Google+ Followers

lunedì 21 dicembre 2009

ASCOLI P./ ROUND TABLE: UN 2010 SPUMEGGIANTE ALL’INSEGNA DEL PICENO


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 21 DIC. – La tradizionale serata degli auguri della Round Table 27 di Ascoli Piceno svoltasi nei giorni scorsi, quest’anno si è trasformata in una vera e propria conferenza programmatica per il 2010. I meriti di quest’originale impostazione sono tutti del vulcanico presidente Marco Bernardo, che a vedere un tabler con le mani in mano proprio non ci può stare. Così sbrigati i convenevoli iniziali con lo scambio di alcuni doni tra i soci e l’obbligatorio omaggio personale del Presidente alle esponenti del gentil sesso presenti, si è cominciato subito a lavorare. Per fortuna che ad allietare il clima di lavoro c’erano i manicaretti di Lucio Sestili, titolare dell’Enoteca Kursall ove si è svolta la serata, cui ha partecipato anche il presidente di IV Zona della Round Table Italia, Angelo Davide Galeati. Il primo punto all’ordine del giorno affrontato è stato l’analisi dell’attività finora svolta. Si è rimarcata in particolare la serata ad Offida ove si è tradotto in termini pratici uno dei principali intendimenti che Bernardo sta portando avanti: l’apertura del Tavola verso gli altri Club del Piceno ma anche del Circondario. In tale ottica si è anche discusso della possibilità di fondare e rifondare nuove tavole. Si è parlato di una Round Table a Teramo ma anche di Fermo e Macerata. La discussione si è però particolarmente soffermata sul prossimo importante appuntamento che vedrà impegnata la Tavola ascolana. Il prossimo venerdì 29 gennaio i Tabler ascolani vareranno il primo premio annuale che il Club consegnerà ad un personaggio di caratura nazionale che si è particolarmente distinto nella sua attività. Il premio chiamato “Il Piatto in Tavola 2010”, consisterà appunto in un piatto di ceramica realizzato esclusivamente per la Round Table 27. “Sul nome del premiato – ha affermato Bernardo - c’è ancora riserbo. Di sicuro finora c’è che il locale dove si svolgerà la serata è il ristorante Santa Lucia di Graziano Simonetti in Via Valle Chifenti, riconosciuto dai più come uno dei migliori locali del nostro territorio”. Alla serata degli Auguri erano anche presenti il presidente cittadino del Club 41, Fabio Petroni, e l’ex presidente nazionale Diego Giacoboni. Entrambi si sono fatti portatori di due messaggi: uno ludico ed uno di solidarietà. Quello ludico ha riguardato l’invito ufficiale alla Round Table alla manifestazione Maial Fest che si terrà ad Ascoli il 15, 16 e 17 gennaio. Quello di solidarietà ha riguardato la presentazione di un cd per ultimare il finanziamento della Casa dei Giovani che Club 41 anche in collaborazione della Round Table Italia hanno realizzato ad Onna, paese vicino a L’Aquila distrutto dal sisma dell’aprile scorso. Infine, tanto per non smentire le sue qualità, Bernardo ha anche accennato alla costituzione ad Ascoli di un Lady Circle, ovvero un club per sole donne, già gemellato alla Round Table International a livello mondiale. Solo a tarda notte, il Presidente ha liberato i suoi Tabler.

mercoledì 16 dicembre 2009

ASCOLI/ JUDO, DE BERARDINIS PROTAGONISTA ALLO STAGE DI LIGNANO


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 17 DIC. - Il maestro Giuseppe de Berardinis, insegnante dell’Ad Judo Cento Torri Ascoli Piceno è stato inserito nel prestigioso novero dei Docenti al secondo Seminario Internazionale di Kata di Judo tenuto a Lignano Sabbiadoro presso il Centro Ge.Tur. nei giorni scorsi. Lo stage ha seguito il secondo Torneo Internazionale “A” di Kata di Judo organizzato dalla European Judo Union. Quattro sono stati i Docenti federali impegnati: il maestro Piero Comino, settimo Dan Judo, che ha approfondito lo studio del Nage no Kata e del Katame no Kata, il maestro Daniele Mainenti ed il maestro Andrea Faccioli entrambi quinto Dan Judo ed atleti della Nazionale Italiana di Kata di Judo che hanno analizzato il Ju no Kata ed il Kodokan Goshin jutsu. Giuseppe de Berardinis quinto Dan Judo ed Atleta della Nazionale italiana di Kata di Judo, invece ha mostrato e spiegato il contenuto del Kime no Kata anche conosciuto con il nome di Shinken Shobu no Kata, studio originale delle così dette Forme del Combattimento reale.

martedì 15 dicembre 2009

ASCOLI P./ MISERICORDIA: VINCE LA LOTTERIA E LA DONA AL PROGETTO UMANITARIO


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 15 DIC. – Si aggiudica un ambito soggiorno in Kenia con volo aereo incluso e senza esitare lo dona tutto in beneficenza all’associazione che aveva organizzato la sottoscrizione a premi. È avvenuto nei giorni scorsi in occasione dell’estrazione della lotteria di beneficenza della Misericordia di Ascoli Piceno per finanziare il “Progetto Diana – Misericordia per l’Africa”. Il protagonista del nobile gesto avvenuto presso il ristorante Boccaccio Life è un dipendente della Croce Rossa di Ascoli Piceno, Maurizio Virgili. “Un grazie veramente di cuore – ha affermato Elia Gabirelli, governatrice della Misericordia di Ascoli, va a tutti coloro che hanno partecipato alla cena di beneficenza tenutasi a favore del Progetto Diana! Ma un grazie particolare e davvero grande va a Maurizio Virgili, il quale ha vinto il primo premio della Lotteria, ma che ha subito deciso di non ritirare devolvendo il totale valore del viaggio al nostro Progetto”. Alla serata presso il noto locale nel centro storico di Ascoli hanno preso parte ben oltre un centinaio di benefattori ai quali è stato proiettato un significativo documentario dei risultati ottenuti dal Progetto Diana in Kenia. “Con il progetto Diana – ha aggiunto Ignazio Buonopane, coordinatore dell’Associazione - la Misericordia di Ascoli ha provveduto a finanziare, in parte, la costruzione di una casa di accoglienza per l'infanzia, il children centre mayungu. Il centro è gestito da Maria Luisa Travaglia e suo marito Renato Valeri che vivono in kenya da 11 anni e l'idea di realizzare questa splendida struttura nasce proprio da loro.Il progetto Diana nasce invece nel 2006 da Luana Fabiani Luana e da mia figlia Daniela, che ne sono tuttora le responsabili per la provincia di Ascoli. Il children centre mayungu apre i battenti il 21 gennaio 2008 e ospita attualmente 53 bambini , la nuova fase del progetto prevede il mantenimento degli ospiti e le spese di gestione”. Infine i numeri dei biglietti vincenti della Lotteria di Beneficenza del Progetto Diana - Misericordia per L'Africa: primo premio 2463, secondo premio 1797, terzo premio 2495, quarto premio 2532 e quinto premio 2962. I premi potranno essere ritirati presso la Misericordia di Ascoli nella sede posta dinanzi l’Ospedale Mazzoni.

lunedì 14 dicembre 2009

GROTTAMMARE/ UN CORSO PER FARSI LA BIRRA DA SÈ

(PRESSOFF.INFO) GROTTAMMARE/ AP, 15 DIC. – Un esclusivo corso d’introduzione alla produzione artigianale della birra è quanto si terrà presso il Sabya Beach, noto ristorante e stabilimento balneare a Grottammare, la prossima domenica 20 dicembre. Ad organizzarlo è l’associazione L’Osteria Volante di cui è fondatore il sommelier Anselmo Calenti. L’evento, allestito in collaborazione con la pizzeria locanda La Giara e l'emporio Camaioni entrambi di Pagliare del Tronto, frazione di Spinetoli, sarà diretto da un docente di produzione e cultura birraria, Daniele Merli. “Il corso – afferma Calenti - prevede l’introduzione a nozioni teoriche ed applicazioni pratiche, dalla macinazione alla fermentazione della birra prodotta con il metodo all-grain, fino alla cottura con attrezzatura casalinga. La partecipazione comprende colazione, pranzo con degustazione di birre artigianali ed il testo !La tua birra fatta in casa! di Bertinotti & Foraggi edizione FAG Milano. Sarà inoltre messo a disposizione un mezzo gratuito da e per la stazione di S. Benedetto del Tronto per chi arriverà in treno!. Informazioni ed iscrizioni al telefono 338.1111080 o via mail coppiere@virgilio.it oppure presso La Giara tel. 0736.899293 o mail otorino_69@yahoo.it.

giovedì 10 dicembre 2009

BASKET/ TOWERS: SABATO AD ASCOLI MATCH VERITÀ CON LA TECMECO LUCERA

(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 10 DIC. – Quello di sabato cui è chiamato l’Ascoli Towers Basket contro la Tecmeco Lucera non può non essere un test verità. Gli Ascolani del presidente Luigi Prevignano, infatti, arrivano a quest’appuntamento dopo ben 4 sconfitte consecutive: di cui una interna con la capolista Italcom Campobasso, e tre esterne a Fondi, Pescara e l’ultima a Giulianova. Un direzione che capitan Andrea Cempini e compagni sabato alle ore 21 al PalaBasket di Via Sparvieri sono tassativamente obbligati ad invertire. Purtroppo però per coach Maurizio Caponi quella contro il Lucera non sarà una certo una missione facile. I Foggiani, sebbene in classifica occupano una sola posizione avanti ai Piceni (con 10 punti al loro attivo a fronte degli 8 dell’Ascoli), sono una squadra di assoluto valore dove spicca il nome di uno dei più mortiferi cecchini ancora in circolazione, Donato Di Monte. Nonostante i suoi 41 anni Di Monte è il classico tiratore cui affideresti il tiro da 3 che può valere la tua vita. Una carriera la sua trascorsa a crivellare retine di parquet di B1 da assoluto protagonista, costantemente oltre i venti punti di media ed una stagione a 15 punti di media in Legade, quando ancora si chiamava A2, a Trapani a fianco di un certo Ron Rowan a Trapani. Di Monte, però non è l’unico punto di forza del Lucera: ce ne sono almeno altri 3 a partire dal play-guardia di Brindisi, Giovanni Sardano, passando per le ali Diego Ismael Onetto (uruguaiano con passaporto italiano) e Marco Sisto di Termoli, fino ad arrivare al play di Roma Dario Lanfaloni. Insomma un reparto esterni da far invidia almeno al 50 per cento delle altre compagini del Girone G. E’ invece sotto le plance che il Lucera accusa le maggiori difficoltà e sarà lì dove gli Ascolani dovranno insistere forti di un Cempini che a pieno titolo si sta continuando ad affermare come il miglior lungo in termini offensivi. Un apporto fondamentale per portare a casa i due punti lo dovranno ovviamente fornire anche tutti gli altri compagni di squadra a cominciare dall’ala pivot Jacopo Roberti e dagli esterni Mirco Elia, Daniele Aniello e Luca Fillari che, seppur tra alti e bassi, hanno dimostrato di aver più di un asso nella manica. A condurre l’incontro saranno gli arbitri Luigi D’Angelo e Marco Pazzaglini, cui sarà richiesta una grande attenzione e scrupolo. Tra le curiosità questa settimana, oltre alle promozionali con l’aperitivo al Bar Ro.Ma. e la collaborazione con l’Ascoli Calcio, questo sabato alle ore 18.30 si svolgerà una gara amichevole di minibasket tra i giovanissimi locali guidati da coach Aniello e quelli del Folignano Basket della presidentessa Raffaela Depergola guidati dall’istruttore Francesco Petrelli in collaborazione con Mirko Quintili.

domenica 6 dicembre 2009

OFFIDA/ ROUND TABLE: TELEFONO AZZURRO, MISSONE COMPIUTA A DIFESA DELL’INFANZIA VIOLATA


(PRESSOFF.INFO) OFFIDA, 7 DIC. – In vista della tradizionale serata degli Auguri, che avrà luogo il prossimo venerdì 18 novembre, s’allarga la famiglia della Round Table 27 di Ascoli Piceno In un conviviale ad Offida presso la Cantina del Picchio ha fatto, infatti, l’ingresso alla Tavola Ascolana l’imprenditore edile Luca Vallorani. A curare l’ingresso di Vallorani nell’esclusivo club ascolano è stato l’ex presidente Francesco Petrelli coadiuvato dall’imprenditore Domenico Fratoni, fino all’anno scorso Grande amico della Tavola n.27. “L’entrata in Tavola di un giovane ma molto attivo imprenditore come Vallorani – ha commentato il presidente della Round Table 27, Marco Bernardo – non può che riempirci d’orgoglio perché rappresenta un risultato assolutamente positivo del lavoro che stiamo facendo sul territorio ormai da anni. Uno dei nostri scopi fondamentali è infatti quello di favorire i contatti fra i giovani che esercitano diverse professioni od esplicano diverse attività lavorative nell’intera nostra provincia e nel suo circondario. Altra finalità del Club è quella di spronare ogni nostro membro a contribuire, soprattutto in questo particolare momento di difficoltà che attanaglia il Piceno, con il suo personale esempio al prestigio della propria professione od attività lavorativa. Vallorani, che attualmente è al vertice di tre società edili che stanno dando a vario titolo lavoro a varie maestranze, rappresenta sicuramente un esempio da seguire. La sua attuale realtà lavorativa è, da sottolineare, il frutto del suo ingegno e di quello dei suoi soci, che pressoché da zero risorse ma con delle grandi competenze hanno saputo emergere”. La serata di Tavola è stata poi anche una preziosa occasione per portare a compimento il tradizionale service annuale del Telefono Azzurro. Ad Offida sono state distribuite, a fronte di piccole ma preziosissime donazioni all’Associazione che difende l’infanzia, tutte le candele in possesso della Tavola. L’operazione di raccolta fondi a favore del Telefono Azzurro era già partita un paio di settimane fa con due giornate trascorse davanti allo storico Caffè Meletti su iniziativa del presidente Bernardo insieme ai soci Petrelli, Angelo Davide Galeati, Matteo Meletti e Fausto Minervini e Renato Pierantozzi. Alla serata ad Offida, allietata dalle leccornie dello chef Emidio Pasqualini, hanno preso parte oltre che gran parte dei membri della Round Table, anche l’attuale presidente del Club 41 di Ascoli, il dottor Fabio Petroni, accompagnato dal past president nazionale del 41, Diego Giacoboni, e dai soci Paolo Nespeca, Giampietro Cesari e Domenico Vannicola. Presente anche una delegazione del Rotare ed alcuni imprenditori della zona, tra cui spiccava il titolare della rinomata vitivinicola Ciù Ciù, Walter Bartolomei, che nell’arco della cena ha dato ampio sfoggio dei suoi vini con uan prestigiosa verticale commentata passo passo dal suo collaboratore Tito Galanti.

giovedì 3 dicembre 2009

FOLIGNANO/ FLAIANI: “AL LAVORO PER IL NUOVO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI”

(PRESSOFF.INFO) FOLIGNANO, 04 DIC. – L’amministrazione comunale di Folignano guidata dal sindaco Angelo Flaiani, proseguendo la linea tracciata dalla precedente Giunta, riproporrà il Consiglio comunale dei Ragazzi. “L’iniziativa - comunica il primo cittadino – comporterà un impegno organizzativo da parte dell’Amministrazione non indifferente di modo da permettere davvero a tutti i giovani residenti di prendervi parte. A tale proposito ho incaricato il consigliere comunale Daniele Ricciotti di stilare un progetto per riattivare l'iniziativa e concertarne le modalità di attuazione con tutti gli Istituti scolastici operanti sul territorio”. Nei giorni scorsi si sono svolti già incontri interlocutori, che hanno sin da subito evidenziato un grande interesse da parte delle Dirigenti scolastiche. Innanzitutto l'arco temporale del progetto si estenderà per tre anni scolastici, prevedendo per il primo anno, ovvero da oggi fino a giugno 2010, una fase curata interamente dagli Istituti scolastici, volta ad insegnare ai ragazzi, nell'ambito della materia “Cittadinanza e Costituzione”, i fondamenti dei diritti e dei doveri di ciascun cittadino, oltre ad una conoscenza più ampia delle istituzioni locali, con visite guidate ai luoghi di rappresentanza ed alle sedute del Consiglio comunale. A partire da settembre 2010, con l'avvio della campagna elettorale e delle successive elezioni, si avrà l'elezione del Sindaco e del Consiglio comunale dei ragazzi, Ccr, che durerà in carica, come da bozza del regolamento tuttora in fase di stesura, un anno scolastico. Una data importante che il primo Consiglio comunale dei ragazzi incontrerà sul suo cammino sarà il 150esimo anniversario dell'Unità d'Italia che cadrà il 17 marzo 2011.“Con l’'istituzione del Consiglio comunale dei ragazzi – riprende Flaiani – è nostra intenzione far crescere giovani preparati su diritti e doveri, con uno spiccato senso di cittadinanza italiana, affinché diventino protagonisti della vita delle Istituzioni, mostrandosi consapevoli ed entusiasti dell'Anniversario che festeggeremo. Un'altra finalità è poi rappresentata dal costruire nei ragazzi una coscienza civica responsabile delle proprie scelte, insegnandogli anche ad avere cura e rispetto degli ambienti e dei luoghi pubblici, in quanto patrimonio comune. Avere, insomma, a cuore le sorti del proprio territorio, per difenderlo e farlo crescere”. Gli studenti coinvolti nell'iniziativa saranno i ragazzi residenti che frequentano, sul territorio o in altri comuni, le classi quarta e quinta elementare e la prima, seconda e terza media.

lunedì 30 novembre 2009

FOLIGNANO/ IL COMUNE VA A CACCIA DI RIFIUTI

(PRESSOFF.INFO) FOLIGNANO, 27 NOV. – “Caccia ai rifiuti” è il nome del progetto che il Sindaco di Folignano, Angelo Flaiani ed il suo Assessore all’ambiente, Graziano Vannozzi, hanno presentato nei giorni scorsi agli Istituti scolastici del Comune. Il progetto è inserito nell’ambito della strategia che l’Amministrazione ha messo in atto per incrementare gli ottimi risultati finora raggiunti nella differenziazione dei rifiuti. “Dal 15% di Rifiuti solidi urbani differenziati nel 2006 – ha sottolineato Vannozzi - abbiamo raggiunto a fine ottobre un indice del 40%. Questo progetto attuato in collaborazione con i due Istituti scolastici comprensivi del nostro territorio, si pone l’obbiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica relativamente al problema importante e delicato dello smaltimento dei rifiuti. E’ innegabile che coinvolgere i ragazzi in questo progetto significa far arrivare un segnale alle famiglie, per cercare insieme la soluzione a questo delicato problema, che se non risolto, condizionerà la nostra qualità della vita futura”.
“Anche a nome del Sindaco – prosegue l’Assessore -, ringrazio i Presidi dell’Isc Monti e Folignano Capoluogo, nonché tutte le insegnanti coinvolte, perché inserendo tale progetto nei rispettivi Pof hanno reso possibile dare inizio ad una campagna di sensibilizzazione altamente qualificata. Compito dell’Amministrazione sarà quello di coordinare alcune azioni quali l’intervento di esperti del campo, come ad esempio Lega Ambiente e Fare Verde, ma anche programmare viste guidate per i ragazzi presso la discarica Relluce ed al sito di lavorazione e recupero dei rifiuti differenziati. Ancora nell’ambito del progetto è stato inserito anche un sub progetto elaborato dal Responsabile del Servizio comunale, Ranalli e dall’Istituto tecnico agrario di Ascoli dal Titolo “Compostiamoci”. L’iniziativa mira ad incrementare la differenziazione, in modo da potare l’indice dal 40% attuale al 68% e più, previsto dalla legge. È necessario poi differenziare anche i residui di erba derivanti dalla manutenzione dei giardini privati presenti nel nostro territorio. Il metodo del compostaggio è la soluzione ideale per non gettare tali residui in quelli non differenziati che finiscono in discarica. I residui di erba, insieme ai rifiuti organici provenienti dagli avanzi del cibo, si posizionano nella compostiera e con un processo naturale si trasforma in concime, che viene usato per la fertilizzazione dei nostri giardini e degli orti. Il sub progetto, che prevede la fornitura di una compostiera per Istituto, afferma l’assessore è quello di rendere nota ai ragazzi questa pratica con l’aiuto di un esperto agronomo”.“Anche in questo caso – conclude Vannozzi - siamo convinti che la scuola può essere un esempio trainante per i cittadini che vorranno sperimentare questa pratica di recupero dei rifiuti”.

sabato 28 novembre 2009

FOLIGNANO/ VENERDI’ FESTA DEL MINIBASKET CON OLIO EXTRA VERGINE


(PRESSOFF.INFO) FOLIGNANO, 28 NOV. – Ha un tema assolutamente singolare la prima Seconda Festa del minibasket a Folignano organizzata dal Folignano Basket, l’associazione sportiva di Folignano, presieduta da Raffaela Depergola, che si occupa di divulgare con finalità sociali la disciplina del basket tra i più giovani abitanti del territorio. Il leitmotiv della serata che vedrà insieme i piccoli cestisti di Folignano con i rispettivi genitori e familiari ai dirigenti, istruttori dell’Associazione, sarà l’olio d’oliva extra vergine, il cui profumo in questi giorni sta ammaliando l’intero nostro territorio. L’appuntamento è fissato il prossimo venerdì 5 dicembre presso il rinomato oleificio ascolano della famiglia Fratoni, con papà Emidio ed i figli Domenico e Giovacchino. All’appuntamento che prenderà il via alle 19 in punto prenderanno parte anche l’assessore allo sport, Giuseppe Paci, ed il sindaco Angelo Flaiani, che la presidentessa Depergola ha puntualmente invitato. Sarà una festa con la quale l’Associazione intende rimarcare le sue finalità associative ed aggregative. Per quanto riguarda invece i corsi di minibasket si svolgono sempre presso il PalaRozzi a Villa Pigna. All’Associazione l’Amministrazione comunale ha concesso due spazi settimanali: il lunedì dalle 17 alle 18.30 ed il venerdì dalle 16.30 alle 18. “L’attività della nostra Associazione – ha affermato Maurizio Caponi, direttore tecnico del nuovo team folignanese, nonché noto allenatore di basket con una grande esperienza di vivai e settori giovanile tra Marche ed Abruzzo, questa stagione in C Nazionale alla guida tecnica dell’Ascoli Basket - riguarda soprattutto i più piccoli, bambini e bambine nati dal 1998 al 2004, ovvero le categorie Pulcini e Paperine, Scoiattoli e Libellule, Aquilotti e Gazzelle fino ad arrivare agli esordienti, seguiti da un team di collaboratori tecnici come Mirko Quintilii, coordinati da un istruttore federale Francesco Petrelli”. “A sostenere il nostro progetto sportivo – ha ricordato la De Pergola - che punta anche al sociale, c’è anche un importante Associazione di categoria per la piccola e media impresa, PmiMarche, che nella persona del direttore generale Andrea Calvaresi e del presidente Domenico Fratoni ha approntato un programma di sviluppo promozionale per tutti i giovani figli di lavoratori dipendenti ed autonomi: soli 10 euro di contributo spese al mese, iscrizione una tantum di 30 euro, avviamento all’attività sportiva gratuito ed un kit in regalo al momento dell’iscrizione all’Associazione. Per informazioni ed iscrizioni ai corsi ci si può ancora rivolgere a Maurizio al numero di telefono 335.8191372 oppure a Francesco al 3335413490 o per fax 1782277707 o e-mail a folignanobasket@tiscali.it e si può anche consultare il sito internet http://folignanobasket.blogspot.com/.

ASCOLANI GIA IN SETTIMANA BIANCA

(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 28 NOV. – ASCOLI - Montagna, la stagione turistica è ai blocchi di partenza. Anche ad Ascoli c'è una grande richiesta di settimane bianche. Tra i più indaffarati in questi giorni sono sicuramente i maestri locali che debbono organizzare al meglio i soggiorni degli sciatori del Piceno al Nord dell'Italia. Tra i più attivi, data la sua ampia esperienza, c'è sicuramente il maestro Domenico Cagnetti dell'associazione sciistica ascolana, Piagge Sky. "Quest'anno - ha detto Cagnetti - puntiamo sopratutto sulle settimane a Pinzolo, Canazei, Sestriere e Cervinia. Proprio in questi giorni le prenotazioni presso l'agenzia viaggi Etrek che ci supporta nell'organizzazione tecnica stanno entrando nel vivo. Ogni anno sono sempre di più gli Ascolani che si avvicinano allo sci ovviamente soprattutto tra i più giovani". Cagnetti, che lo si può contattare per informazioni ai numeri 073646869 e 3355619682, traccia anche un profilo della situazione delle settimane bianche al Nord. "Semaforo verde anzitutto a Cortina d'Ampezzo - ha affermato il Maestro -, dove gli appassionati potranno sciano già da almeno una settimana; ma, con le Dolomiti imbiancate, anche altre località stanno iniziando in anticipo rispetto alle previsioni: ad Alleghe, Arabba, Col dei Baldi, in Marmolada, a Zoldo, Falcade e sulle piste di Porta Vescovo e di Passo San Pellegrino l'apertura degli impianti è prevista per il weekend del 27-29 novembre". "Per quanto riguarda la nostra organizzazione - ha concluso Cagnetti - cominciamo la stagione il 28 dicembre prima con il Capodanno a Pinzolo, poi sempre a Pinzolo, con l'Epifania. Dal 20 al 27 febbraio ci spostiamo a Canazei, dal 6 al 13 marzo a Sestriere, dal 31 marzo al 6 aprile la Pasqua la trascorriamo a Pinzolo e chiudiamo dal 18 al 24 aprile a Cervinia".

S.BENEDETTO DEL T./ CHEF NOSTRANI A CONFRONTO SULL’OSTRICA PIATTA PICENA


(PRESSOFF.INFO) SAN BENEDETTO DEL TRONTO, 28 NOV. – Il pesce crudo è di moda ma… conosci l’anisackis? È questo il tema di un seminario che la Delegazione provinciale di Ascoli Piceno della Federazione Italiana Cuochi ha organizzato il prossimo martedì 1 dicembre presso il rinomato Hotel Progresso sullo splendido lungomare di San Benedetto del Tronto. A darne notizia è il Presidente di Delegazione, Alessandro D’Addazio, che ha anticipato come il seminario sarà anche occasione per un confronto su un tema che sta molto a cuore agli chef del territorio: ovvero quello della “Ristorazione a km zero” e nello specifico l’allevamento dell’ostrica piatta picena e della cozza nostrana, ovvero la filiera del Piceno. “Al termine dei lavori – ha affermato D’Addazio -, poi, ci ritroveremo insieme a tutti i professionisti interventi a degustare un’ottima cena preparata dal team della padrona di casa, Gabriella “Titti” Bulgari, già vicepresidente nazionale della Federcuochi nonché presidente della Lady Chef. Nel corso della serata vi sarà anche un momento dedicato al sociale, infatti, consegneremo alle associazioni Lega del Filo d’Oro, Croce Verde, Casa S. Gemma Galgani e Casa Manuela, il nostro contributo ricavato dalla Festa del Cuoco, che ha riscosso recentemente un grande successo”. Per informazioni sull’attività della Delegazione del Piceno degli chef della celebre Federcuochi è possibile visitare il sito web www.cuochiascolipiceno.com, oppure scrivere all’indirizzo info@cuochiascolipiceno.com, ma anche telefonare al 3471160300.

venerdì 27 novembre 2009

FOLIGNANO/ FLAIANI: RIDOTTO L’INDEBITAMENTO DEL COMUNE

(PRESSOFF.INFO) FOLIGNANO, 27 NOV. – Due in particolare sono stati i punti importanti affrontati nell’ultimo Consiglio comunale di Folignano svoltosi nei giorni scorsi: l’estinzione anticipata mutui e le linee di indirizzo per la realizzazione di un impianto fotovoltaico A renderlo noto è stato il sindaco, Angelo Flaiani.
“Stiamo lavorando – ha affermato il primo cittadino di Folignano - sul bilancio 2010 sia sulla riduzione delle spese con l’estinzione anticipata di mutui, che sul lato delle entrate, con la realizzazione di un impianto fotovoltaico in collaborazione col privato. I mutui in estinzione anticipata sono 15, di cui 14 con la Cassa depositi e prestiti, per un importo complessivo di circa 267mila euro. L’operazione, interamente finanziata con l’avanzo di bilancio, permetterà un risparmio annuo delle spese correnti di circa 60mila euro a partire dal 2010”.
“I mutui in estinzione – ha proseguito Flaiani - hanno scadenza tra il 2014 e 2017 con un tasso di interesse tra il 6,30% e 7% e quindi molto al di sopra degli attuali tassi di mercato. Sono previste penali di estinzione anticipata pari a circa 15mila euro, interamente a carico dello Stato, come previsto dalla finanziaria del 2007. La proposta fa parte di un consistente piano di riduzione delle spese correnti che l’amministrazione ha presentato complessivamente in Consiglio. Inoltre la riduzione dell’indebitamento e l’estinzione di mutui fuori mercato permette anche di poter utilizzare parte delle risorse risparmiate per la realizzazione di nuove opere. Per quanto possibile e compatibilmente con il rispetto del piano di stabilità si intende sfruttare gli attuali tassi di interesse per finanziare alcune importanti opere del programma elettorale”.“Per quanto riguarda l’impianto fotovoltaico – ha concluso Flaiani - oltre all'aspetto ambientale ha come obiettivo l' aumento delle entrate comunali. Nella delibera si prende atto dell’impossibilità di intervenire direttamente e si apre la porta ai fondi dei privati. Viene dato indirizzo per la preparazione di un bando pubblico per la presentazione di progetto di impianto fotovoltaico su edifici pubblici e terreni di proprietà dei privati”.

domenica 22 novembre 2009

ASCOLI P./ TOWERS DAI DUE VOLTI CEDE ALLA CAPOLISTA

ASCOLI TOWERS – ITALCOM MENS SANA CAMPOBASSO: 65 - 72
ASCOLI: Cempini 24, Pecchia, Roberti 13, Quarchioni, Fillari 6, Aniello 4, Di Silvestro 4, Elia 14, Almeoni e Berardini. Coach: Maurizio Caponi.
CAMPOBASSO: Montuori 15, Anzini, Vulekovic 7, Benassi 16, Savini 2, Sarracino, Martellucci, Fiorini, Saccardo 12, Labate 20 e Panichella. Coach: Salvemini Giorgio.
ARBITRI: Nania Eugenio di Perugia e Stefanini Francesco di Orciano/ PG.
NOTE: parziali 12-23, 13-21, 24-9 e 16-19; uscito per 5 falli Aniello; fallo tecnico ad Aniello.(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 22 NOV. – Un Ascoli Towers dai due volti ed alcune decisioni arbitrali molto discutibili sul finale di gara sono le ragioni della sconfitta interna degli uomini del coach Maurizio Caponi. Una sconfitta maturata al fotofinish dopo una rincorsa che ha permesso agli ascolani di recuperare i 19 punti di scarto che dividevano le due formazioni dopo i primi 20 minuti. Dopo i due quarti iniziali totalmente da buttare, capitan Cempini & company riuscivano nell’impresa addirittura di mettere la faccia avanti sul 62 a 61. Una rimonta sulle ali soprattutto di Elia e Roberti, che lasciava quasi totalmente frastornata l’Italcom, nonostante gli urlacci di coach Salvemini. A destare dall’assopimento i Molisani, però, arrivavano alcune decisioni arbitrali quantomeno criticabili, che facevano andare su tutte le furie il folto pubblico sempre molto pacato. Purtroppo ad appesantire la situazione arrivavano almeno un paio di giocate non esattamente felici del playmaker di Matelica, Pecchia (0 su 6 dal campo e 2 palle perse). Insomma il sogno di una vittoria rocambolesca si dissolveva in un nonnulla. A fine gara c’era il rammarico per la presa di coscienza di aver buttato alle ortiche un occasione davvero più unica che rara. Ovviamente l’amarezza non era legata solo ai momenti più concitati ma anche e forse soprattutto ad un inizio assolutamente con fin troppo poco mordente per affrontare la compagine che forse più di tutte può valersi di un organico almeno di una categoria superiore. Tra gli ascolani oltre ai citati Cempini, Elia e Roberti, discreto anche Di Silvestro. Per gli ospiti Labate, Benassi, Montuosi e Saccardo, come previsto.

giovedì 19 novembre 2009

BASKET/ TOWERS: SABATO AD ASCOLI ARRIVA LA CAPOLISTA ITALCOM CAMPOBASSO.


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 19 NOV. – Per i bianconeri di coach Maurizio caponi questa in vista di sabato è stata una settimana di lavoro particolarmente duro. Reduci dalla sfortunata sconfitta lontano della mura di casa con il Fondi, gli Ascolani hanno avuto a mala pena il tempo di riflettere sulle sorti in terra laziale che già si sono dovuti immergere negli allenamenti per preparare al meglio la gara di questo sabato 19 novembre al PalaBasket di via Spalvieri dove arriverà la Italcom Mens Sana Campobasso una delle tre attuale capolista. Le altre due al vertice del girone sono il Quarta Caffè Monteroni ed il Soavegel Francavilla, due team che gli uomini del presidente Luigi Prevignano hanno affrontato con contrapposta sorte. Col Francavilla hanno vinto bene nell’esordio casalingo, mentre con Monteroni al temrine di una gara combattuta hanno dovuto soccombere pur con l’onore delle armi. A differenza del Monteroni, che per alcuni è la sopresa della stagione, anche se ad Ascoli ha dato l’idea di un roster particolarmente quadrato e robusto sotto canestro, sia la Soavegel che soprattutto l’Italcom, sono squadre costruite per puntare in alto, vere e proprie macchine da guerra. Il miglior elemento dei molisani, almeno in questa prima fase stagionale, è il playmaker Giovanni Montuori (oltre 16 punti di media a gara), regista della premiata scuola casertana, che ha sfornato gente del calibro di Nando Gentile ed Enzino Esposito. Pericolo pubblico n. 2 è Antonio Labate, guardia brindisina di 32 anni che viaggia ad oltre 15 punti di media, conditi con oltre 5 rimbalzi a gara, spalmati su circa 38 minuti di media a partita. Sicuramente un prezioso jolly nelle mani dell’esperto coach Giorgio Salvemini. Altra chicca di questo Campobasso è l’ala pivot Andrea Benassi un 2 metri sicuramente di almeno una categoria superiore visto nelle Marche qualche anno fa già ad Osimo. Un osso sicuramente duro per il nostro lungo di riferimento Andrea Cempini, sarà il pivot di ben 216 cm d’altezza, Antonio Saccardo, con vari trascorsi in A che attualmente sta collezionando ottime performance sia a rimbalzo che nei punti e nelle medie bulgare di realizzazione. Infine Francesco Savini da Atri un ottimo legante in grado di giocare sia guardia che play, con tanta esperienza sebbene abbia appena 27 anni. Sul fronte ascolano oltre che al solito Cempini stavolta è richiesta una prestazione super almeno ai vari Roberti, Elia, Aniello e Fillari che finora hanno dimostrato, tra alti e bassi, di avere una condotta più produttiva. Tra le curiosità questa settimana, oltre alle promozionali con l’aperitivo al Bar Ro.Ma. e la collaborazione con l’Ascoli Calcio, questo sabato alle ore 17.30 si svolgerà una gara amichevole di minibasket tra i giovanissimi locali guidati da coach Aniello e quelli del Folignano Basket della presidentessa Raffaela Depergola guidati dall’istruttore Francesco Petrelli in collaborazione con Mirko Quintili.

domenica 15 novembre 2009

MARCHE/ IL GOVERNATORE SPACCA HA VISITATO LA MISERICORDIA DI ASCOLI


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 15 NOV. – Il Governatore della Regione Marche, Gian Mario Spacca, ha fatto visita ai volontari della Misericordia di Ascoli. A dargli il benvenuto presso la sede posta proprio dinanzi all’Ospedale Mazzoni di Ascoli, oltre al Coordinatore, Ignazio Buonopane, c’era anche un nutrito numero di volontari. “La visita del Governatore – ha riferito Buonopane – ha sicuramente inorgoglito l’operato dei nostri volontari. Nel corso dell’incontro tanti sono stati i temi toccati. Spacca ha ascoltato con grande interesse il resoconto della nostra attività sia per quel che riguarda il 118 sia per quel che riguarda i progetti speciali. Riguardo a questi ultimi abbiamo illustrato i risultati raggiunti sia di quelli portati a termine che di quelli ancora in corso. Abbiamo reso noti al Governatore anche quelli che sono i progetti futuri in particolare in ambito sociale, chiedendogli di assicurare sempre una maggiore intenzione a questo comparto. Soprattutto alla luce dei forti tagli, circa 300 mila euro, che si preannunciano nel Comune di Ascoli ad opera del nuovo Assessore ai Servzi sociali, Donatella Ferretti, avallati a quanto pare dal Sindaco Guido Castelli, che sicuramente non si rendono conto delle difficoltà quotidiane in cui si opera in quest’ambito, forse perché non ne hanno mai toccato con mano le problematiche. Quelli che intendiamo portare avanti, nonostante i tagli del Comune, sono progetti di assistenza alla popolazione del Piceno soprattutto in questo particolare momento, in cui sta venendo meno una certezza fondamentale come il lavoro. Il presidente Spacca si è dimostrato molto attento e partecipe alle tematiche illustrategli ed ha riconosciuto il ruolo storico importante di tutte le Misericordie delle Marche, alle quali ha confermato la collaborazione dell’Ente. Con Spacca ci siamo complimentati per come sia riuscito ad abbreviare di quasi due terzi i tempi di attesa per i pagamenti delle Asl alle Associazioni come la Misericordia. Prima toccavano anche i 12 mesi oggi si stanno attestando sui 120 giorni, che purtroppo però sono ancora pochi per rimborsare congruamente l’operato dei volontari. La Misericordia di Ascoli, infatti, opera attualmente senza dipendenti, solo grazie agli sforzi dei volontari con le poche risorse finanziarie di cui disponiamo come comparto sociale e che a quanto s’apprende l’Amministrazione comunale di Ascoli vorrebbe ulteriormente ridurre”.La Misericordia di Ascoli Piceno si costituisce nell’ottobre 2002 assorbendo l’associazione Humanitas del Piceno che già operava nel territorio dal 1999. Le gravi esigenze del territorio Piceno nel mondo dell’handicap, di chi soffre, di chi è solo, di chi non ha un aiuto per poter rispondere alle proprie necessità, l’impossibilità di enti o di istituzioni a dare risposte concrete a tutti, hanno spinto alcuni operai, imprenditori, pensionati, professionisti, casalinghe e giovani, di diversi ceti sociali, ad unirsi, a collaborare insieme per tentare di dare una mano, una parola di conforto, una risposta possibilmente concreta a chi chiedeva soltanto di essere considerato. Lo spirito che lega ogni confratello della Misericordia di Ascoli proviene dalla profonda convinzione di ognuno che fare del bene aiuta a sentirsi meglio; questa non è una convinzione di comodo ma il vero traino che coinvolge tutti nella nostra Misericordia e che ha consentito a questa, seppur piccola e giovane associazione, di svolgere un grande ruolo primario nella città di Ascoli. Quanti grazie, quanti sguardi compiacenti, quante mani tremolanti ma forti nella loro dignità ci hanno circondato d’affetto. Da questo cibo e da questi sentimenti abbiamo tratto linfa vitale per superare le vere e grandi difficoltà economiche ed organizzative per costruire un’associazione degna del nome che porta.

sabato 14 novembre 2009

ASCOLI/ CEMPINI: “AD ASCOLI DOPO VENT’ANNI E’ TORNATO IL BASKET CHE CONTA”.

(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 14 NOV. – Andrea Cempini, classe 1970, pisano di nascita, ma scuola Virtus Bologna. È lui il protagonista di questo ottimo avvio dell’Ascoli Towers Basket al debutto nel campionato di C nazionale. Gli Ascolani, diretti dietro la scrivania dal presidente Luigi Prevignano e guidati sul parquet dal coach Maurizio Caponi, hanno vinto 4 partite su 7 disputate ed attualmente sono in piena zona play-off. Cempini di questo gruppo è l’unico giocatore davvero navigato che si è dimostrato ancora una volta nella sua importante carriera un vero e proprio faro per i compagni di squadra.
- Capitan Cempini, cosa pensi di questa prima parte di stagione?
“Ogni società quando progetta una nuova stagione si pone sempre degli obbiettivi da raggiungere ed in questo caso il nostro, al primo anno di C nazionale, è salvarsi al più presto possibile per poi programmare un futuro solido lungo e radioso. Finora il nostro percorso è nella norma. Dobbiamo da qui in avanti vincere tutte le partite in casa, grazie anche all'aiuto del pubblico e fare qualche scherzetto lontano da casa ad alcune delle nostre dirette concorrenti alla salvezza.
- La stagione più bella sinora?
“Le stagioni più belle sono quelle dove vinci un campionato di squadra, ovvero l'obbiettivo massimo che una società si pone quando progetta una stagione. Ne ho vinti ben 4 di campionati e sono stati tutti stupendi, però è sempre l'ultimo che rimane più impresso: l'anno scorso a Rieti è stata una stagione quasi perfetta. Ho giocato 3 stagioni in A da protagonista, prima di avere un grosso infortunio ad entrambe le ginocchia che mi ha frenato di brutto la carriera in A, ma la più bella è stata senza dubbio quella giocata a Castel Maggiore dove sono stato il miglior realizzatore italiano a 17,5 punti a partita, una bella soddisfazione personale”.
- La stagione invece da dimenticare?
“Stò giocando la mia 24esima stagione, non sono state tutte rose e fiori ma non mi posso lamentare. L’unica da dimenticare è forse quella 2004/2005 a San Severo. Mi è capitato di tutto pure un incidente stradale il giorno di Natale, che poteva finire molto male ma me la sono cavata restando fuori però 3 mesi”.
-Come immagini il tuo futuro quando appenderai le fatidiche scarpette al chiodo?
“Brutta domanda alla quale faccio fatica a rispondere, perché vuol dire che quel giorno si avvicina sempre di più. Preferisco non pensarci allenandomi sempre più a fare canestro e finché lo farò a mollare non ci penso neppure. Però fare il General manager o il Direttore sportivo non mi dispiacerebbe, perché per fare l'allenatore ci vuole tanta di quella pazienza che io non ho”.
-Che pensi dei tuoi compagni qui ad Ascoli?
“Questa è la risposta più facile, perché i miei compagni di squadra sono tutti dei bravi ragazzi, abbiamo fatto subito gruppo, c'è amicizia armonia e tanta voglia di lavorare, perché sono giovani inesperti e vogliosi di imparare. Vado d'accordo con tutti sopratutto con quelli della Foresteria. Ultimamente ho stretto una particolare amicizia con Elia perché andiamo all'allenamento insieme in macchina da San Benedetto. Poi c'è Daniele Aniello, un giocatore che ammiro molto sia per le sue qualità di atleta sia per la dedizione e la passione che mette in questo sport allenando e gestendo addirittura tutto il nostro settore giovanile, stando in palestra dalla mattina alla sera. Questa è la pazienza alla quale mi riferivo prima, grande persona, anche se per me avrebbe più futuro partecipando a "Uomini e Donne".
- Lo Staff tecnico e dirigenziale ascolano?
“Il coach Caponi lo devo ringraziare perché è stata una delle prime persone a contattarmi questa estate, facendo lui personalmente la trattativa, credendo in me. Per questo ho accettato quest’ennesima sfida insieme a lui per far crescere questa nuova società. È un allenatore preparato che sa come gestire un gruppo di giovani con un personaggio ingombrante come me, anche non facile da gestire. Ringrazio anche il presidente Prevignano, perché è lui che porta avanti questo impegno gravoso anche economicamente e con lui tutto lo staff di dirigenti, sperando di ottenere presto quei risultati che ci siamo prefissati all'inizio stagione”.
- Come ti sembra l'ambiente Bianco-Nero?
“Ad Ascoli la pallacanestro vera, cioè quella di un campionato nazionale, mancava da 20 anni, la società sta facendo di tutto per portare i tifosi al palazzetto perché senza il famoso sesto uomo in campo non si va da nessuna parte. Adesso il nuovo accordo con l'Ascoli calcio speriamo ci possa far ottenere una sinergia, un gemellaggio tra calcio e basket, e che abbia un risultato positivo da ambo le parti”.
-Obiettivi di stagione e personali?
“L'obiettivo stagionale come ho già detto è la salvezza da raggiungere quanto prima e il mio primo obiettivo è quello di ottenere questo risultato per la società e per i tifosi di questa città”.
- Il tuo idolo sportivo?
"Non ho un unico idolo vero e proprio. Per me tutti i grandi del basket sono idoli, a partire da Michael Jordan a tanti grandi nomi con cui ho avuto la fortuna di giocare o di vederli con i miei occhi, per finire con gli attuali campioni NBA, uno sopra a tutti, un europeo nel mio ruolo, Dirk Nowtzki”.
-Vuoi approfittarne per ringraziare qualcuno in particolar modo?
“Ringrazio tutti coloro che hanno creduto e che credono ancora in me, in questa mia lunga carriera. Un ringraziamento particolare va al mio angelo guida, la mia Fede, che da 7 anni mi sopporta e supporta”.

domenica 8 novembre 2009

ASCOLI/ PETRELLI: VISIONE IDEOLOGICA DI CHI VIETA IL CROCIFISSO

(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 09 NOV. – L’autonomista, già segretario comunale dell’ex DCA, Francesco Petrelli, si è pronunciato in merito al divieto di esporre il crocifisso nelle scuole, che ha incontrato qualche favore anche tra amministratori della nostra Provincia: “La condanna espressa dalla Corte si basa su una visione ideologica, che non tiene conto del significato anche culturale del Crocifisso che, come ha sottolineato la Conferenza Episcopale Italiana, è parte del patrimonio storico italiano. Una sentenza che non va nella direzione dei valori di laicità dello Stato, ma che sfocia nel più becero e ottuso laicismo. Ci chiediamo se questo pronunciamento non sia addebitabile alla miopia di chi non ha voluto che nella Costituzione Europea ci fosse un riferimento esplicito all’identità ed alle radici cristiane dei popoli. Un errore, questo, nel quale sono incorse le classi dirigenti europee che – ha concluso Petrelli -, insieme all’affermazione dell’identità economica, avrebbero dovuto codificare la comune e sentita identità europea che scaturisce dalle comuni radici cristiane”.

ASCOLI P./ BASKET, CEMPINI ANNIENTA L’F&P LECCE

ASCOLI TOWERS – F&P LECCE: 83 - 55
ASCOLI: Cempini 32, Pecchia 5, Roberti 9, Quarchioni 5, Fillari 7, Aniello 9, Di Silvestro, Elia 9, Almeoni e Negrini 7. Coach: Maurizio Caponi.
LECCE: Paiano 12, Silvestri 6, Ferilli D. 2, Ferilli G. 4, Mozzarella 2, Durini 5, Albana 5, Benzio 6, Di Leonardo e Rossi Posse 13. Coach: Alessandro Laudisa.
ARBITRI: Ciandrini di Monsano/AN e Collesi di Pesaro/PU.
NOTE: parziali 23-11, 16-8, ..23-22 e 21-14.
(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 07 NOV. – Gara senza storia quella che ha visto l’Ascoli imporsi sul Lecce per 83 a 55. Addirittura i vent’otto punti di scarto potevano essere molti di più se negli ultimi 5 minuti dell’incontro il coach ascolano, Maurizio Caponi non avesse dato ampio spazio alle seconde linee. Che si sarebbe trattata di una passeggiata per gli uomini di un sempre più raggiante presidente Luigi Prevignano lo si era capito già sin dalle prime battute. Presi per mano da un Andrea Cempini ancora una volta in versione Tutankhamon i locali partono con un perentorio 8 a 0. La partita praticamente finisce lì. Per fortuna a giustificare il prezzo del biglietto c’è Cempini che sfoglia ancora qualche altra pagina del manuale del basket e strappa applausi quasi ogni volta che la palla a spicchi gli passa per le mani. Per la Torre di Pisa c’è anche l’occasione di una schiacciata da All Star Game. A ritagliarsi uno spicchio di palcoscenico tra i padroni di casa però sono anche stati il muscolare Jacopo Roberti ed il tuttofare Daniele Aniello. Il primo ha condito i 9 punti iscritti a referto con altrettanti imperiosi rimbalzi. L’altro è risultato una spina nel fianco della difesa ospite risultando quello più bersagliato dai loro falli. Sul conto degli ospiti c’è purtroppo ben poco da dire. Dal Rossi Posse che ricordavamo primo cambio di Enzino Esposito nella Caserta dei miracoli, sinceramente ci aspettavamo di più. Quantomeno l’avremmo voluto vedere maestro di un orchestra che però, almeno per quello visto ad Ascoli, ha davvero troppi strumenti stonati. L’unico, seppur a sprazzi, a intonare qualcosa è stato l’ala pivot Alessandro Paiano Amoroso che dagli anelli ha tirato giù anche una decina di rimbalzi. Per la dirigenza locale, dal team manager Francesco Florio al ds Pietro Bassi passando per il segretario Carlo Orlandi, il consigliere Alvaro Cavatrunci eppure il medico Marco Di Battista, si è trattata indubbiamente di una serata di giubilo che cancella l’amaro della pesante sconfitta rimediata a Termoli con la locale corazzata.

giovedì 5 novembre 2009

BASKET/ TOWERS: ACCORDO CON L’ASCOLI CALCIO. SABATO ARRIVA L’F&P LECCE.

(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 05 NOV. – Dopo la pesante sconfitta a Termoli l’Ascoli Towers è chiamato questo sabato contro l’F&P Lecce ad un pronto riscatto sul parquet amico del PalaBasket di Via Spalvieri. Un parquet che, a partire da questa settima giornata d’andata, si preannuncia particolarmente amico, giacché il presidente del sodalizio cestistico bianconero ha raggiunto un importante accordo con il sodalizio bianconero per eccellenza, l’Ascoli Calcio. “A partire da questo sabato alle ore 21 – afferma Luigi Prevignano, il patron dei Towers - chi esibirà all'ingresso il tagliando della gara Ascoli - Cittadella o l’abbonamento avrà il biglietto dell'Ascoli Towers al prezzo speciale di soli 2 euro anziché 5. L'Ascoli Calcio darà diffusione di questo accordo con la fonica dello stadio ed in più pubblicizzerà il tutto nel suo sito internet e sulla stampa. Ma non finisce qui. Chi consumerà un’aperitivo speciale al prezzo di 5 euro presso il Bar Ro.Ma. in via Dino Angelini avrà diritto tagliando omaggio del valore di 5 euro per assistere alla partita”. E quella di sabato per gli uomini del coach Maurizio Caponi si preannuncia particolarmente delicata dopo il grave parziale subito a Termoli con una squadra sicuramente di alto spessore ma non certo per questo “autorizzata” ad infliggere ben 34 punti a Cempini e company. Il Lecce sulla carta dovrebbe essere una franchigia più modesta che finora ha nel cassetto solo 2 punti in classifica. Nel roster dei pugliesi spicca indubbiamente la presenza del play 33enne argentino Gaston Rossi Posse che nel ’95/’96 sbarcò in Italia con un contratto in mano a Caserta in A1 dove confidavano in lui quantomeno come un buon cambio per il fenomeno Vincenzino Esposito. Oltre a Rossi Posse che sta viaggiando quasi a 16 punti di media a partita, gli altri osservati speciali saranno necessariamente l’ala pivot Alessandro Paiano Amoroso di 2.03, l’ala Ivano Silvestri, il play guardia Giuseppe Ferilli ed il pivot Maurizio Mazzarella. Sul fronte ascolano oltre al califfo Cempini, che nel girone è il terzo marcatore (con oltre 22 punti di media a partita), terzo stoppatore (quasi 1), nonché quarto assoluto nella valutazione complessiva (22 di media superato solo da Venturelli del Francavilla con 26, Di Carmine del Pescara e De Sanctis del Termoli con 22,5) pare in ascesa Jacopo Roberti, dal quale sabato ci si aspetta una prestazione all’altezza delle sue buone potenzialità. Per quanto riguarda ancora infine Cempini sicuramente, nel suo ruolo di ala pivot, dopo 7 giornate fa parte saldamente del quintetto base ideale del girone dove nel ruolo di play c’è Montuori dell’Italcom Mens Sana Campobasso, come guardia Venturelli, ala piccola De Sanctis e pivot Di Carmine.

venerdì 30 ottobre 2009

AVVISO URGENTE PER LA STAMPA


GROTTAZZOLINA - I signori giornalisti sono invitati a partecipare domani SABATO 31 OTTOBRE 2009, ALLE ORE 11.30, PRESSO LA SALA RIUNIONI DELLA “SWEDLINGHAUS” IN VIA ENRICO BERLINGUER 5 A GROTTAZZOLINA, alla conferenza stampa del Presidente di PmiFermo, Davide Longo, congiuntamente al Sindaco di Grottazzolina, Mariano Ambrogi, ed all’Assessore alla Tutela ambientale, Ecologia, Energia, Lavoro, Formazione Professionale, Progetti settore calzaturiero ed Attività produttive della Provincia di Fermo, Renato Vallesi, per la presentazione dell’iniziativa “Pmi Fermane, modello anticrisi”. Alla conferenza è previsto anche l’intervento del Direttore regionale di PmiMarche, Andrea Calvaresi.

ASCOLI P./ R0UND TABLE: GRAZIE AL DOTTOR VITTUCCI L’INFLUENZA H1N1 HA MENO SEGRETI


ASCOLI PICENO – Cos'è la nuova influenza provocata dal virus A/H1N1? Quali sono i sintomi e come si distingue dalla "normale influenza"? Come si trasmette e per quanti giorni chi ne è affetto è contagioso? È una malattia grave? Cosa fare in caso di sintomi sospetti? Come si effettua la diagnosi? E quali sono le principali norme di prevenzione? Sono queste alcune delle numerose domande che i soci della Round Table 27 di Ascoli Piceno, presieduta dall’imprenditore Marco Bernardo, hanno rivolto al dottor Patrizio Vittucci, infettivologo presso l’Ospedale di Ascoli Piceno, ospite, nei giorni scorsi, della serata di club presso l’esclusiva location del ristorante Le Scuderie in corso Mazzini. “Tante sono state le curiosità –ha affermato Bernardo - dei Tabler soddisfatte dall’estrema competenza del dottor Vittucci, intervenuto alla nostra serata con la sua gentile consorte. Il quesito che ha creato più dibattito tra i soci è stato quello perché il no più deciso alla vaccinazione per la nuova influenza sembrerebbe arrivare da medici ed infermieri sia in Italia che in Europa”. La serata è stata anche occasione per affrontare altre tematiche della Tavola numero 27. In una recente altra riunione infatti il presidente Bernardo aveva espresso la sua intenzione “di dover fare le iniziative di service insieme ad altri club”. In merito Francesco Petrelli, il primo presidente del rinnovato corso del Club, suggeriva anche “di fare soprattutto un grande evento per il Trentennale della RT27 che cade proprio quest’anno”. Petrelli si sbilanciava e chiedeva a Bernardo se poteva provare a sondare il campo per la presenza al Trentennale del celebre musicista ascolano, Giovanni Allevi, che di Bernardo è il cognato. Il giornalista Renato Pierantozzi sottolineava che il Trentennale “deve essere accompagnato da un evento nazionale”. Il manager Fabio Armellini invece poneva l’accento sul fatto che “il Trentennale non dovremmo farlo in concomitanza del decennale del Club 41”. Il past president Gianluca Tondi affermava che “ci può stare la collaborazione con altri club ma prima occorre un programma di iniziative proprie”. Bernardo concordava e spiegava che “le collaborazioni ci possono stare solo se condividiamo le iniziative e se partecipiamo all’organizzazione delle stesse”. Tutti concordavano con Petrelli nell’organizzare un grande evento per il trentennale la cui data dovrà essere fissata tra giugno e ottobre 2010. Accanto a questo evento straordinario però, secondo la maggioranza dei Soci, ci vorrebbero una serie di altre iniziative. Per Armellini il trentennale si potrebbe fare in concomitanza di un evento tipico di Ascoli tipo la Quintana. Si è pensato anche alla formazione di comitati di competenza. Un primo calendario di eventi è stato comunque delineato. A novembre si pensa ad una serata collegata al vino attraverso l’intervento di un grande produttore locale. A dicembre ci sarà la cena di Natale. A Gennaio una serata enogastronomica con l’intervento di Carlo Cambi editore e redattore del Mangiarozzo (ex Gambero rozzo). Per febbraio si avrà a che fare col Carnevale in preparazione di quello di Venezia della Round Table Italia. Per il mese di marzo si pensa ad una serata con l’Ascoli Calcio, mentre ad aprile si andrà alla scoperta del mondo bancario per poi concludere a maggio con un appuntamento dedicato al Albore Mascia, l’ex presidente nazionale della Round Table Italia, che risollevò le sorti della Tavola cittadina investendo Petrelli e che da poco è diventato Sindaco di Pescara.

giovedì 29 ottobre 2009

ASCOLI/ FONDI PER TETTO DEL PALABASKET. PETRELLI: BENE BRUGNI.

(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 29 OTT. – “Il problema dell’acqua piovana che penetra dal tetto del PalaBasket di Via Spalvieri ha i giorni contati. L’assessore allo sport del Comune di Ascoli Piceno, Massimiliano Brugni, su istanza delle Associazioni sportive utilizzatrici dell’impianto, mi ha assicurato che a breve verrà operato un intervento di tamponatura sul soffitto della palestra comunale”.
A renderlo noto è Francesco Petrelli, autonomista, già segretario comunale della DCA. “Bene l’assessore Brugni – afferma Brugni – che ha recepito in tempi accettabili le istanze delle Associazioni sportive che lamentano cospicue infiltrazioni di acqua piovana all’interno del PalaBasket di Via Spalvieri. Anche a seguito di mie sollecitazioni, Brugni si è da subito sensibilizzato al fatto che quell’impianto sportivo, oltre che interessato dalla disputa di un Campionato nazionale di basket, che conduce ad Ascoli decine di compagini del Centro Sud, è meta settimanale di centinaia di giovanissimi ascolani. Nei giorni scorsi con una comunicazione su Facebook l’Assessore mi ha garantito di aver “trovato risorse per una “tamponatura” al problema della pioggia al palabasket”. Questa notizia, nell’attesa che in tempi stretti si provveda materialmente alla riparazione e che questa avvenga con tutti i crismi da parte dell’azienda incaricata, ha sicuramente rallegrato tutti gli utenti della palestra. Utenti che ora da Brugni si attendono anche una risposta alle non proprio ideali condizioni igienico sanitarie nonché alla fatiscenza degli spogliatoi, dei bagni e dei locali a servizio del PalaBasket. L’assessore sa bene inoltre che n quest’impianto al mattino vi svolgono attività oltre agli anziani anche gli studenti della vicina Scuola media. Dai alcuni Dirigenti dei sodalizi presenti nell’impianto ho saputo che l’impegno di spesa dell’Amministrazione comunale dovrebbe aggirarsi intorno ai 20 mila euro”.“Per incoraggiare bambini, ma anche anziani e disabili, ad avvicinarsi allo sport a loro più adeguato sono fondamentali strutture a norma, igienizzate e sanificate secondo quando previsto dalle leggi. Il compito di un Amministratore avveduto e virtuoso, come in questo caso si è dimostrato Brugni è quello d’investire i soldi dei contribuenti e favore l’investimento di terzi in formazione, scuola, sport, associazionismo ma soprattutto nella famiglia”.

domenica 25 ottobre 2009

ASCOLI P./ PETRELLI, EX DC: NO A FILTRO WEB COMUNALE, MA AIUTI ALLE FAMIGLIE

(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 26 OTT. – Se invece che su FaceBook i protagonisti del presunto stupro si fossero conosciuti in un locale pubblico il sindaco di Ascoli, Guido Castelli, ne avrebbe disposto d’ufficio la chiusura? E se si fossero conosciuti in piazza, avrebbe ordinato il coprifuoco? Se addirittura si fossero conosciuti a scuola, che avrebbe fatto? Le misure restrittive annunciate dal Sindaco dimostrano purtroppo l’evidente distacco dalla realtà di certi Amministratori, che invece di affrontare in concreto e con competenza problematiche gravissime preferiscono trincerarsi dietro castelli di carta. Un’Amministrazione virtuosa invero, come ha ricordato il nostro Vescovo, Sua Eccellenza Silvano Montevecchi, in un recente intervento, dovrebbe investire materialmente nell’educazione dei giovani: “al rispetto delle regole del giusto e del bene per affrontare un'esistenza ed un futuro, sereni e coscienti, nella piena conoscenza del saper vivere nella società umana”. Ad affermarlo è l’autonomista, segretario comunale dell’ex DcA, Francesco Petrelli, una volta appresa la notizia che l’Amministrazione comunale vorrebbe acquistare un filtro per Internet.
“Chat e comunità on-line – aggiunge Petrelli - sono sempre stati luoghi d’incontro, tanto quanto lo sono i locali pubblici, le discoteche e le piazze. Inibirne l'utilizzo prendendo spunto da un drammatico fatto di cronaca equivale al voler curare una polmonite con un aspirina. Piuttosto che riempirsi la parola di belle parole, populisticamente demonizzando la tecnologia, ma dando purtroppo solo l’impressione di voler contenere in un bicchiere un oceano, il Sindaco ed il suo fido Assessore ai Servizi Sociali, Donatella Ferretti, farebbero meglio ad investire i soldi dei contribuenti in formazione, scuola, sport, associazionismo ma soprattutto nella famiglia”.
“La regolamentazione degli accessi a Fb, Youtube, ecc. – ancora l’ex DcA -, nelle strutture lavorative comunali e comunque pubbliche è indubbiamente un tema da affrontare. Del resto anche in molte aziende private certi siti non sono raggiungibili se non a fini lavorativi. Per famiglie ed utenze private, il problema non dovrebbe addirittura sussistere. Sui pc c’è il parental control oltre a diversi software gratuiti che permettono di bloccare certi accessi. Serve solo che i genitori s’interessino al problema ed operino un normale controllo. Per chi non ha i genitori attenti di trucchi, per aggirare le restrizioni ve ne sono a bizzeffe ed ecco che il filtro, che dovrebbe far dormire sonni tranquilli a papà e mamma, andrebbe a farsi friggere. Altro che obbligare tutti ad installarlo. E con gli accessi dai telefonini, poi, come la mettiamo?”“Le colpe insomma – conclude Petrelli - non sono da additare né a Facebook né a Youtube. Internet non è altro che lo specchio del mondo. Il problema è solo la carenza di valori. Valori che alcune famiglie oggi non riescono più a trasmettere ai propri figli che quindi crescono maleducati e senza alcuna remora morale”.

UN FARAONICO CEMPINI SEPPELLISCE IL MONOPOLI

ASCOLI TOWERS – FORTITUDO MONOPOLI: 90 - 79
ASCOLI: Cempini 38, Pecchia, Roberti 5, Quarchioni 5, Fillari 9, Aniello 9, Di Silvestro 1, Elia 18, Almeoni 2 e Negrini 3. Coach: Maurizio Caponi.
MONOPOLI: Mammolo 20, Manchisi 21, Calabretto 12, Trimarchi 4, Lamanna, Centrone F. 8, Gentile P., Centrone C., Allegretti 3 e Rizzi 11. Coach: Cazorla Massimiliano.
ARBITRI: Galassi Francesco di Recanati e Mattioli Francesco di Porto Potenza Picena.NOTE: parziali 28-16, 19-21, 21-16 e 22 – 26.
(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 25 OTT. – L’Ascoli Basket guidato da un Andrea Cempini in versione Tutankhamon ha letteralmente seppellito la Fortitudo Monopoli per 90 a 79. Sin dalle prime battute di gioco Cempini ha davvero dominato le plance come un faraone. Il 205 di Pisa ha infiammato da ogni dove la retina ospite con movenze da manuale talmente eleganti da scomodare il paragone col dodicesimo sovrano egizio. Anche in difesa Cempini ha sempre impedito all’atletico pivot ospite Trimarchi di rendersi pericoloso. Già alla fine del primo quarto gli Ascolani ancora una volta disposti in campo magistralmente dal coach Maurizio Caponi hanno accumulato 12 lunghezze di distacco, un margine che dopo l’intervallo è salito anche a 15. A supportare il Pivot toscano, pupillo del presidente Luigi Prevignano, sono stati, in particolar modo, il fromboliere Mirco Elia autore di un magnifico 4 su 6 dalla linea dei sogni, ed il jolly Daniele Aniello, capace di arpionare in soli 29 minuti di gioco ben 12 rimbalzi di cui 9 difensivi. Gli ospiti sotto la coltre di punti accumulata nel primo quarto hanno cercato in tutti i modi di rialzare la testa. A smorzare i loro tentativi ha pesato non poco anche l’uscita per falli di Trimarchi l’unico vero lungo a loro disposizione. Il play Mammolo e la guardia Manchisi assistiti a tratti da altri due esterni come Calabretto e Rizzi sono stati gli unici a riuscire a trovare spazio tra le maglie difensive di tessute da coach Caponi. Al termine della gara evidente era la soddisfazione delle Dirigenza locale, Florio, Bassi, Cavatrunci ed Orlandi, che hanno avuto anche parole d’elogio per gli ospiti, arrivati ad Ascoli con le credenziali della Cenerentola, ma ripartiti come un team in grado di mettere sicuramente i bastoni fra le ruote a tutte le avversarie del girone.

giovedì 22 ottobre 2009

ASCOLI P./ BASKET: TOWERS SABATO ARRIVA LA CENERENTOLA DEL GIRONE


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 22 OTT. – Dopo l’entusiasmante vittoria esterna con la blasonata Cestistica Campobasso l’Ascoli Towers cerca tra le mura amiche di riprendere la rotta verso lidi tranquilli con la Fortitudo Monopoli, finora cenerentola del girone. La palla a due è prevista per sabato 24 ottobre alle ore 21 presso il PalaBasket di Via Sparlieri. Per la preparazione di questo match il coach ascolano Maurizio Caponi ha prestato molta attenzione all’attacco dopo l’eccellente prestazione difensiva Campobasso e visto e considerato che proprio nel reparto arretrato la Fortitudo ha le sue maggiori risorse. Il Monopoli, infatti, dispone di un organico particolarmente votato nell’azione difensiva con uomini capaci di condizionare non poco le manovre avversarie. Quello cui bisogna stare più attenti è indubbiamente l’ala pivot Marvin Trimarchi 25enne di Aversa che viaggia a quasi 4 recuperi per gara. Altri bastioni difensivi dei pugliesi sono, l’ala di 197 cm Francesco Centrone primo stoppatore dell’intero girone, e Sabino Calabretto un giovane play locale di 193 cm che ha un ottima confidenza anche lui con le stoppate. Infine il play-guardia Fabio Mammolo di Mesagne che oltre ad essere un buon passatore con circa 3 assist di media a partita è anche il primo realizzatore del club pugliese con oltre 13 punti di media a gara. Il più in palla tra le file ascolane è indubbiamente ancora il pivot Andrea Cempini, con quasi 19 punti di media a partita il quinto miglior attaccante del Girone G. Tutte le attenzioni delle retrovie pugliesi saranno quindi dedicate a lui ed i varchi che si creeranno dovranno essere sfruttati al meglio in particolare da coloro che finora hanno fatto vedere le cose migliori, ovvero, Jacopo Roberti, Luca Fillari e Daniele Aniello. Riguardo all’exploit in terra molisana grande entusiasmo è quello che traspare dal presidente Luigi Prevignano: “È stata una grossa impresa – ha affermato – per una squadra come la nostra, che cerca la salvezza confidando soprattutto sulle partite da giocare in casa. Abbiamo sofferto molto, in un campo ostico dove il pubblico gioca la sua parte, quindi ne è uscita fuori una battaglia, una partita punto a punto fino al momento del nostro break. Sono molto felice, anche perché siamo riusciti a fare un regalo anche alla cittadinanza e a chi ci segue. Determinante, ancora una volta, Andrea Cempini, autore di 15 punti, una scommessa per ora vinta. Quando abbiamo saputo che Cempini era sul mercato abbiamo subito valutato la cosa con l’allenatore Caponi e poi deciso di prenderlo. Direi che è stata una buona scelta: lui ha avuto il coraggio di mettersi in discussione, accettando non solo una riduzione dell’ingaggio ma anche di far parte di una realtà nuova, senza grandi tradizioni cestistiche. Ci sta ripagando in tutto, sia in termini di gioco sia per quanto riguarda l’esperienza, visto che la metà del nostro roster non ha mai giocato in C Dilettanti, una serie nella quale vorremmo rimanere a lungo…”.

ASCOLI P./ INFLUENZA H1N1 A CENTRO TAVOLA N.27 COL DOTTOR VITTUCCI


ASCOLI PICENO – Sarà il dottor Patrizio Vittucci, infettivologo presso l’Ospedale di Ascoli Piceno, l’ospite della serata della Round Table 27 di Ascoli presso l’esclusiva location del ristorante Le Scuderie in corso Mazzini, domani sera venerdì 23 ottobre 2009. Il dottor Vittucci nel corso della cena con i soci della prestigiosa Tavola Ascolana guidata quest’anno dall’imprenditore Marco Bernardo, tratterà di influenza H1N1. “Tante sono le curiosità –ha affermato Bernardo - dei Tabler che parteciperanno alla serata che verranno soddisfatte dall’estrema competenza del dottor Vittucci. Innanzitutto dal perché il no più deciso alla vaccinazione per la nuova influenza sembrerebbe arrivare da medici ed infermieri sia italiani che europei. Altra curiosità riguarda quale siano effettivamente le categorie a rischio”.La serata sarà anche occasione per affrontare anche altre tematiche della Tavola numero 27. In una recente riunione infatti il presidente Bernardo ha ritenuto “di dover fare le iniziative di service insieme ad altri club”. In merito Francesco Petrelli, il primo presidente del rinnovato corso del Club, suggerisce anche “di fare soprattutto un grande evento per il Trentennale della RT27 che cade proprio quest’anno”. Petrelli si sbilancia e chiede a Bernardo se può provare a sondare il campo per la presenza al Trentennale del celebre musicista ascolano, Giovanni Allevi, che di Bernardo è il cognato. Il giornalista Renato Pierantozzi sottolinea che il Trentennale “deve essere accompagnato da un evento nazionale”. Il manager Fabio Armellini invece pone l’accento sul fatto che “il Trentennale non dovremmo farlo in concomitanza del decennale del Club 41”. Il past president Gianluca Tondi afferma che “ci può stare la collaborazione con altri club ma prima occorre un programma di iniziative proprie”. Bernardo concorda e spiega che “le collaborazioni ci possono stare solo se condividiamo le iniziative e se partecipiamo all’organizzazione delle stesse”. Tutti concordano con Petrelli nell’organizzare un grande evento per il trentennale la cui data dovrà essere fissata tra giugno e ottobre 2010. Accanto a questo evento straordinario però ci vuole una serie di altre iniziative. Per Armellini il trentennale si potrebbe fare in concomitanza di un evento tipico di Ascoli tipo la Quintana. Si è pensato anche alla formazione di comitati di competenza. Un primo calendario di eventi è stato comunque delineato. A novembre si pensa ad una serata collegata al vino attraverso l’intervento di un grande produttore locale. A dicembre ci sarà la cena di Natale. A Gennaio una serata enogastronomica con l’intervento di Carlo Cambi editore e redattore del Mangiarozzo (ex Gambero rozzo). Per febbraio si avrà a che fare col Carnevale in preparazione di quello di Venezia della Round Table Italia. Per il mese di marzo si pensa ad una serata con l’Ascoli Calcio, mentre ad aprile si andrà alla scoperta del mondo bancario per poi concludere a maggio con un appuntamento dedicato al Albore Mascia, l’ex presidente nazionale della Round Table Italia, che risollevò le sorti della Tavola cittadina investendo Petrelli e che da poco è diventato Sindaco di Pescara.

FOLIGNANO/ INCONTRO DEL PDL LOCALE COL SINDACO FLAIANI


FOLIGNANO – Un affollata riunione del coordinamento comunale del Popolo della Libertà ha avuto luogo nei giorni scorsi. Ad indirla, organizzarla e guidarla è stato il locale coordinatore, l’imprenditore Roberto Michetti. Oggetto dell’incontro è stato il confronto tra la base del partito con i propri eletti, gli assessori ed in particolare il sindaco Angelo Flaiani, espressione del PDL. Alla riunione ha preso parte anche una nutrita rappresentanza degli ex An, in particolare con l’ex vicesindaco, Giampaolo Ferretti, e l’ex consigliere comunale, Giuseppe Cintio. Dopo un introduzione di Michetti, la parola è passata ai presenti che hanno formulato diverse domande al primo cittadino. Preso atto delle varie istanze esposte il sindaco Flaiani ha riferito l’operato finora condotto ma soprattutto ha accentrato l’attenzione dei militanti sull’esposizione del piano triennale delle opere approvato nei giorni scorsi in giunta comunale. All’esposizione del Sindaco sono seguiti alcuni interventi che hanno significato l’operato del coordinamento del partito teso ad ampliare i contributi della base per meglio interagire con l’Amministrazione. A riguardo era anche presente l’Assessore all’urbanistica, Graziano Vannozzi, che ha illustrato ai presenti vari aspetti di propria competenza. Ovviamente c’è stato anche spazio per parlare del prossimo appuntamento elettorale delle Regionali. Grande curiosità naturalmente c’è sul nome del candidato alla presidenza ma anche sui nomi dei candidati locali per il consiglio regionale.

lunedì 19 ottobre 2009

CAMELI/ MPA: SE NE VA UN PEZZO PREGIATO DELLA DC

(PRESSOFF.INFO) S. BENEDETTO DEL T., 20 OTT. – “Con la scomparsa di Alberto Cameli se n'è andato un altro pezzo di Dc. Un pezzo pregiato, perché Cameli si era iscritto alla Democrazia Cristiana fin da giovane, e ne ricoprì, poi tutte le cariche sia a livello comunale sia provinciale diventandone sul territorio, uno dei leader riconosciuti”; con queste parole il commissario provinciale dell’MPA, Ignazio Buonopane, all’unisono con il commissario di S. Benedetto, Eda Camela, ricordano l'ex sindaco morto all'ospedale di Ancona, dov'era ricoverato da qualche tempo. “Vogliamo ricordarlo così, uomo integerrimo, un grande amministratore, un grande sindaco. Alla famiglia Cameli - concludono Buonopane e la Camela - va il nostro cordoglio, al sindaco Cameli, che non c'è più, il pensiero e la preghiera”. Cameli è scomparso a 75 anni compiuti il 24 settembre scorso, ingegnere ed insegnante,. Il suo esordio nelle istituzioni risale al 1964, quando fu il consigliere comunale più giovane eletto in quella tornata, riconfermato successivamente nelle votazioni del '70, '72, '78, '83 e '88. Eletto assessore comunale per la prima volta nel giugno 1973, Cameli fu vicesindaco e assessore all'Urbanistica dal 1978 al 1984 con il sindaco Bernardo Speca. Nel marzo 1984 fu eletto sindaco di San Benedetto e lo rimase fino all'anno successivo. Tornò a ricoprire la massima carica cittadina dal marzo 1990 al novembre 1992. Da ricordare poi, che tra il 1987 e il 1991 fu anche presidente del Comitato di gestione dell'allora Unita' Sanitaria Locale 22.

mercoledì 14 ottobre 2009

MPA PICENO CHIAMA I CIVICI ED I DELUSI: “CI SONO SPAZI PER TUTTI”


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 15 OTT. – “Siamo noi il bacino naturale per le civiche, sia di destra che di sinistra”. Il Movimento per l’Autonomie si candida, in vista delle prossime elezioni regionali, ad essere il contenitore per tutte le liste civiche, ed a loro offre anche referenti nazionali con i loro parlamentari e sottosegretari. Il partito autonomista esprimerà candidati in tutte le province. “Con i referenti regionali del MPA – ha affermato il commissario regionale Massimiliano Gula in occasione dell’ultima riunione – abbiamo parlato della struttura del partito. Le cariche verranno ufficializzate sul posto. Siamo un movimento che con la sconfitta alle provinciali non ha perso il suo entusiasmo, anzi. Alle regionali apriremo le nostre porte a chiunque voglia il bene per il territorio. Quindi porte aperte anche a tutti gli scontenti del PDL come del PD, ma anche di UDC, IDV e chi più ne ha più ne metta, ovvero partiti nelle mani dei soliti padroni, mai liberi di operare per il vero bene del territorio, ma solo concentrati a cucire le bocche a chi non vuole allinearsi ai loro diktat”. Gula in particolare ha aperto ai civici: “Le liste civiche sono un importante riferimento per il territorio. Anche noi siamo un grande movimento civico che però può offrire una rappresentanza nazionale con 8 parlamentari, 2 senatori e 2 sottosegretari. L’MPA Marche ha un proprio statuto regionale autonomo ed è confederato con il partito nazionale. Nessuno, tanto meno a livello centrale, ci dice cosa dobbiamo fare. La democrazia interna al partito è assoluta ed ogni scelta viene presa coralmente dalle varie segreterie effettivamente elette nei congressi sul territorio”. La prova è nei fatti, come hanno sottolineato Ignazio Buonopane, il commissario provinciale di Ascoli, ed Eda Camela, commissaria comunale a S. Benedetto: “L’MPA nell’ultima corsa alle provinciali, nel Piceno ha corso con il centrosinistra mentre nel Fermano con il centrodestra”.

domenica 11 ottobre 2009

CASTEL DI LAMA/ ALL’INAUGURAZIONE DEL CAMPO PARROCCHIALE C’ERA ANCHE SPACCA


(PRESSOFF.INFO) CASTEL DI LAMA, 12 OTT. – Con l’imprevista presenza del Presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, è stato inaugurato ieri pomeriggio il nuovo campo di calcio della Parrocchia di Santa Maria di Castel di Lama. La cerimonia del taglio del nastro del nuovo impianto in via della Liberazione, come annunciato nei giorni scorsi dai parroci Don Nazzareno Gaspari e Don Adrien Nzigamasabo è stato presieduta da Sua Eccellenza Monsignor Silvano Montevecchi, Vescovo di Ascoli Piceno, dall’ingegner Piero Celani, Presidente della Provincia di Ascoli Piceno, dalla dottoressa Patrizia Rossini, Sindaco di Castel di Lama, da Aldo Sabatucci, Presidente provinciale del Coni, e da Domenico Silvestri, Presidente provinciale della Figc-Lnd. Ospiti d’onore della manifestazione sono stati il portiere dell’Atalanta, Nando Coppola, l’attaccante del Genoa, Sergio Floccari, ed il tecnico federale, Massimo Cacciatori. “Il nuovo impianto sportivo – come ribadito da Sua eccellenza Montevecchi - rappresenta la prima fase realizzativa del nuovo complesso parrocchiale”. Un complesso che, come ha ricordato il Vescovo, s’ispira alla figura di Don Bosco, presbitero e pedagogo, fondatore delle congregazioni dei Salesiani e delle Figlie di Maria Ausiliatrice; canonizzato nel 1934 da Papa Pio XI. Alla lunga cerimonia, iniziata con l’inno nazionale ed il taglio del nastro hanno, hanno preso parte centinaia e centinaia di persone, da tutti i giovani aderenti alla Polisportiva Santa Maria con i loro familiari ai parrocchiani, passando per moltissimi residenti anche nei comuni vicini. Dopo il taglio del nastro il Vescovo ha proceduto alla benedizione accompagnata da letture del Vangelo, preghiere ed invocazioni. Sua Eccellenza ha anche simpaticamente ricordato alle Istituzioni presenti che quando s’inaugura un complesso tanto importante per la comunità come questo, ancora in via di completamento, bisogna farlo con una mano sul cuore ed una al portafoglio. Una richiesta d’aiuto che altrettanto simpaticamente ha fatto anche Don Nazzareno Gaspari simbolicamente impegnando le Autorità davanti alle centinaia di presenti. Alle parole del Vescovo sono seguite quelle del sindaco Rossini che ha sottolineato l’importanza delle struttura sportiva per l’intera municipalità. Il governatore Spacca ha invece voluto sottolineare come il complesso sportivo inaugurato rientri indubbiamente tra i migliori dell’intera Regione Marche. Spacca ha poi anche particolarmente lodato l’operato di Sua Eccellenza Montevecchi. A sottolineare invece l’azione e l’impegno di Don Nazzareno Gaspari è stato il presidente della Provincia di Ascoli, Piero Celani, che del Sacerdote aveva apprezzato le doti già quand’era ad Ascoli nella Parrocchia di San Pietro e Paolo. Ultimate gli interventi delle Autorità a calcare il magnifico rettangolo verde sono arrivati gli ospiti più attesi dagli sportivi più giovani e non, ovvero Coppola, Floaccari e Cacciatori. Il primo ad entrare in campo tra gli applausi di tutti è stato Coppola, grande amico di Don Nazzareno, che conobbe bene nei suoi trascorsi tra i pali dell’Ascoli Calcio. Coppola ha ribadito il suo attaccamento a questa parrocchia ed a questa comunità di Castel di Lama ed ha promesso che continuerà a collaborare con la Polisportiva. Floccari, che con Coppola condivide la spinta umanitaria verso il prossimo, ha sottolineato l’importanza di questi ambienti per la formazioni dei più giovani. Infine Cacciatori ha invitato tutti i parrocchiani a tenersi ben stretto un grande parroco come Don Nazzareno Gaspari capace d’imprese davvero importanti come questa. Alla conclusione di tutto, prima che s’aprisse la merenda organizzata dai ragazzi della Polisportiva, l’ultima battuta è toccata a Don Nazzareno che ha voluto ricordare in particolare al Sindaco ma anche ai Presidenti di Provincia e Regione, come la prosecuzione dell’edificazione del nuovo complesso che entro il 2010 dovrebbe raggiungere la quasi completezza, rappresenta invero un valore aggiunto per tutta la comunità, nessuno escluso. A rimarcare queste parole di Don Nazzareno ci sono le bandiere al vento, insieme a quella italiana, di tutti i paesi di origine dei tanti giovani e giovanissimi della Polisportiva.

ASCOLI P./ BASKET: TOWERS STOP INTERNO COL QUARTA CAFFÈ MONTERONI


ASCOLI TOWERS – QUARTA CAFFÈ MONTERONI: 52 - 60
ASCOLI TOWERS: Cempini 17, Aniello 12, Pecchia 5, Fillari 6, Roberti, Negrini 2, Elia 7, Quarchioni, Almeoni n.e., Di Silvestro 3. All. Caponi
QUARTA CAFFÈ MONTERONI: D’Andrea 16, Spada, Errico 4, Signore 7, Sabbatici 14, Luisi 13, Rollo 2, Marra 2, Ungaro, Manca. All. Quarta.
ARBITRI: De Panfilis e Pantera di Pescara.
PARZIALI: 10 -21; 11 – 13; 13 – 12; 18 - 14.
(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 11 OTT. – Dopo la sconfitta esterna con il Ceglie per l’Ascoli Towers arriva anche la prima battuta d’arresto per gli uomini del presidente Luigi Prevignano che debbono arrendersi ad un Monteroni molto determinato. I salentini sfruttando al meglio una falsa partenza degli Ascolani si attestano su un vantaggio che tra alti e bassi riescono a gestire per gli interi 40 minuti, chiudendo alla fine sul 60 a 52 in loro favore. La partenza per i ragazzi d coach Caponi è subito in salita. In quintetto base al posto di Roberti, colpito in settimana da un pesante virus influenzale, c’è Quarchioni. Gli ospiti, ispirati dal regista D’Andrea, particolarmente in vena, concentrano la loro manovra offensiva sui lunghi Errico, Rollo e Signore, cercando soprattutto di fiaccare le gambe a Cempini, appesantendolo anche di falli. Ciononostante nei primi 5 minuti i Salentini non riescono subito nel loro intento, ma l’improduttività offensiva degli ascolani gli permette di allungare nel resto del quarto fino a maturare quel vantaggio che sarà fondamentale nel conto finale. Nel secondo quarto Caponi giustamente serra le maglie difensive chiedendo anche uno sforzo a Roberti, ma il muscolare non ce la fa proprio anzi affretta delle soluzioni in attacco sprecandole. Si arriva così all’intervallo dove Caponi cerca soprattutto di fare chiarezza ai suoi in fase offensiva. Al rientro sul parquet, però, la lezione del tecnico ascolano è stata mal digerita e gli ospiti allungano fino a più 19. A questo punto Caponi striglia per bene i suoi e Cempini suona la carica ai compagni. Nell’ultimo quarto gli Ascolani, trascinati da Aniello e Cempini, si fanno sotto al Monteroni arrivando anche a meno 5. Il tempo, però, è tiranno e le ultime speranze dei Piceni si arenano su tre triple che non ne vogliono proprio sapere di entrare. A fine gare l’amarezza è latente. Giustamente il coach Caponi recrimina il non aver potuto giocare ad armi pari col Monteroni questa gara. Tra gli ospiti sicuramente da lodare la condotta del coach Quarta capace di arginare tutti i ritorni di fiamma degli Ascolani. Sul campo a distinguersi oltre al play D’Andrea, sono stati lo jesino Sabbatici, autore di un 4 su 4 dalla linea dei sogni, ed i lunghi, in primis, Errico, molto solido sotto le plance e concreto nel limitare il califfo Cempini.

sabato 10 ottobre 2009

ASCOLI P./ BASKET: TOWERS SABATO ARRIVA IL QUARTA CAFFÈ MONTERONI


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 08 SET. – Dopo la brutta sconfitta esterna col Ceglie l’Ascoli Towers cerca tra le mura amiche il pronto riscatto con un'altra pugliese terribile il Quarta Caffè Monteroni. La palla a due è prevista per sabato 10 settembre alle ore 21 presso il PalaBasket di Via Sparlieri. Per la preparazione di questo match il coach ascolano Maurizio Caponi ha prestato molta attenzione alla difesa dopo gli 82 punti subiti a Ceglie. Il Monteroni, infatti, dispone di un organico particolarmente votato nell’azione offensiva con ben quattro uomini capaci di andare in doppia cifra in questa categoria. Il pericolo pubblico numero è indubbiamente l’ala Giuseppe Luisi un 25enne particolarmente pericolo dentro l’area dei 6 metri e 25. Un notevole apporto di punti è anche quello offerto dal pivot Vito Enrico, buon rimbalzista di 203 cm in grado di realizzare percentuali bulgare vicino a canestro. Altra minaccia per le alchimie difensive di coach Caponi è rappresentata da uno jesino doc, Stefano Sabatini di 28 anni, una guardia di 188 cm molto pericoloso aldilà della linea dei sogni. Infine il playmaker Renzo D’Andrea, un buon passatore dalla mano molto calda anche oltre l’arco dei 3 punti. Il più in palla tra le file ascolane è indubbiamente il pivot Andrea Cempini, con 23,5 punti di media a partito il secondo miglior attaccante del Girone G dopo la guardia della Tecmeco Lucera, Michele Venturelli. Tutte le attenzioni delle retrovie pugliesi saranno quindi dedicate a lui ed i varchi che si creeranno dovranno essere sfruttati al meglio in particolare da coloro che finora hanno fatto vedere le cose migliori, ovvero Jacopo Roberti, Luca Fillari, Mirco Elia, Jacopo Pecchia, Simone Negrini e Daniele Aniello.

mercoledì 8 luglio 2009

BASKET/ ASCOLI RILEVA I DIRITTI DELLA C1 DALL’ALBA ADRIATICA

(PRESSOFF) ASCOLI PICENO, 8 GIU – Con il subentro nei diritti sportivi di C1 nazionale dell’Alba Adriatica l’Ascoli Basket corona un sogno iniziato poco più di dieci anni fa, quando l’attuale presidente, il commercialista Luigi Prevignano, assieme ad un manipolo di dirigenti e tecnici tra i quali c’era l’attuale tecnico della squadra, Maurizio Caponi, assunse la guida della maggior espressione del basket cittadino. Da quel giugno del 2008 di strada l’Ascoli Basket, che militava in Serie D, ne ha fatta tanta con una promozione in C2 e per ben due volte l’accesso ai play-off per la conquista dell’agognata C1. A pilotare l’Ascoli Basket in questa prima storica avventura in C1, che prenderà il via ufficialmente il prossimo 27 settembre, sarà ancora il confermatissimo coach Caponi. Anche il general manager sarà lo stesso e si tratta di Francesco Florio, come pure il preparatore atletico sarà Guido De Vincentis, figlio del noto ex olimpionico, Armando. Alle loro figure s’aggiungerà quella del direttore sportivo, Pietro Bassi, che dal parquet, superata la soglia dei trenta anni, passerà alla scrivania, anche se dovrebbe ancora dilettarsi in una Serie D locale. Fatti i dovuti scongiuri, il girone della C1 al quale dovrebbe partecipare l’Ascoli è quello che racchiude le regioni Marche, Abruzzo, Puglia e Basilicata, mentre è davvero remota la sciagurata ipotesi che il team venga ricompresso nel raggruppamento in cui c’è la Sardegna. Per quanto riguarda la squadra, il parco giocatori sarà rinnovato per i nove decimi. L’unica conferma al momento, approvata dalla Società è quella della guardia Mirco Elia. Almeno 6 saranno gli arrivi di peso tra cui un paio di lunghi, tre esterni ed un jolly. A completare il roster ci saranno anche due under 23 ed un under 21 e tra questi è già dato per scontato il rientro del giovane Omar Abbassi da Alba Adriatica.

sabato 4 luglio 2009

AMANDOLA/ IN PENSIONE A SOLI 54 ANNI, LA FESTEGGIANO 9 MEDICI E 46 INFEMRIERI


AMANDOLA – Ben nove medici e quarantasei dipendenti dell’ospedale di Amandola nei giorni scorsi hanno preso parte ai festeggiamenti per il pensionamento dell’infermiera Ivana Bonifazi, che a soli 54 anni, ma con ben 40 anni di servizio, ha dovuto lasciare quel lavoro che eseguiva con grandissima passione e professionalità. Ivana, madre di due splendidi figli, Eleonora di 23 anni e Roberto di 20, ha sempre goduto di una grande stima dei suoi colleghi e colleghe che gli anno dedicato anche una poesia: “ora quanti anni hai, bellissima signora, no, non importa, non dirlo, sei bella come allora… gli anni lo sai, ci cambiano… ma tu sei sempre quella. Ricordi tante mattine insieme, passate a lavorare e raccontare di storie andate, di come sarebbe stato un giorno il mondo fuori… angelo fortunato, di un tempo ormai lontano… ed ogni tanto ancora, sognano… di stringerti la mano”. Alla festa, allietata dal duo musicale, “I Cliccati, Luca e Marco”, erano presenti i dottori Alessio Ciuffolotti, Alain Mulap Muteb, Marcella Rizzo, Giuliana Capricci, Roberto Valentini, Salvatore Licita, Remigio Rongoni, Domenico Falciani e Marco Servili, oltre ai colleghi Luigina Bruni, Rosa Serra, Cristina Pasquali, Daniela Frattini, Roberta Ripani, Sandra Papetti, Germana Quattrini, Paola Sciamanna, Luigino Pucci, Emidio Antonelli, Luciana Borracci, Loretta Cozzi, Pierella Antonelli, Antonietta Mercuri, Anna Maria Aleandri, Laura Sacchi, Maria Paola Eleuteri, Loretta Andreucci, Giuseppe Ciavarella, Orietta Venarotta, Elia Coccetti, Mariolina Vallesi, Rita Abrami, Giusi Pieragostini, Simonetta Rapari, Pina Prencipe, Renzo Calcagnoli, Maria Pacifici, Terzo Luciani, Graziano Marini, Rosanna Capelli, Giovanna Iezzi, Elsa Testa, Maria Antonelli, Graziella Valentini, Piergianna Fusari, Barbara Ferri, Temistocle Panetta, Pierluigi Tiracorda, Anna Vittori, il nuovo assessore del Comune di Amandola col sindaco Giulio Saccuti, Franco Arrà, Antonella Marcozzi, Gabriella Pallotti, Anna Raschioni, Leonardo Petrucci, Luciano Pallotti e Fantegrossi Pierluigi.

giovedì 2 luglio 2009

ASCOLI PICENO/ DISPONIBIULI 8 POSTI DA VOLONTARIO DELL’ASISTENZA ALLA MISERICORDIA

ASCOLI PICENO – “E' stato pubblicato il nuovo bando per partecipare alle selezioni dei progetti di servizio civile nazionale per l'anno 2009. Presso la sede della Misericordia di Ascoli Piceno è stato attivato un progetto della Confederazione Nazionale delle Misericordie d'Italia: Codice Rosso 2008 Ascoli Piceno con 8 posti a disposizione per volontari del settore assistenza”. Lo ha reso noto il segretario generale della Misericordia di Ascoli Piceno, Ignazio Buonopane. “La scadenza per la presentazione delle domande – ha illustrato Buonopane - è fissata inderogabilmente per il 27 luglio 2009 alle ore 14 e non farà fede il timbro postale. Tutta la modulistica (da consegnare presso la sede della Misericordia di Ascoli Piceno e comprendente gli allegati 2 e 3 da compilare, una copia di un valido documento di riconoscimento, il codice fiscale, il curriculum vitae e la copia di titoli attinenti) si può scaricare dall'apposita sezione sul sito nazionale del servizio civile all’indirizzo www.serviziocivile.it o sul sito della Misericordia di Ascoli www.misericordiaascoli.it”. La Misericordia di Ascoli si costituisce nell’ottobre 2002 assorbendo l’associazione Humanitas del Piceno che già operava nel territorio dal ’99. Le gravi esigenze del territorio Piceno nel mondo dell’handicap, di chi soffre, di chi è solo, di chi non ha un aiuto per poter rispondere alle proprie necessità, l’impossibilità di enti o di istituzioni a dare risposte concrete a tutti, hanno spinto alcuni operai, imprenditori, pensionati, professionisti, casalinghe e giovani, di diversi ceti sociali, ad unirsi, a collaborare insieme per tentare di dare una mano, una parola di conforto, una risposta possibilmente concreta a chi chiedeva soltanto di essere considerato. Lo spirito che lega ogni confratello della Misericordia di Ascoli proviene dalla profonda convinzione di ognuno che fare del bene aiuta a sentirsi meglio; questa non è una convinzione di comodo ma il vero traino che coinvolge tutti nella nostra Misericordia e che ha consentito a questa, seppur piccola e giovane associazione, di svolgere un grande ruolo primario nella città di Ascoli. Quanti grazie, quanti sguardi compiacenti, quante mani tremolanti ma forti nella loro dignità ci hanno circondato d’affetto. Da questo cibo e da questi sentimenti abbiamo tratto linfa vitale per superare le vere e grandi difficoltà.

mercoledì 1 luglio 2009

IMPRESE/ PMIFERMO A CESETTI: ISTITUIRE SUBITO UN TAVOLO CON LE ISTITUZIONI

FERMO – La realizzazione di un tavolo di lavoro e di coordinamento permanente tra le associazioni d’impresa e le istituzioni, per far fronte ai gravi e complessi problemi che caratterizzano le realtà imprenditoriali del Fermano è quanto Davide Longo, presidente della Delegazione di Fermo di PmiMarche, chiede al nuovo Presidente della Provincia di Fermo, Fabrizio Cesetti, formulandogli sia le congratulazioni per il risultato ottenuto sia gli “in bocca al lupo” per il duro lavoro che lo attende.“Insieme alle più fervide congratulazioni per la prima storica presidenza della Provincia di Fermo – afferma Longo – ribadisco al Presidente, Fabrizio Cesetti, l’invito, rivoltogli già in un incontro pre elettorale con l’Associazione che presiedo, ad un confronto serio e articolato sui gravi e complessi problemi che caratterizzano il mondo dell'impresa nell’intera nuova Provincia. Per il bene dell’impresa di tutto il Fermano, caro Presidente, è davvero necessario costituire, nei tempi più brevi possibile, un tavolo di lavoro e di coordinamento permanente tra le associazioni d’impresa, intese nelle sue varie categorie, e le Istituzioni. Una necessità che si fa sempre più pressante di fronte alle crescenti difficoltà incontrate quotidianamente dai nostri imprenditori, in particolare quelli piccoli e medi”. “Presidente – conclude Longo –, ormai è fondamentale sviluppare da subito le più opportune convergenze rifuggendo, senza se e senza ma, da ogni forma di arroccamento. Le Pmi del Fermano, confidano assolutamente in lei. Non resta quindi che augurarle un sincero Buon lavoro Presidente”.

domenica 24 maggio 2009

ASCOLI PICENO/ MERCOLEDI’ 27 MAGGIO ARRIVA IL MINISTRO ROTONDI


ASCOLI PICENO, 24 MAG. – A sostenere la candidatura al Consiglio comunale di Ascoli Piceno del leader democristiano del PdL ascolano, Francesco Petrelli, questo mercoledì 27 maggio arriva il Ministro per l’Attuazione del programma del Governo Berlusconi, Gianfranco Rotondi. La visita del Ministro è prevista per le ore 17.30 presso l’Oleificio Fratoni in Via 17a in frazione Brecciarolo di Ascoli Piceno. Ad attendere Rotondi oltre a Petrelli ed a una rappresentanza dell’elettorato di quell’elettorato Piceno che si ritrova nei valori della migliore tradizione democratico cristiana ci sarà il candidato sindaco di Ascoli Piceno, Guido Castelli, il candidato presidente della Provincia, Piero Celani, i candidati al consiglio provinciale Antonio Ricciotti ed Andrea Calvaresi, e la candidata al consiglio comunale di Folignano, Monica Marini, nonché Sante Coccia, coordinatore organizzativo dell'evento.“La Dc – afferma Petrelli – è stata sciolta con la nascita del partito Popolare il 18 gennaio 1994. Invero l’attività della Dc è stata sospesa, ma oggi può essere il tempo di un nuovo inizio. Come? Partendo da quello che può e deve essere il Popolo della Libertà. Quindici anni fa Mino Martinazzoli rivolgeva un appello “a quanti hanno passione civile”. Lo rinnoviamo oggi correggendo quello che per noi fu l’errore: non bisognava sciogliere bensì rinnovare e rilanciare la Democrazia Cristiana. Non mettiamo tra parentesi tutti questi anni: sono stati il decennio dei cespugli, delle divisioni. Molti in questi anni si sono illusi di riunire i democristiani: nessuno ci è riuscito. Noi non ci proveremo neppure. Questo stato precisa solo un tempo e un luogo in cui la Dc si rinnova senza mascherarsi: rispettiamo i democristiani impegnati sotto altre sigle, ma noi riprendiamo a far politica con la nostra identità. Siamo democratici cristiani”.

venerdì 15 maggio 2009

ASCOLI P./ MPA, SIGLATO PATTO FEDERATIVO CON DC-TERZO POLO CENTRO


ASCOLI PICENO, 15 MAG. – “È stato siglato nei giorni scorsi, presso la sede romana del MpA, il patto federativo tra il nostro Movimento per le Autonomie di Raffaele Lombardo e la Democrazia Cristiana “Terzo Polo” di Centro di Angelo Sandri”. Lo ha reso noto Ignazio Buonopane, candidato alla presidenza della Provincia di Ascoli Piceno. “L'accordo definito tra le due formazioni, già annunciato lo scorso 22 aprile, sancisce l'inizio di una collaborazione che proseguirà anche dopo le elezioni europee e amministrative del 6 e 7 giugno. Nella Dc - Terzo Polo di Centro - ha sottolineato Buonopane che dell’MpA è anche il Commissario provinciale - ci sono tante personalità che cercano una casa che li rappresenti. Noi abbiamo dato vita a un partito “leggero” che conta però tante piccole realtà rappresentative della società, organizzate democraticamente e radicate nei territori. La presenza di democristiani, moderati e centristi nel nostro movimento - ha ribadito Buonopane - deve diventare stabile e forte”. Un invito accolto con soddisfazione da tanti ex Forza Italia, Udc, DcA, Dc e Margherita, che hanno ricordato i valori condivisi su cui si fonda il patto siglato: "La difesa delle radici cristiane in Europa, la democrazia e la rappresentatività e, naturalmente, l'autonomia. Principio cardine - ha concluso Buonpane - del nostro operare in politica".

giovedì 14 maggio 2009

IMPRESE/ PMIFERMO, DOMANI, SABATO 16 MAGGIO, INCONTRA DI RUSCIO E BALDASSARI

FERMO – Lo sviluppo del territorio fermano, la crisi economica, le centrali e l’ ambiente nonché la nuova provincia. Saranno questi i temi al centro dell’incontro che si svolgerà domani alle ore 16 presso la Sala Multimediale del Comune di Fermo, sita innanzi al Teatro dell’Aquila, tra i vertici di PmiFermo, l’associazione delle piccole e medie imprese del Fermano, ed il candidato alla presidenza della Provincia, Saturnino Di Ruscio. “Un incontro che – anticipa Davide Longo, presidente della Delegazione di Fermo di PmiMarche -, si annuncia particolarmente interessante oltre che per la larga rappresentanza dei nostri associati anche per la programmata presenza all’incontro del senatore Mario Baldassarri, Presidente della Commissione Finanze del Senato della Repubblica e nel passato Governo Berlusconi, Vice Ministro all’Economia e le finanze”. “Al fine di instaurare un proficuo dialogo tra le rappresentanze politiche che incidono sul territorio Fermano – ha concluso Longo – all’incontro sono stati invitati a partecipare anche altri importanti esponenti politici locali che appoggiano la candidatura di Di Ruscio, la maggior parte dei quali ha garantito la propria presenza”.