Google+ Followers

lunedì 30 novembre 2009

FOLIGNANO/ IL COMUNE VA A CACCIA DI RIFIUTI

(PRESSOFF.INFO) FOLIGNANO, 27 NOV. – “Caccia ai rifiuti” è il nome del progetto che il Sindaco di Folignano, Angelo Flaiani ed il suo Assessore all’ambiente, Graziano Vannozzi, hanno presentato nei giorni scorsi agli Istituti scolastici del Comune. Il progetto è inserito nell’ambito della strategia che l’Amministrazione ha messo in atto per incrementare gli ottimi risultati finora raggiunti nella differenziazione dei rifiuti. “Dal 15% di Rifiuti solidi urbani differenziati nel 2006 – ha sottolineato Vannozzi - abbiamo raggiunto a fine ottobre un indice del 40%. Questo progetto attuato in collaborazione con i due Istituti scolastici comprensivi del nostro territorio, si pone l’obbiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica relativamente al problema importante e delicato dello smaltimento dei rifiuti. E’ innegabile che coinvolgere i ragazzi in questo progetto significa far arrivare un segnale alle famiglie, per cercare insieme la soluzione a questo delicato problema, che se non risolto, condizionerà la nostra qualità della vita futura”.
“Anche a nome del Sindaco – prosegue l’Assessore -, ringrazio i Presidi dell’Isc Monti e Folignano Capoluogo, nonché tutte le insegnanti coinvolte, perché inserendo tale progetto nei rispettivi Pof hanno reso possibile dare inizio ad una campagna di sensibilizzazione altamente qualificata. Compito dell’Amministrazione sarà quello di coordinare alcune azioni quali l’intervento di esperti del campo, come ad esempio Lega Ambiente e Fare Verde, ma anche programmare viste guidate per i ragazzi presso la discarica Relluce ed al sito di lavorazione e recupero dei rifiuti differenziati. Ancora nell’ambito del progetto è stato inserito anche un sub progetto elaborato dal Responsabile del Servizio comunale, Ranalli e dall’Istituto tecnico agrario di Ascoli dal Titolo “Compostiamoci”. L’iniziativa mira ad incrementare la differenziazione, in modo da potare l’indice dal 40% attuale al 68% e più, previsto dalla legge. È necessario poi differenziare anche i residui di erba derivanti dalla manutenzione dei giardini privati presenti nel nostro territorio. Il metodo del compostaggio è la soluzione ideale per non gettare tali residui in quelli non differenziati che finiscono in discarica. I residui di erba, insieme ai rifiuti organici provenienti dagli avanzi del cibo, si posizionano nella compostiera e con un processo naturale si trasforma in concime, che viene usato per la fertilizzazione dei nostri giardini e degli orti. Il sub progetto, che prevede la fornitura di una compostiera per Istituto, afferma l’assessore è quello di rendere nota ai ragazzi questa pratica con l’aiuto di un esperto agronomo”.“Anche in questo caso – conclude Vannozzi - siamo convinti che la scuola può essere un esempio trainante per i cittadini che vorranno sperimentare questa pratica di recupero dei rifiuti”.

sabato 28 novembre 2009

FOLIGNANO/ VENERDI’ FESTA DEL MINIBASKET CON OLIO EXTRA VERGINE


(PRESSOFF.INFO) FOLIGNANO, 28 NOV. – Ha un tema assolutamente singolare la prima Seconda Festa del minibasket a Folignano organizzata dal Folignano Basket, l’associazione sportiva di Folignano, presieduta da Raffaela Depergola, che si occupa di divulgare con finalità sociali la disciplina del basket tra i più giovani abitanti del territorio. Il leitmotiv della serata che vedrà insieme i piccoli cestisti di Folignano con i rispettivi genitori e familiari ai dirigenti, istruttori dell’Associazione, sarà l’olio d’oliva extra vergine, il cui profumo in questi giorni sta ammaliando l’intero nostro territorio. L’appuntamento è fissato il prossimo venerdì 5 dicembre presso il rinomato oleificio ascolano della famiglia Fratoni, con papà Emidio ed i figli Domenico e Giovacchino. All’appuntamento che prenderà il via alle 19 in punto prenderanno parte anche l’assessore allo sport, Giuseppe Paci, ed il sindaco Angelo Flaiani, che la presidentessa Depergola ha puntualmente invitato. Sarà una festa con la quale l’Associazione intende rimarcare le sue finalità associative ed aggregative. Per quanto riguarda invece i corsi di minibasket si svolgono sempre presso il PalaRozzi a Villa Pigna. All’Associazione l’Amministrazione comunale ha concesso due spazi settimanali: il lunedì dalle 17 alle 18.30 ed il venerdì dalle 16.30 alle 18. “L’attività della nostra Associazione – ha affermato Maurizio Caponi, direttore tecnico del nuovo team folignanese, nonché noto allenatore di basket con una grande esperienza di vivai e settori giovanile tra Marche ed Abruzzo, questa stagione in C Nazionale alla guida tecnica dell’Ascoli Basket - riguarda soprattutto i più piccoli, bambini e bambine nati dal 1998 al 2004, ovvero le categorie Pulcini e Paperine, Scoiattoli e Libellule, Aquilotti e Gazzelle fino ad arrivare agli esordienti, seguiti da un team di collaboratori tecnici come Mirko Quintilii, coordinati da un istruttore federale Francesco Petrelli”. “A sostenere il nostro progetto sportivo – ha ricordato la De Pergola - che punta anche al sociale, c’è anche un importante Associazione di categoria per la piccola e media impresa, PmiMarche, che nella persona del direttore generale Andrea Calvaresi e del presidente Domenico Fratoni ha approntato un programma di sviluppo promozionale per tutti i giovani figli di lavoratori dipendenti ed autonomi: soli 10 euro di contributo spese al mese, iscrizione una tantum di 30 euro, avviamento all’attività sportiva gratuito ed un kit in regalo al momento dell’iscrizione all’Associazione. Per informazioni ed iscrizioni ai corsi ci si può ancora rivolgere a Maurizio al numero di telefono 335.8191372 oppure a Francesco al 3335413490 o per fax 1782277707 o e-mail a folignanobasket@tiscali.it e si può anche consultare il sito internet http://folignanobasket.blogspot.com/.

ASCOLANI GIA IN SETTIMANA BIANCA

(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 28 NOV. – ASCOLI - Montagna, la stagione turistica è ai blocchi di partenza. Anche ad Ascoli c'è una grande richiesta di settimane bianche. Tra i più indaffarati in questi giorni sono sicuramente i maestri locali che debbono organizzare al meglio i soggiorni degli sciatori del Piceno al Nord dell'Italia. Tra i più attivi, data la sua ampia esperienza, c'è sicuramente il maestro Domenico Cagnetti dell'associazione sciistica ascolana, Piagge Sky. "Quest'anno - ha detto Cagnetti - puntiamo sopratutto sulle settimane a Pinzolo, Canazei, Sestriere e Cervinia. Proprio in questi giorni le prenotazioni presso l'agenzia viaggi Etrek che ci supporta nell'organizzazione tecnica stanno entrando nel vivo. Ogni anno sono sempre di più gli Ascolani che si avvicinano allo sci ovviamente soprattutto tra i più giovani". Cagnetti, che lo si può contattare per informazioni ai numeri 073646869 e 3355619682, traccia anche un profilo della situazione delle settimane bianche al Nord. "Semaforo verde anzitutto a Cortina d'Ampezzo - ha affermato il Maestro -, dove gli appassionati potranno sciano già da almeno una settimana; ma, con le Dolomiti imbiancate, anche altre località stanno iniziando in anticipo rispetto alle previsioni: ad Alleghe, Arabba, Col dei Baldi, in Marmolada, a Zoldo, Falcade e sulle piste di Porta Vescovo e di Passo San Pellegrino l'apertura degli impianti è prevista per il weekend del 27-29 novembre". "Per quanto riguarda la nostra organizzazione - ha concluso Cagnetti - cominciamo la stagione il 28 dicembre prima con il Capodanno a Pinzolo, poi sempre a Pinzolo, con l'Epifania. Dal 20 al 27 febbraio ci spostiamo a Canazei, dal 6 al 13 marzo a Sestriere, dal 31 marzo al 6 aprile la Pasqua la trascorriamo a Pinzolo e chiudiamo dal 18 al 24 aprile a Cervinia".

S.BENEDETTO DEL T./ CHEF NOSTRANI A CONFRONTO SULL’OSTRICA PIATTA PICENA


(PRESSOFF.INFO) SAN BENEDETTO DEL TRONTO, 28 NOV. – Il pesce crudo è di moda ma… conosci l’anisackis? È questo il tema di un seminario che la Delegazione provinciale di Ascoli Piceno della Federazione Italiana Cuochi ha organizzato il prossimo martedì 1 dicembre presso il rinomato Hotel Progresso sullo splendido lungomare di San Benedetto del Tronto. A darne notizia è il Presidente di Delegazione, Alessandro D’Addazio, che ha anticipato come il seminario sarà anche occasione per un confronto su un tema che sta molto a cuore agli chef del territorio: ovvero quello della “Ristorazione a km zero” e nello specifico l’allevamento dell’ostrica piatta picena e della cozza nostrana, ovvero la filiera del Piceno. “Al termine dei lavori – ha affermato D’Addazio -, poi, ci ritroveremo insieme a tutti i professionisti interventi a degustare un’ottima cena preparata dal team della padrona di casa, Gabriella “Titti” Bulgari, già vicepresidente nazionale della Federcuochi nonché presidente della Lady Chef. Nel corso della serata vi sarà anche un momento dedicato al sociale, infatti, consegneremo alle associazioni Lega del Filo d’Oro, Croce Verde, Casa S. Gemma Galgani e Casa Manuela, il nostro contributo ricavato dalla Festa del Cuoco, che ha riscosso recentemente un grande successo”. Per informazioni sull’attività della Delegazione del Piceno degli chef della celebre Federcuochi è possibile visitare il sito web www.cuochiascolipiceno.com, oppure scrivere all’indirizzo info@cuochiascolipiceno.com, ma anche telefonare al 3471160300.

venerdì 27 novembre 2009

FOLIGNANO/ FLAIANI: RIDOTTO L’INDEBITAMENTO DEL COMUNE

(PRESSOFF.INFO) FOLIGNANO, 27 NOV. – Due in particolare sono stati i punti importanti affrontati nell’ultimo Consiglio comunale di Folignano svoltosi nei giorni scorsi: l’estinzione anticipata mutui e le linee di indirizzo per la realizzazione di un impianto fotovoltaico A renderlo noto è stato il sindaco, Angelo Flaiani.
“Stiamo lavorando – ha affermato il primo cittadino di Folignano - sul bilancio 2010 sia sulla riduzione delle spese con l’estinzione anticipata di mutui, che sul lato delle entrate, con la realizzazione di un impianto fotovoltaico in collaborazione col privato. I mutui in estinzione anticipata sono 15, di cui 14 con la Cassa depositi e prestiti, per un importo complessivo di circa 267mila euro. L’operazione, interamente finanziata con l’avanzo di bilancio, permetterà un risparmio annuo delle spese correnti di circa 60mila euro a partire dal 2010”.
“I mutui in estinzione – ha proseguito Flaiani - hanno scadenza tra il 2014 e 2017 con un tasso di interesse tra il 6,30% e 7% e quindi molto al di sopra degli attuali tassi di mercato. Sono previste penali di estinzione anticipata pari a circa 15mila euro, interamente a carico dello Stato, come previsto dalla finanziaria del 2007. La proposta fa parte di un consistente piano di riduzione delle spese correnti che l’amministrazione ha presentato complessivamente in Consiglio. Inoltre la riduzione dell’indebitamento e l’estinzione di mutui fuori mercato permette anche di poter utilizzare parte delle risorse risparmiate per la realizzazione di nuove opere. Per quanto possibile e compatibilmente con il rispetto del piano di stabilità si intende sfruttare gli attuali tassi di interesse per finanziare alcune importanti opere del programma elettorale”.“Per quanto riguarda l’impianto fotovoltaico – ha concluso Flaiani - oltre all'aspetto ambientale ha come obiettivo l' aumento delle entrate comunali. Nella delibera si prende atto dell’impossibilità di intervenire direttamente e si apre la porta ai fondi dei privati. Viene dato indirizzo per la preparazione di un bando pubblico per la presentazione di progetto di impianto fotovoltaico su edifici pubblici e terreni di proprietà dei privati”.

domenica 22 novembre 2009

ASCOLI P./ TOWERS DAI DUE VOLTI CEDE ALLA CAPOLISTA

ASCOLI TOWERS – ITALCOM MENS SANA CAMPOBASSO: 65 - 72
ASCOLI: Cempini 24, Pecchia, Roberti 13, Quarchioni, Fillari 6, Aniello 4, Di Silvestro 4, Elia 14, Almeoni e Berardini. Coach: Maurizio Caponi.
CAMPOBASSO: Montuori 15, Anzini, Vulekovic 7, Benassi 16, Savini 2, Sarracino, Martellucci, Fiorini, Saccardo 12, Labate 20 e Panichella. Coach: Salvemini Giorgio.
ARBITRI: Nania Eugenio di Perugia e Stefanini Francesco di Orciano/ PG.
NOTE: parziali 12-23, 13-21, 24-9 e 16-19; uscito per 5 falli Aniello; fallo tecnico ad Aniello.(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 22 NOV. – Un Ascoli Towers dai due volti ed alcune decisioni arbitrali molto discutibili sul finale di gara sono le ragioni della sconfitta interna degli uomini del coach Maurizio Caponi. Una sconfitta maturata al fotofinish dopo una rincorsa che ha permesso agli ascolani di recuperare i 19 punti di scarto che dividevano le due formazioni dopo i primi 20 minuti. Dopo i due quarti iniziali totalmente da buttare, capitan Cempini & company riuscivano nell’impresa addirittura di mettere la faccia avanti sul 62 a 61. Una rimonta sulle ali soprattutto di Elia e Roberti, che lasciava quasi totalmente frastornata l’Italcom, nonostante gli urlacci di coach Salvemini. A destare dall’assopimento i Molisani, però, arrivavano alcune decisioni arbitrali quantomeno criticabili, che facevano andare su tutte le furie il folto pubblico sempre molto pacato. Purtroppo ad appesantire la situazione arrivavano almeno un paio di giocate non esattamente felici del playmaker di Matelica, Pecchia (0 su 6 dal campo e 2 palle perse). Insomma il sogno di una vittoria rocambolesca si dissolveva in un nonnulla. A fine gara c’era il rammarico per la presa di coscienza di aver buttato alle ortiche un occasione davvero più unica che rara. Ovviamente l’amarezza non era legata solo ai momenti più concitati ma anche e forse soprattutto ad un inizio assolutamente con fin troppo poco mordente per affrontare la compagine che forse più di tutte può valersi di un organico almeno di una categoria superiore. Tra gli ascolani oltre ai citati Cempini, Elia e Roberti, discreto anche Di Silvestro. Per gli ospiti Labate, Benassi, Montuosi e Saccardo, come previsto.

giovedì 19 novembre 2009

BASKET/ TOWERS: SABATO AD ASCOLI ARRIVA LA CAPOLISTA ITALCOM CAMPOBASSO.


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 19 NOV. – Per i bianconeri di coach Maurizio caponi questa in vista di sabato è stata una settimana di lavoro particolarmente duro. Reduci dalla sfortunata sconfitta lontano della mura di casa con il Fondi, gli Ascolani hanno avuto a mala pena il tempo di riflettere sulle sorti in terra laziale che già si sono dovuti immergere negli allenamenti per preparare al meglio la gara di questo sabato 19 novembre al PalaBasket di via Spalvieri dove arriverà la Italcom Mens Sana Campobasso una delle tre attuale capolista. Le altre due al vertice del girone sono il Quarta Caffè Monteroni ed il Soavegel Francavilla, due team che gli uomini del presidente Luigi Prevignano hanno affrontato con contrapposta sorte. Col Francavilla hanno vinto bene nell’esordio casalingo, mentre con Monteroni al temrine di una gara combattuta hanno dovuto soccombere pur con l’onore delle armi. A differenza del Monteroni, che per alcuni è la sopresa della stagione, anche se ad Ascoli ha dato l’idea di un roster particolarmente quadrato e robusto sotto canestro, sia la Soavegel che soprattutto l’Italcom, sono squadre costruite per puntare in alto, vere e proprie macchine da guerra. Il miglior elemento dei molisani, almeno in questa prima fase stagionale, è il playmaker Giovanni Montuori (oltre 16 punti di media a gara), regista della premiata scuola casertana, che ha sfornato gente del calibro di Nando Gentile ed Enzino Esposito. Pericolo pubblico n. 2 è Antonio Labate, guardia brindisina di 32 anni che viaggia ad oltre 15 punti di media, conditi con oltre 5 rimbalzi a gara, spalmati su circa 38 minuti di media a partita. Sicuramente un prezioso jolly nelle mani dell’esperto coach Giorgio Salvemini. Altra chicca di questo Campobasso è l’ala pivot Andrea Benassi un 2 metri sicuramente di almeno una categoria superiore visto nelle Marche qualche anno fa già ad Osimo. Un osso sicuramente duro per il nostro lungo di riferimento Andrea Cempini, sarà il pivot di ben 216 cm d’altezza, Antonio Saccardo, con vari trascorsi in A che attualmente sta collezionando ottime performance sia a rimbalzo che nei punti e nelle medie bulgare di realizzazione. Infine Francesco Savini da Atri un ottimo legante in grado di giocare sia guardia che play, con tanta esperienza sebbene abbia appena 27 anni. Sul fronte ascolano oltre che al solito Cempini stavolta è richiesta una prestazione super almeno ai vari Roberti, Elia, Aniello e Fillari che finora hanno dimostrato, tra alti e bassi, di avere una condotta più produttiva. Tra le curiosità questa settimana, oltre alle promozionali con l’aperitivo al Bar Ro.Ma. e la collaborazione con l’Ascoli Calcio, questo sabato alle ore 17.30 si svolgerà una gara amichevole di minibasket tra i giovanissimi locali guidati da coach Aniello e quelli del Folignano Basket della presidentessa Raffaela Depergola guidati dall’istruttore Francesco Petrelli in collaborazione con Mirko Quintili.

domenica 15 novembre 2009

MARCHE/ IL GOVERNATORE SPACCA HA VISITATO LA MISERICORDIA DI ASCOLI


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 15 NOV. – Il Governatore della Regione Marche, Gian Mario Spacca, ha fatto visita ai volontari della Misericordia di Ascoli. A dargli il benvenuto presso la sede posta proprio dinanzi all’Ospedale Mazzoni di Ascoli, oltre al Coordinatore, Ignazio Buonopane, c’era anche un nutrito numero di volontari. “La visita del Governatore – ha riferito Buonopane – ha sicuramente inorgoglito l’operato dei nostri volontari. Nel corso dell’incontro tanti sono stati i temi toccati. Spacca ha ascoltato con grande interesse il resoconto della nostra attività sia per quel che riguarda il 118 sia per quel che riguarda i progetti speciali. Riguardo a questi ultimi abbiamo illustrato i risultati raggiunti sia di quelli portati a termine che di quelli ancora in corso. Abbiamo reso noti al Governatore anche quelli che sono i progetti futuri in particolare in ambito sociale, chiedendogli di assicurare sempre una maggiore intenzione a questo comparto. Soprattutto alla luce dei forti tagli, circa 300 mila euro, che si preannunciano nel Comune di Ascoli ad opera del nuovo Assessore ai Servzi sociali, Donatella Ferretti, avallati a quanto pare dal Sindaco Guido Castelli, che sicuramente non si rendono conto delle difficoltà quotidiane in cui si opera in quest’ambito, forse perché non ne hanno mai toccato con mano le problematiche. Quelli che intendiamo portare avanti, nonostante i tagli del Comune, sono progetti di assistenza alla popolazione del Piceno soprattutto in questo particolare momento, in cui sta venendo meno una certezza fondamentale come il lavoro. Il presidente Spacca si è dimostrato molto attento e partecipe alle tematiche illustrategli ed ha riconosciuto il ruolo storico importante di tutte le Misericordie delle Marche, alle quali ha confermato la collaborazione dell’Ente. Con Spacca ci siamo complimentati per come sia riuscito ad abbreviare di quasi due terzi i tempi di attesa per i pagamenti delle Asl alle Associazioni come la Misericordia. Prima toccavano anche i 12 mesi oggi si stanno attestando sui 120 giorni, che purtroppo però sono ancora pochi per rimborsare congruamente l’operato dei volontari. La Misericordia di Ascoli, infatti, opera attualmente senza dipendenti, solo grazie agli sforzi dei volontari con le poche risorse finanziarie di cui disponiamo come comparto sociale e che a quanto s’apprende l’Amministrazione comunale di Ascoli vorrebbe ulteriormente ridurre”.La Misericordia di Ascoli Piceno si costituisce nell’ottobre 2002 assorbendo l’associazione Humanitas del Piceno che già operava nel territorio dal 1999. Le gravi esigenze del territorio Piceno nel mondo dell’handicap, di chi soffre, di chi è solo, di chi non ha un aiuto per poter rispondere alle proprie necessità, l’impossibilità di enti o di istituzioni a dare risposte concrete a tutti, hanno spinto alcuni operai, imprenditori, pensionati, professionisti, casalinghe e giovani, di diversi ceti sociali, ad unirsi, a collaborare insieme per tentare di dare una mano, una parola di conforto, una risposta possibilmente concreta a chi chiedeva soltanto di essere considerato. Lo spirito che lega ogni confratello della Misericordia di Ascoli proviene dalla profonda convinzione di ognuno che fare del bene aiuta a sentirsi meglio; questa non è una convinzione di comodo ma il vero traino che coinvolge tutti nella nostra Misericordia e che ha consentito a questa, seppur piccola e giovane associazione, di svolgere un grande ruolo primario nella città di Ascoli. Quanti grazie, quanti sguardi compiacenti, quante mani tremolanti ma forti nella loro dignità ci hanno circondato d’affetto. Da questo cibo e da questi sentimenti abbiamo tratto linfa vitale per superare le vere e grandi difficoltà economiche ed organizzative per costruire un’associazione degna del nome che porta.

sabato 14 novembre 2009

ASCOLI/ CEMPINI: “AD ASCOLI DOPO VENT’ANNI E’ TORNATO IL BASKET CHE CONTA”.

(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 14 NOV. – Andrea Cempini, classe 1970, pisano di nascita, ma scuola Virtus Bologna. È lui il protagonista di questo ottimo avvio dell’Ascoli Towers Basket al debutto nel campionato di C nazionale. Gli Ascolani, diretti dietro la scrivania dal presidente Luigi Prevignano e guidati sul parquet dal coach Maurizio Caponi, hanno vinto 4 partite su 7 disputate ed attualmente sono in piena zona play-off. Cempini di questo gruppo è l’unico giocatore davvero navigato che si è dimostrato ancora una volta nella sua importante carriera un vero e proprio faro per i compagni di squadra.
- Capitan Cempini, cosa pensi di questa prima parte di stagione?
“Ogni società quando progetta una nuova stagione si pone sempre degli obbiettivi da raggiungere ed in questo caso il nostro, al primo anno di C nazionale, è salvarsi al più presto possibile per poi programmare un futuro solido lungo e radioso. Finora il nostro percorso è nella norma. Dobbiamo da qui in avanti vincere tutte le partite in casa, grazie anche all'aiuto del pubblico e fare qualche scherzetto lontano da casa ad alcune delle nostre dirette concorrenti alla salvezza.
- La stagione più bella sinora?
“Le stagioni più belle sono quelle dove vinci un campionato di squadra, ovvero l'obbiettivo massimo che una società si pone quando progetta una stagione. Ne ho vinti ben 4 di campionati e sono stati tutti stupendi, però è sempre l'ultimo che rimane più impresso: l'anno scorso a Rieti è stata una stagione quasi perfetta. Ho giocato 3 stagioni in A da protagonista, prima di avere un grosso infortunio ad entrambe le ginocchia che mi ha frenato di brutto la carriera in A, ma la più bella è stata senza dubbio quella giocata a Castel Maggiore dove sono stato il miglior realizzatore italiano a 17,5 punti a partita, una bella soddisfazione personale”.
- La stagione invece da dimenticare?
“Stò giocando la mia 24esima stagione, non sono state tutte rose e fiori ma non mi posso lamentare. L’unica da dimenticare è forse quella 2004/2005 a San Severo. Mi è capitato di tutto pure un incidente stradale il giorno di Natale, che poteva finire molto male ma me la sono cavata restando fuori però 3 mesi”.
-Come immagini il tuo futuro quando appenderai le fatidiche scarpette al chiodo?
“Brutta domanda alla quale faccio fatica a rispondere, perché vuol dire che quel giorno si avvicina sempre di più. Preferisco non pensarci allenandomi sempre più a fare canestro e finché lo farò a mollare non ci penso neppure. Però fare il General manager o il Direttore sportivo non mi dispiacerebbe, perché per fare l'allenatore ci vuole tanta di quella pazienza che io non ho”.
-Che pensi dei tuoi compagni qui ad Ascoli?
“Questa è la risposta più facile, perché i miei compagni di squadra sono tutti dei bravi ragazzi, abbiamo fatto subito gruppo, c'è amicizia armonia e tanta voglia di lavorare, perché sono giovani inesperti e vogliosi di imparare. Vado d'accordo con tutti sopratutto con quelli della Foresteria. Ultimamente ho stretto una particolare amicizia con Elia perché andiamo all'allenamento insieme in macchina da San Benedetto. Poi c'è Daniele Aniello, un giocatore che ammiro molto sia per le sue qualità di atleta sia per la dedizione e la passione che mette in questo sport allenando e gestendo addirittura tutto il nostro settore giovanile, stando in palestra dalla mattina alla sera. Questa è la pazienza alla quale mi riferivo prima, grande persona, anche se per me avrebbe più futuro partecipando a "Uomini e Donne".
- Lo Staff tecnico e dirigenziale ascolano?
“Il coach Caponi lo devo ringraziare perché è stata una delle prime persone a contattarmi questa estate, facendo lui personalmente la trattativa, credendo in me. Per questo ho accettato quest’ennesima sfida insieme a lui per far crescere questa nuova società. È un allenatore preparato che sa come gestire un gruppo di giovani con un personaggio ingombrante come me, anche non facile da gestire. Ringrazio anche il presidente Prevignano, perché è lui che porta avanti questo impegno gravoso anche economicamente e con lui tutto lo staff di dirigenti, sperando di ottenere presto quei risultati che ci siamo prefissati all'inizio stagione”.
- Come ti sembra l'ambiente Bianco-Nero?
“Ad Ascoli la pallacanestro vera, cioè quella di un campionato nazionale, mancava da 20 anni, la società sta facendo di tutto per portare i tifosi al palazzetto perché senza il famoso sesto uomo in campo non si va da nessuna parte. Adesso il nuovo accordo con l'Ascoli calcio speriamo ci possa far ottenere una sinergia, un gemellaggio tra calcio e basket, e che abbia un risultato positivo da ambo le parti”.
-Obiettivi di stagione e personali?
“L'obiettivo stagionale come ho già detto è la salvezza da raggiungere quanto prima e il mio primo obiettivo è quello di ottenere questo risultato per la società e per i tifosi di questa città”.
- Il tuo idolo sportivo?
"Non ho un unico idolo vero e proprio. Per me tutti i grandi del basket sono idoli, a partire da Michael Jordan a tanti grandi nomi con cui ho avuto la fortuna di giocare o di vederli con i miei occhi, per finire con gli attuali campioni NBA, uno sopra a tutti, un europeo nel mio ruolo, Dirk Nowtzki”.
-Vuoi approfittarne per ringraziare qualcuno in particolar modo?
“Ringrazio tutti coloro che hanno creduto e che credono ancora in me, in questa mia lunga carriera. Un ringraziamento particolare va al mio angelo guida, la mia Fede, che da 7 anni mi sopporta e supporta”.

domenica 8 novembre 2009

ASCOLI/ PETRELLI: VISIONE IDEOLOGICA DI CHI VIETA IL CROCIFISSO

(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 09 NOV. – L’autonomista, già segretario comunale dell’ex DCA, Francesco Petrelli, si è pronunciato in merito al divieto di esporre il crocifisso nelle scuole, che ha incontrato qualche favore anche tra amministratori della nostra Provincia: “La condanna espressa dalla Corte si basa su una visione ideologica, che non tiene conto del significato anche culturale del Crocifisso che, come ha sottolineato la Conferenza Episcopale Italiana, è parte del patrimonio storico italiano. Una sentenza che non va nella direzione dei valori di laicità dello Stato, ma che sfocia nel più becero e ottuso laicismo. Ci chiediamo se questo pronunciamento non sia addebitabile alla miopia di chi non ha voluto che nella Costituzione Europea ci fosse un riferimento esplicito all’identità ed alle radici cristiane dei popoli. Un errore, questo, nel quale sono incorse le classi dirigenti europee che – ha concluso Petrelli -, insieme all’affermazione dell’identità economica, avrebbero dovuto codificare la comune e sentita identità europea che scaturisce dalle comuni radici cristiane”.

ASCOLI P./ BASKET, CEMPINI ANNIENTA L’F&P LECCE

ASCOLI TOWERS – F&P LECCE: 83 - 55
ASCOLI: Cempini 32, Pecchia 5, Roberti 9, Quarchioni 5, Fillari 7, Aniello 9, Di Silvestro, Elia 9, Almeoni e Negrini 7. Coach: Maurizio Caponi.
LECCE: Paiano 12, Silvestri 6, Ferilli D. 2, Ferilli G. 4, Mozzarella 2, Durini 5, Albana 5, Benzio 6, Di Leonardo e Rossi Posse 13. Coach: Alessandro Laudisa.
ARBITRI: Ciandrini di Monsano/AN e Collesi di Pesaro/PU.
NOTE: parziali 23-11, 16-8, ..23-22 e 21-14.
(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 07 NOV. – Gara senza storia quella che ha visto l’Ascoli imporsi sul Lecce per 83 a 55. Addirittura i vent’otto punti di scarto potevano essere molti di più se negli ultimi 5 minuti dell’incontro il coach ascolano, Maurizio Caponi non avesse dato ampio spazio alle seconde linee. Che si sarebbe trattata di una passeggiata per gli uomini di un sempre più raggiante presidente Luigi Prevignano lo si era capito già sin dalle prime battute. Presi per mano da un Andrea Cempini ancora una volta in versione Tutankhamon i locali partono con un perentorio 8 a 0. La partita praticamente finisce lì. Per fortuna a giustificare il prezzo del biglietto c’è Cempini che sfoglia ancora qualche altra pagina del manuale del basket e strappa applausi quasi ogni volta che la palla a spicchi gli passa per le mani. Per la Torre di Pisa c’è anche l’occasione di una schiacciata da All Star Game. A ritagliarsi uno spicchio di palcoscenico tra i padroni di casa però sono anche stati il muscolare Jacopo Roberti ed il tuttofare Daniele Aniello. Il primo ha condito i 9 punti iscritti a referto con altrettanti imperiosi rimbalzi. L’altro è risultato una spina nel fianco della difesa ospite risultando quello più bersagliato dai loro falli. Sul conto degli ospiti c’è purtroppo ben poco da dire. Dal Rossi Posse che ricordavamo primo cambio di Enzino Esposito nella Caserta dei miracoli, sinceramente ci aspettavamo di più. Quantomeno l’avremmo voluto vedere maestro di un orchestra che però, almeno per quello visto ad Ascoli, ha davvero troppi strumenti stonati. L’unico, seppur a sprazzi, a intonare qualcosa è stato l’ala pivot Alessandro Paiano Amoroso che dagli anelli ha tirato giù anche una decina di rimbalzi. Per la dirigenza locale, dal team manager Francesco Florio al ds Pietro Bassi passando per il segretario Carlo Orlandi, il consigliere Alvaro Cavatrunci eppure il medico Marco Di Battista, si è trattata indubbiamente di una serata di giubilo che cancella l’amaro della pesante sconfitta rimediata a Termoli con la locale corazzata.

giovedì 5 novembre 2009

BASKET/ TOWERS: ACCORDO CON L’ASCOLI CALCIO. SABATO ARRIVA L’F&P LECCE.

(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 05 NOV. – Dopo la pesante sconfitta a Termoli l’Ascoli Towers è chiamato questo sabato contro l’F&P Lecce ad un pronto riscatto sul parquet amico del PalaBasket di Via Spalvieri. Un parquet che, a partire da questa settima giornata d’andata, si preannuncia particolarmente amico, giacché il presidente del sodalizio cestistico bianconero ha raggiunto un importante accordo con il sodalizio bianconero per eccellenza, l’Ascoli Calcio. “A partire da questo sabato alle ore 21 – afferma Luigi Prevignano, il patron dei Towers - chi esibirà all'ingresso il tagliando della gara Ascoli - Cittadella o l’abbonamento avrà il biglietto dell'Ascoli Towers al prezzo speciale di soli 2 euro anziché 5. L'Ascoli Calcio darà diffusione di questo accordo con la fonica dello stadio ed in più pubblicizzerà il tutto nel suo sito internet e sulla stampa. Ma non finisce qui. Chi consumerà un’aperitivo speciale al prezzo di 5 euro presso il Bar Ro.Ma. in via Dino Angelini avrà diritto tagliando omaggio del valore di 5 euro per assistere alla partita”. E quella di sabato per gli uomini del coach Maurizio Caponi si preannuncia particolarmente delicata dopo il grave parziale subito a Termoli con una squadra sicuramente di alto spessore ma non certo per questo “autorizzata” ad infliggere ben 34 punti a Cempini e company. Il Lecce sulla carta dovrebbe essere una franchigia più modesta che finora ha nel cassetto solo 2 punti in classifica. Nel roster dei pugliesi spicca indubbiamente la presenza del play 33enne argentino Gaston Rossi Posse che nel ’95/’96 sbarcò in Italia con un contratto in mano a Caserta in A1 dove confidavano in lui quantomeno come un buon cambio per il fenomeno Vincenzino Esposito. Oltre a Rossi Posse che sta viaggiando quasi a 16 punti di media a partita, gli altri osservati speciali saranno necessariamente l’ala pivot Alessandro Paiano Amoroso di 2.03, l’ala Ivano Silvestri, il play guardia Giuseppe Ferilli ed il pivot Maurizio Mazzarella. Sul fronte ascolano oltre al califfo Cempini, che nel girone è il terzo marcatore (con oltre 22 punti di media a partita), terzo stoppatore (quasi 1), nonché quarto assoluto nella valutazione complessiva (22 di media superato solo da Venturelli del Francavilla con 26, Di Carmine del Pescara e De Sanctis del Termoli con 22,5) pare in ascesa Jacopo Roberti, dal quale sabato ci si aspetta una prestazione all’altezza delle sue buone potenzialità. Per quanto riguarda ancora infine Cempini sicuramente, nel suo ruolo di ala pivot, dopo 7 giornate fa parte saldamente del quintetto base ideale del girone dove nel ruolo di play c’è Montuori dell’Italcom Mens Sana Campobasso, come guardia Venturelli, ala piccola De Sanctis e pivot Di Carmine.