Google+ Followers

martedì 24 agosto 2010

ASCOLI/ LIBERAL: “GIOVANI SPORTIVI TRA SIRINGHE, ERBACCE E RIFIUTI SPECIALI”


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 25 AGO. – “Errare è umano, perseverare è diabolico. Difficile arrivare ad una diversa conclusione, dopo aver preso visione delle condizioni di grave e preoccupante incuria, in cui si trova, anche quest’anno, uno dei luoghi che decine e decine di giovani della nostra città frequentano giornalmente: la Palestra polisportiva di Via Gaetano Spalvieri, cosiddetta Palabasket. Il viale antistante è, infatti, disseminato di siringhe abbandonate da tossicodipendenti, il verde circostante è nel più totale abbandono e dietro a qualche cespuglio fa capolino anche una mini discarica (nelle foto)”. Lo afferma Ettore Zaccaro (nella foto), coordinatore di Liberal ad Ascoli. Liberal, che fa capo all’onorevole Adornato, insieme all’Udc, alla Rosa Bianca ed alle decine di movimenti politici, nonché migliaia di singoli, è un movimento in cammino “Verso il Partito della Nazione”. “A sottoporci questo caso di evidente sciatteria – spiega Zaccaro – sono stati diversi genitori, che in questi gironi stanno accompagnando i propri figli alla ripresa delle discipline sportive dopo la pausa estiva. La cosa più allarmante è ovviamente la presenza delle siringhe, anche se il livello di degrado in cui si trova la struttura è davvero tutto inquietante. Dirigenti ed istruttori, ma anche gli stessi ragazzi ed i loro genitori, hanno rilevato come anche lo scorso anno, dopo la chiusura ferragostana, la palestra verteva in pessime condizioni anche al suo interno. Gli spogliatoi, nonostante l’Amministrazione comunale già guidata lo scorso anno dal sindaco Guido Castelli, si fosse impegnata a migliorare la situazione, vertono ancora in condizioni al limite della praticabilità e dell’igiene. Nemmeno l’annoso problema delle infiltrazioni di acqua piovana dal tetto è stato sanato adeguatamente e tra poco più di un mese quella palestra sarà sede di un massimo campionato regionale ed un campionato nazionale di basket”. “In nome e per conto di Liberal e di tutti gli utenti del cosiddetto Palabasket – conclude Zaccaro – invitiamo l’Amministrazione comunale a provvedere, innanzitutto, a far rimuovere le siringhe e quindi a fare il necessario sia per la rimozione dei rifiuti che per la cura del verde. Altra esortazione che rivolgiamo all’Assessorato di competenza è quella di provvedere alla sistemazione degli spogliatoi, se non altro per rispetto delle squadre ospiti, che non osiamo pensare che idea potranno continuare a farsi di certa impiantistica sportiva dell’Arengo. Al sindaco Castelli, invece, redattore dell’ordinanza che ha accuratamente indicato i vari obblighi dei cittadini e le relative sanzioni per le erbacce, suggeriamo di auto-infliggersi una doppia ammenda di 500 euro: una per questa nuova vergogna e l’altra per le condizioni da foresta amazzonica del viale, che dalla Circonvallazione conduce al Cimitero, sulle quali sembra fare ancora orecchie da mercante nonostante le nostre segnalazioni”.

Nessun commento: