Google+ Followers

lunedì 19 ottobre 2009

CAMELI/ MPA: SE NE VA UN PEZZO PREGIATO DELLA DC

(PRESSOFF.INFO) S. BENEDETTO DEL T., 20 OTT. – “Con la scomparsa di Alberto Cameli se n'è andato un altro pezzo di Dc. Un pezzo pregiato, perché Cameli si era iscritto alla Democrazia Cristiana fin da giovane, e ne ricoprì, poi tutte le cariche sia a livello comunale sia provinciale diventandone sul territorio, uno dei leader riconosciuti”; con queste parole il commissario provinciale dell’MPA, Ignazio Buonopane, all’unisono con il commissario di S. Benedetto, Eda Camela, ricordano l'ex sindaco morto all'ospedale di Ancona, dov'era ricoverato da qualche tempo. “Vogliamo ricordarlo così, uomo integerrimo, un grande amministratore, un grande sindaco. Alla famiglia Cameli - concludono Buonopane e la Camela - va il nostro cordoglio, al sindaco Cameli, che non c'è più, il pensiero e la preghiera”. Cameli è scomparso a 75 anni compiuti il 24 settembre scorso, ingegnere ed insegnante,. Il suo esordio nelle istituzioni risale al 1964, quando fu il consigliere comunale più giovane eletto in quella tornata, riconfermato successivamente nelle votazioni del '70, '72, '78, '83 e '88. Eletto assessore comunale per la prima volta nel giugno 1973, Cameli fu vicesindaco e assessore all'Urbanistica dal 1978 al 1984 con il sindaco Bernardo Speca. Nel marzo 1984 fu eletto sindaco di San Benedetto e lo rimase fino all'anno successivo. Tornò a ricoprire la massima carica cittadina dal marzo 1990 al novembre 1992. Da ricordare poi, che tra il 1987 e il 1991 fu anche presidente del Comitato di gestione dell'allora Unita' Sanitaria Locale 22.

Nessun commento: