Google+ Followers

venerdì 5 febbraio 2010

ASCOLI P./ BASKET, SABATO CONTRO LA CESTISTICA CAMPOBASSO PER COMINCIARE LA RISALITA

(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 05 FEB. – Nonostante l’infermeria sia ancora affollata da pazienti con vario titolo di patologie, per l’Ascoli Towers domani sera, sabato 6 gennaio, al PalaBasket di via Sparvieri con palla a due alle ore 21 c’è un solo imperativo: vincere! Contro l’avversaria di turno, la Cestistica Campobasso, l’obiettivo dei 2 punti è tassativo in quanto gli Ascolani non possono non ricominciare la risalita della classifica a marce, per giunta, forzate. Attualmente gli Ascolani occupano la terz’ultima posizione in classifica in coabitazione con la Virtus Fondi a 10 punti. Sotto gli uomini di coach Maurizio Caponi c’è la Banca Etruria Venafro ad 8 e la Fortitudo Monopoli. Per fortuna che in questo turno sia il Venafro che il Monopoli dovranno vedersela lontano da casa rispettivamente con la capolista Italcom Mens Sana Campobasso e con la vice Soavegel Francavilla. Il tempo di sperare nelle sventure altrui, però, è finito ed è giunto invece quello di mettere a frutto al massimo sia gli sforzi societari (che con l’acquisto del pivot Roberto Tortolini ha dimostrato di credere fortemente in questa stagione) sia le direttive di Caponi. Un appello particolare dei tifosi è rivolto al reparto esterni della compagine bianconera, in quanto quello dei lunghi, almeno, finora rappresenta una delel eccellenze dell’intero girone. Contro il Campobasso di coach Di Salvatore dai vari Pecchia, Fillari ed Elia ci si aspetta un contributo maggiore sia in termini offensivi e che difensivi. Di lavoro in quest’ultimo ambito, infatti, domani sera ce ne sarà a iosa considerato il valore in attacco dei molisani soprattutto, con la coppia Marco Pellegrini ed Andrea Casasola. I due romani, infatti, rappresentano la spina dorsale offensiva del Campobasso in ogni parte del fronte d’attacco. Con Casasola un play guardia di oltre 190 cm l’arco dei 6 metri e 25 è più che ben presidiato, mentre nei pressi delle plance i quasi 2 metri di Pellegrini si fanno sentire anche per via del suo dinamismo. Insomma quella che attende capitan Andrea Cempini e compagni è tutt’altro che una passeggiata, vista e considerata soprattutto la posta in palio. Per la cronaca si tenga conto che la Virtus Fondi rispetterà il turno di riposo e quindi l’occasione di superarla in classifica è particolarmente ghiotta.

Nessun commento: