Google+ Followers

sabato 23 giugno 2012

ASCOLI/ PETRELLI, UDC: "CONTRO LA CRISI ALMENO IL COMUNE ADERISCA ALLA SOCIETA' DI GARANZIA MARCHE"

(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 23 GIU. – Il Comune di Ascoli Piceno, finora spettatore sostanzialmente passivo della crisi che sta falcidiando le imprese locali, almeno aderisca subito, e senza se e senza ma, alla Società Regionale di Garanzia Marche. Ciò consentirà alle imprese che insistono sul territorio di allargare il capitale soggetto a garanzia da parte dell'agenzia pubblica. Si tratta di un operazione a costo quasi irrilevante per l'Arengo ma di fondamentale importanza per la sopravvivenza delle imprese in un momento in cui la mancanza di liquidità per gli investimenti è davvero tragica. La Società opera attraverso un fondo di garanzia che mette a disposizione risorse per aiutare le imprese a vedersi accettare richieste di prestito verso banche restie a concederne. La garanzia è sia di primo grado (l'Ente affianca il compito dei Confidi) che di secondo (l'Agenzia aggiunge un secondo livello di sicurezza per convincere le banche). Dal 2008 il Fondo regionale di garanzia ha impegnato 23,3 milioni di euro garantendo finanziamenti alle imprese per 620 milioni di euro in oltre 14mila operazioni. Ulteriori 3 milioni dovrebbero essere deliberati a breve portando la somma impegnata ad oltre 26 milioni. Le risorse a disposizione sono importanti ma è possibile fare di più. Se anche il Comune di Ascoli aderirà, assicurerà maggior forza alla Società di garanzia. L'Arengo non può rimanere insensibile verso questa opportunità”. Ad affermarlo è il vicesegretario comunale dell’Udc di Ascoli, Francesco Petrelli.

Nessun commento: