Google+ Followers

sabato 23 gennaio 2010

ASCOLI P./ ROUND TABLE, VENERDI’ 29 GENNAIO ARRIVA CAMBI, L’ULTIMO OSCAR DEL VINO


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO/ AP, 23 GEN. – Il prossimo venerdì, 29 gennaio, Carlo Cambi, appena insignito dall’Ais, Associazione Italiana Sommelier di cui è socio honoris causa, dell’Oscar del Vino 2009 premio Bibenda come migliore scrittore e giornalista dell’anno nel settore enoico, sarà l’ospite d’onore della Round Table 27 di Ascoli Piceno presso il rinomato ristorante Santa Lucia in Contrada Valle Chifenti di Appignano del Tronto. Nell’occasione Cambi presenterà il suo best seller della gastronomia, Il Mangiarozzo 2010. “Una vera e propria anti-guida – ha affermato Marco Bernardo, presidente della Tavola ascolana -, avvincente come un romanzo, utile come un antidoto alla crisi”.
“Il Mangiarozzo – ha aggiunto Luca Vallorani, l'ultimo acquisto ascolano della Round Table ma già attivissimo - è un’antiguida: non dà punteggi, non fa classifiche, ma racconta sul filo della cronaca i luoghi, i personaggi, le cucine autentiche d’Italia: quelle dove la tradizione è patrimonio culturale, quelle dove il rapporto con l’agricoltura è reale, quelle dove il mangiare è vero ed il conto leggero. Più che una guida infatti Il Mangiarozzo è un incorrotto saggio letterario, che avvince per i suoi toni mai zuccherati”.
“Cambi – ha ripreso Bernardo - è un saltimbanco colto e referenziato, uno studioso di economia politica prestato al giornalismo, esperto di turismo e di mercati. È conoscitore inarrivabile di enogastronomia, come lo furono in molti negli anni Sessanta e Settanta, quando parlare di buona tavola e di buoni vini, ma anche di antropologia rurale e di rivoluzioni estese alla nostre abitudini alimentari, non costituiva una scappatoia per sbarcare il lunario, ma una vera e propria urgenza da parte di gente come Paolo Monelli, Mario Soldati, Massimo Alberini e Gianni Brera. L’accostamento a questi moschettieri del nostro patrimonio gastronomico viene spontaneo apprezzando la ricchezza della sua prosa, così stizzosamente distaccata dalle lobby del fornello. E Cambi questo suo modus narrandi della cucina lo ha reso esplicito nella querelle di Fornelli Polemici innescata da Striscia la Notizia. Ha ammesso che si è fatto altri nemici con l’intervista che gli ha fatto Max Laudadio ma crede che si debba dire basta all’enogastronomia spettacolo, all’autoreferenzialità della critica, alla cucina ridotta al mero edonismo”.
Tanti sono gli addetti ai lavori ed i semplici curiosi che hanno già annunciato la loro presenza: industriali dell’agro-alimentare e non come Enzo Rossi, il celebre pastaio di Campofilone, vicepresidente di Confindustria Fermo, Angelo Davide Galeati, ai vertici della Consulta agro-alimentare di Confindustria, Domenico Fratoni, presidente dell’associazione delle piccole e medie imprese, PmiMarche, Roberto Michetti, Antonio Cocci, Matteo Meletti, Walter Di Bartolomei, Gianluca Tondi, Serena Tacconi, ecc.; esponenti delle istituzioni, associazioni e della società civile quali, Tonino Scipioni, presidente della Delegazione di Ascoli della Confcommercio Fabio Petroni, presidente del Club 41 di Ascoli, Umberto Trenta, presidente del Consiglio comunale di Ascoli, Francesco Viscione, consigliere comunale ed ex assessore, Andrea Calvaresi, presidente di Arco Consumatori Marche, Vincenzo Curi, già presidente del Gal Piceno, ecc. Insomma un numero elevato di presenze illustri che nei prossimi giorni è destinato a crescere. La serata sarà allietata dal noto trombettista, già nell’orchestra Rai, il maestro Cesare Ficcadenti. Per informazioni e prenotazioni è possibile rivolgersi a Francesco Petrelli: tel. 333.5413490, rt27@francescopetrelli.info.

Nessun commento: