E’ veramente idiota colui che pensa di ricavarsi uno spazio soltanto cercando di denigrare o bloccare l’attività degli altri, è come dire fermiamo il mondo, la vita, ed è ancora più stupido quell’individuo che si atteggia a superuomo quando, è il solo a non rendersi conto di aver perso la partita, e da parecchio tempo…”. Il messaggio è concluso ed è anche chiaro.

Nessun commento: