Google+ Followers

domenica 22 novembre 2009

ASCOLI P./ TOWERS DAI DUE VOLTI CEDE ALLA CAPOLISTA

ASCOLI TOWERS – ITALCOM MENS SANA CAMPOBASSO: 65 - 72
ASCOLI: Cempini 24, Pecchia, Roberti 13, Quarchioni, Fillari 6, Aniello 4, Di Silvestro 4, Elia 14, Almeoni e Berardini. Coach: Maurizio Caponi.
CAMPOBASSO: Montuori 15, Anzini, Vulekovic 7, Benassi 16, Savini 2, Sarracino, Martellucci, Fiorini, Saccardo 12, Labate 20 e Panichella. Coach: Salvemini Giorgio.
ARBITRI: Nania Eugenio di Perugia e Stefanini Francesco di Orciano/ PG.
NOTE: parziali 12-23, 13-21, 24-9 e 16-19; uscito per 5 falli Aniello; fallo tecnico ad Aniello.(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 22 NOV. – Un Ascoli Towers dai due volti ed alcune decisioni arbitrali molto discutibili sul finale di gara sono le ragioni della sconfitta interna degli uomini del coach Maurizio Caponi. Una sconfitta maturata al fotofinish dopo una rincorsa che ha permesso agli ascolani di recuperare i 19 punti di scarto che dividevano le due formazioni dopo i primi 20 minuti. Dopo i due quarti iniziali totalmente da buttare, capitan Cempini & company riuscivano nell’impresa addirittura di mettere la faccia avanti sul 62 a 61. Una rimonta sulle ali soprattutto di Elia e Roberti, che lasciava quasi totalmente frastornata l’Italcom, nonostante gli urlacci di coach Salvemini. A destare dall’assopimento i Molisani, però, arrivavano alcune decisioni arbitrali quantomeno criticabili, che facevano andare su tutte le furie il folto pubblico sempre molto pacato. Purtroppo ad appesantire la situazione arrivavano almeno un paio di giocate non esattamente felici del playmaker di Matelica, Pecchia (0 su 6 dal campo e 2 palle perse). Insomma il sogno di una vittoria rocambolesca si dissolveva in un nonnulla. A fine gara c’era il rammarico per la presa di coscienza di aver buttato alle ortiche un occasione davvero più unica che rara. Ovviamente l’amarezza non era legata solo ai momenti più concitati ma anche e forse soprattutto ad un inizio assolutamente con fin troppo poco mordente per affrontare la compagine che forse più di tutte può valersi di un organico almeno di una categoria superiore. Tra gli ascolani oltre ai citati Cempini, Elia e Roberti, discreto anche Di Silvestro. Per gli ospiti Labate, Benassi, Montuosi e Saccardo, come previsto.

Nessun commento: