Google+ Followers

giovedì 24 giugno 2010

PICENO/ VENAROTTA, CACCIATORI ED AGRICOLTORI A BRACCETTO


(PRESSOFF.INFO) VENAROTTA/ AP, 24 GIU –– Di un’iniziativa particolarmente originale si è resa protagonista nei giorni scorsi la squadra di caccia al cinghiale La Cerretese della frazione Olibra di Venarotta. La squadra a seguito di più d’una richiesta d’aiuto degli agricoltori locali, in particolare quelli più anziani, ha prestato la propria opera per delimitare con recinti elettrificati a norma forniti dall’Atc, l’Ambito Territoriale di Caccia della provincia di Ascoli, i campi di orzo e mais altrimenti meta abituale di scorribande degli ungulati. Uno dei primi agricoltori ad aver beneficiato dell’aiuto de La Cerretese, la squadra composta principalmente da cacciatori di Venarotta ed Ascoli e presieduta da Ermanno Camaioni, è stato l’agricoltore Francesco Di Marco di Roccafluvione. La Cerretese lo scorso anno, infatti, agiva nella zona in deroga di Olibra, Gimigliano, Mozzano ed arrivava anche a Roccafluvione. Da sottolineare è sicuramente la positiva collaborazione tra cacciatori ed agricoltori che rinsalda anche le buone direttive della Provincia di Ascoli, che lo scorso anno concesse in deroga ai cacciatori quelle zone agricole ove si erano verificati più danni alle colture.

lunedì 21 giugno 2010

ASCOLI P./ LA SOLIDARIETA’ DELLA MISERICORDIA PUNTA SULLO SPORT

(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 21 GIU. – Sport e solidarietà è da sempre un connubio vincente. Protagonista di questo connubio stavolta è stata la Misericordia di Ascoli, che particolarmente attenta alle necessità di solidarietà, nell’intento di cominciare a divulgare il nuovo progetto sul trasporto anziani “Trasporto Amico”, ha partecipato sia al torneo di calcio a 5 “Memorial Tonino Carino” presso il Mondial Village, che alla Cronoscalata in salita San Marco - San Giacomo, con il noto pilota Alessandro Gabrielli al volante di un Audi A4. Al torneo di calcioa 5 i Gialloazzurri della Misericordia si sono presentati con una squadra formata esclusivamente da volontari e simpatizzanti dell’Associazione. Gli atleti si sono tutti auto-tassati per l’iscrizione ed in caso di vincita i premi saranno destinati al progetto “Trasporto Amico”. Per quanto riguarda la Cronoscalata il pilota ascolano Gabrielli aveva sulla macchina il logo della Misericordia e ha partecipato alla raccolta di fondi per il progetto dell’Associazione. Gabrielli è padre di 3 splendidi bambini, sempre sensibile alle esigenze di chi è in difficoltà, ha già partecipato ad iniziative di solidarietà, ed ultimamente è stato anche il portacolori della Lega del Filo d’Oro. Come pilota ha messo a disposizione la sua competenza ed anche qualche ora di volontariato. “Siamo fieri dei nostri volontari – ha affermato Ignazio Buonopane Ignazio, segretario generale dell’Associazione -, che hanno sempre un’idea in più per cercare di dare una mano, proprio comìè nello spirito della Confraternita delle Misericordie d’Italia”.

lunedì 14 giugno 2010

ASCOLANO/ MUSICA: ESCE IL PRIMO ALBUM NAZIONALE DI PETRUCCI


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 15 GIU – Sulla scia di artisti come Renga, Nek, Cremonini, Piero Pelù o per far nomi ancor più altisonanti, Robbie Williams e Michael Jackson in questi giorni il giovane cantante ascolano Andrea Petrucci ha pubblicato a livello nazionale il suo album d’esordio. Prodotto da Edizioni Moletto di Giovanni Poggio e distribuito dalla Edel, tra le più importanti case discografiche sul panorama nazionale, il primo prodotto discografico dell’emergente ascolano prende il nome da se stesso, Andrea Petrucci. Tredici sono le tracce contenute tutte pop rock, sebbene con varie musicalità. Prende così il volo il sogno artistico di Andrea giovane promessa del pop italico. “Sono partito per Milano con lo zaino in spalla e la voglia di seguire la mia passione - spiega Petrucci – folgorato a sette anni sulla via dei Queen, di cui possiede una mastodontica collezione di cimeli”. L’anno 2006 è cruciale per la sua carriera: forte dei consigli dell’amico bassista Saturnino e con la determinazione di raggiungere il suo sogno di diventare cantante, prepara le valigie e parte per Milano. Nonostante gli inizi nella grande metropoli non siano semplici e richiedano grandi sacrifici, Andrea riesce a stabilirsi definitivamente a Milano ed entra in contatto con uno dei migliori insegnanti del settore: Dino Brentali. Studia privatamente le tecniche del canto dello Speech Level Singing per poi riprendere ad esibirsi con alcune band locali che gli danno l’occasione di ampliare il proprio repertorio spaziando tra diversi generi musicali, dal pop rock al prog rock/metal al new metal. Il resto è storia nota. “Sono stati mesi duri – aggiunge Andrea -, dormivo in pensioni di quart’ordine ed ogni giorno, immerso nel caos, bussavo alle porte dei discografici per consegnare il mio piccolo demo. Finchè dopo un anno arriva la chiamata di Carlo Gargioni , gia al fianco di Tom Jones, Eros Ramazzotti, Angelo Branduardi , Ornella Vanoni, Alexia, Rosanna Casale, Concato, per quello che diventa l’incontro della svolta. Carlo s’innamorò della mia timbrica ed insieme avviamo una bella collaborazione finalizzata al lancio di un paio di singoli in radio. Per me è stato un punto di riferimento , umano e professionale , purtroppo però una leucemia fulminante se lo portò via a soli 45 anni. Andrea però non è uno che si da per vinto. Ed oggi eccolo di nuovo pronto al grande salto grazie ad un album, un fan club popolarissimo su facebook sempre in crescita ed un brano di punta basato su di una passione tutta particolare: “Il brano Non siamo soli nell’universo – dice Andrea - parla del mio rapporto particolare con la vita extraterrestre e l’ufologia. “Non siamo soli nell'universo” ipotizza la vita in altri pianeti parlando di fratellanza cosmica e dei segnali che riceviamo quotidianamente dalle civiltà extraterrestri. E' un brano fresco, giovane, rock, una timbrica unica, una potenza vocale straordinaria. Questo brano trasmette davvero vibrazioni stellari. Ma siamo veramente soli nell'universo? L'artista ci fa riflettere su questo tema: pensare di essere i soli a popolare l'intero cosmo non è forse troppo presuntuoso e limitante? Altri singoli importanti dell’album sono: la ballad “Nelle mani degli Dei”, intimo e personale; “Il mio dentista”, ironico , dove spiccano le capacità vocali di Petrucci; “Niente cambierà”, un pop fresco ed orecchiabile; “Con te un mondo migliore”, brano ispirato dall’ultimo messaggio di Papa Wojtyla verso i giovani.

PICENO/ CIABATTONI TIRA LE ORECCHIE AI COLLEGHI DI FEDERALBERGHI

(PRESSOFF.INFO) CASTIGNANO, 15 GIU – In un momento di forte crisi per il settore industriale e quello produttivo in genere il turismo è indubbiamente un ambito della nostra economia ove c’è grande fermento. Reduce dall’Assemblea nazionale di Federalberghi, il presidente provinciale, Ferdinando Ciabattoni, ha lamentato “la scarsa presenza dei nostri operatori turistici, che non hanno dato la giusta importanza a tale manifestazione, un’occasione unica per lo scambio di opinioni, esperienze e problematiche dell'intero sistema turistico alberghiero”. Ciabattoni, che è il titolare del rinomato Albergo ristorante Teta a Castignano, in occasione dell’Assemblea di Federalberghi a Roma presso l'auditorium della musica, dove sono intervenuti anche il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, il Ministro del turismo, Maria Vittoria Brambilla, il Presidente Nazionale della Confcommercio, Sangalli, oltre ad altri personaggi di spicco della politica italiana, ha sottolineato: “Di particolare interesse è stata la relazione iniziale del presidente nazionale Bernabò Bocca che, dopo aver ricordato il Sessantesimo anniversario della Federazione, ha toccato tutti punti critici del settore turistico alberghiero, dalla leva fiscale, alla montagna di oneri burocratici (prevenzione incendi), alla tassazione propria e impropria delle imprese (revisione delle discipline del diritto d'autore per fissare un tetto alle rivendicazioni dei vari enti che nel tempo si sono moltiplicati). Non chiediamo di essere particolarmente agevolati ma nemmeno tartassati".

sabato 12 giugno 2010

PICENO/ LA SEZIONE ARTISTICA DEL LIBRO DI GIUGIARO DEDICATA AD UN ASCOLANO


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 12 GIU – Al giovane artista ascolano Daniele Camaioni ed al suo progetto Placet Food è dedicata la sezione artistica del Giugiaro Architettura Annual, il libro dedicato all’architettura e al design contemporanei, sviluppato in partnership con 17 aziende mondiali leader nel settore dell'architettura. Nei giorni scorsi il volume è stato presentato presso l’Expo Italia Real Estate alla Fiera di Milano. “Giugiaro Architettura Annual – spiega Camaioni - è tante cose: un design watching sull'architettura e il design del prossimo futuro; un focus sull'innovazione di materiali e tecnologie. Il primo libro sviluppato da uno studio di architettura per parlare dei propri progetti e di cultura contemporanea”. “A Milano – ancora Camaioni - l’evento ah riguardato la presentazione di un progetto di comunicazione, dedicato ogni anno ad un tema diverso. Il tema su cui si incentra la prima edizione dell’Annual 010 è l'innovazione, che oggi si identifica soprattutto nella sostenibilità. Più precisamente, si è parlato di Design for Architecture, ossia del modo in cui l'applicazione dei metodi fino ad ora tipici del design industriale sconfina nell’architettura, innovandola nei materiali, nelle tecnologie e nei metodi”. Il libro è stato realizzato in partnership con 17 aziende leader nel settore dell'architettura, selezionate in base all'affinità con i temi stessi del libro e con l'idea del “design for architetture”. Giugiaro Architettura Annual 010 si presenta al lettore come un libro di immagini, di suggestioni, di numeri. Un racconto visivo, una sorta di Blob dedicato all’architettura del nostro tempo. Fotografie, segni, disegni, interviste, commenti, dati statistici, citazioni, riproduzioni di pattern giornalistici tracceranno un percorso visuale ed emozionale. Per la prima volta, due strumenti di comunicazione normalmente in concorrenza, il web e la carta stampata, interagiscono tra loro. Il lettore potrà esplorare alcuni contenuti del sito e i prodotti delle aziende in 3D sotto la guida delle pagine del libro stampato. Un modo nuovo di conoscere (e giocare) con l’architettura.

giovedì 10 giugno 2010

PICENO/ UN CANESTRO CONTRO LA CRISI


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 10 GIU – Un canestro contro la crisi. Potrebbe sintetizzarsi così l’iniziativa che la pressoché totalità dei settori giovanili di basket di Ascoli e dintorni hanno messo a punto in questi giorni. Si tratta di una sorta di Comitato che punta ad ottimizzare i costi delle loro attività sportive sia per quanto riguarda gli impianti pubblici che le tasse federali, passando per i rimborsi agli operatori ed il materiale tecnico per i piccoli cestisti Piceni. Promotrice di questa virtuoso progetto è la presidentessa dell’associazione Folignano Sport Basket, Raffaela Depergola, che attraverso i suoi collaboratori coordinerà anche le attività del Comitato, che prenderà il nome di Vivai Basket Riuniti. “Era oltre un anno – sostiene la Depergola – che lavoravamo a questo progetto che mira principalmente a mettere insieme diverse realtà associazionistiche per ottimizzare i propri costi soprattutto in questo particolare movimento di difficoltà che le centinaia di famiglie dei nostri piccoli allievi stanno sostenendo. Fare un passo incontro alle famiglie che, riconoscendo l’alto valore formativo dello sport per i propri figli, stanno facendo dei sacrifici sempre più grandi ci è sembrato irrinunciabile. Avendo ciascuna associazione dei costi fissi soprattutto verso l’impiantistica sportiva pubblica e verso le federazione d’appartenenza, limare ciascuna spesa non era certo facile, anche perché si tratta di bilanci ridotti davvero all’indispensabile. L’unico margine, seppur piccolo, era quello di unire le forze e siamo felici di esserci riusciti. Per l’associazione che mi onoro di presiedere rappresenta poi di un giusta fierezza in particolare in quanto come è noto a tante famiglie di Folignano svolgiamo attività solo a titolo sociale e non agonistico. Ai genitori dei nostri giovanissimi chiediamo solo un piccolo contributo liberale di 10 euro mensili (5 euro per i fratelli) con il quale cerchiamo di sopperire ai costi dell’impianto che utilizziamo, il PalaRozzi a Folignano, l’unico ove peraltro sia possibile svolgere regolarmene attività cestistica in questo Comune”. All’iniziativa, che è già operativa sul fronte federale e dell’impiantistica, hanno aderito i vivai dell’Ascoli Towers (la massima espressione del basket provinciale che milita in C Nazionale), l’Ascoli Basket, il Centro Minibasket Ascoli 2007, la Cestistica Ascoli del professor Rocco Fazzini, la Riviera Basket di San Benedetto del Tronto, il Folignano Sport Basket ed il Castel di Lama Sport Basket.