Google+ Followers

giovedì 29 ottobre 2009

ASCOLI/ FONDI PER TETTO DEL PALABASKET. PETRELLI: BENE BRUGNI.

(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 29 OTT. – “Il problema dell’acqua piovana che penetra dal tetto del PalaBasket di Via Spalvieri ha i giorni contati. L’assessore allo sport del Comune di Ascoli Piceno, Massimiliano Brugni, su istanza delle Associazioni sportive utilizzatrici dell’impianto, mi ha assicurato che a breve verrà operato un intervento di tamponatura sul soffitto della palestra comunale”.
A renderlo noto è Francesco Petrelli, autonomista, già segretario comunale della DCA. “Bene l’assessore Brugni – afferma Brugni – che ha recepito in tempi accettabili le istanze delle Associazioni sportive che lamentano cospicue infiltrazioni di acqua piovana all’interno del PalaBasket di Via Spalvieri. Anche a seguito di mie sollecitazioni, Brugni si è da subito sensibilizzato al fatto che quell’impianto sportivo, oltre che interessato dalla disputa di un Campionato nazionale di basket, che conduce ad Ascoli decine di compagini del Centro Sud, è meta settimanale di centinaia di giovanissimi ascolani. Nei giorni scorsi con una comunicazione su Facebook l’Assessore mi ha garantito di aver “trovato risorse per una “tamponatura” al problema della pioggia al palabasket”. Questa notizia, nell’attesa che in tempi stretti si provveda materialmente alla riparazione e che questa avvenga con tutti i crismi da parte dell’azienda incaricata, ha sicuramente rallegrato tutti gli utenti della palestra. Utenti che ora da Brugni si attendono anche una risposta alle non proprio ideali condizioni igienico sanitarie nonché alla fatiscenza degli spogliatoi, dei bagni e dei locali a servizio del PalaBasket. L’assessore sa bene inoltre che n quest’impianto al mattino vi svolgono attività oltre agli anziani anche gli studenti della vicina Scuola media. Dai alcuni Dirigenti dei sodalizi presenti nell’impianto ho saputo che l’impegno di spesa dell’Amministrazione comunale dovrebbe aggirarsi intorno ai 20 mila euro”.“Per incoraggiare bambini, ma anche anziani e disabili, ad avvicinarsi allo sport a loro più adeguato sono fondamentali strutture a norma, igienizzate e sanificate secondo quando previsto dalle leggi. Il compito di un Amministratore avveduto e virtuoso, come in questo caso si è dimostrato Brugni è quello d’investire i soldi dei contribuenti e favore l’investimento di terzi in formazione, scuola, sport, associazionismo ma soprattutto nella famiglia”.

Nessun commento: