Google+ Followers

lunedì 12 luglio 2010

CUPRA MARITTIMA/ ROUND TABLE 27, SABATO IL NOME DEL NUOVO PRESIDENTE


(PRESSOFF.INFO) CUPRAMARITTIMA/ AP, 13 LUG. – Sarà lo chalet Alta Marea sul Lungomare Romita la riservata sede del rituale passaggio del collare della Round Table 27, l’esclusivo service club dedicato a giovani lavoratori, professionisti, dirigenti, uomini d'affari e di cultura del Piceno che cercano di svolgere al meglio le rispettive attività. L’atteso appuntamento avrà luogo questo sabato 17 luglio con inizio alle ore 20.30. Oltre a tutti i soci del Club numero 27 che procederanno all’individuazione del nuovo presidente che succederà all’immobiliarista Marco Bernardo, saranno presenti ospiti appartenenti ai vari club della Quarta Zona, il distretto di cui la Rt27 fa parte. Il direttivo uscente è composto da Angelo Davide Galeati, imprenditore al vertice del noto caseificio industriale Sabelli, il manager Fabio Armellini, dirigenti d’azienda quali Giovanni Rossi, Francesco Romoli e Fausto Minervini, l’imprenditore Matteo Meletti, membro anche del consiglio direttivo della Cassa di Risparmio di Ascoli, il costruttore Luca Vallorani, il giornalista e docente, Renato Pierantozzi, l’imprenditore Carlo Di Teodoro, il giornalista e consulente commerciale Francesco Petrelli. Attesi alla serata sono anche i Membri d’onore a vita di questo club, ovvero Diego Giacoboni, Alessandro Michelangeli Prosperi e Paolo Santaniello. “La Round Table –illustra il presidente uscente, Bernardo - si propone di promuovere l'amicizia tra i propri membri e, soprattutto, iniziative al servizio della collettività, differenziandosi da altre analoghe organizzazioni per il fattore dell'età, in quanto si perde il diritto di appartenervi al raggiungimento del quarantesimo anno d'età: è, quindi, un club di giovani e per i giovani e il motto “Adopt, Adapt, lmprove” (adottare, adattare e migliorare) coglie appieno lo spirito dell’associazione, i cui membri si impegnano e si adoperano in prima persona in ogni iniziativa, cercando costantemente di far tesoro dell’esperienze del passato e di migliorare la propria attività per il presente e il futuro. L’associazione, le cui origini risalgono al 1926 in Inghilterra, è ora presente in oltre 60 nazioni. In Italia si è sviluppata dal 1958 ed esistono a oggi sul territorio nazionale oltre 60 club detti “Tavole”. Ognuna è composta da almeno dieci membri detti “tablers” fino a un massimo di quaranta, dei quali non più di due possono esercitare la stessa professione. L’ambito dell’attività di servizio, scelta annualmente, si svolge a livello nazionale e locale. Tra le molteplici opere di beneficenza, si possono ricordare: la costruzione di una Scuola Elementare ad Amaro, paese del Friuli colpito dal terremoto del 1976, la realizzazione e promozione della linea telefonica nazionale "S.O.S. Infanzia - Telefono Azzurro", la divulgazione e promozione della "Convenzione Internazionale sui Diritti dell'Infanzia", approvata dall'Assemblea Generale dell’Onu nel 1989, attività per cui la Round Table Italia è stata nominata Ambasciatrice Unicef, l'appoggio ed il sostegno a favore dell'Associazione Internazionale per le Cardiopatie Infantili, l'appoggio ed il sostegno a favore dell'A.I.L - Associazione Italiana Leucemie”.

Nessun commento: