Google+ Followers

martedì 30 dicembre 2014

ASCOLI/ VOI CON NOI: "SEBBENE IL COMUNE NON LI VIETERÀ, NON SPARATE I BOTTI"

"Immaginate cosa succede nella testa del Migliore amico dell’Uomo"

(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 30 DIC. - "Non sparate i botti, perché nocciono volontariamente a tutti quegli esseri che non posso in alcun modo difendersi o proteggersi". È questo l'appello che l'associazione Voi con Noi civicamente Marche rivolge ai Piceni di buon senso. "In Italia - spiegano - la tradizione dei fuochi d’artificio ha origini antiche con la Scuola Italiana che sperimentava i primi giochi pirici già nel 1600, ma l’uso della polvere da sparo per creare effetti “artistici” è ancora più antica. Da allora la tecnica e i “gusti” nel creare questi giochi di luci sono cambiati. Cambiano le mode, cambiano le tecniche, cambiano gli usi, ma ciò che non cambia mai è la stretta correlazione tra pericolosità e “involontaria” morte di persone e “volontaria” morte di animali. “Involontaria”… Questo temine possiamo pensare di utilizzarlo per gli Uomini, che certo non penseranno mica di ferirsi volontariamente utilizzando un petardo in modo inutile, maldestro e sciocco (o almeno lo speriamo). Possiamo però senz’altro utilizzare la parola “volontario” per dire che si usano i botti con la coscienza che ciò ucciderà e farà ferire migliaia di animali innocenti che nulla devono avere a che fare con l’incoscienza e futilità di intelletto dell’Uomo. Non siamo qui, quindi, per dire agli Uomini di proteggersi e di proteggere i propri figli nell’uso dei fuochi d’artificio perché, come detto prima, si spera che l’Uomo sia in grado di capire da solo che sparare un botto è pericoloso e dannoso, nonché assolutamente inutile. Siamo qui, per suggerire a questi Uomini di non sparare i botti, perché nocciono volontariamente a tutti quegli esseri che non posso in alcun modo difendersi o proteggersi. Pensate per esempio che nei cani, il senso dell'udito è notevolmente superiore a quello umano. Oltre a sentire vibrazioni comprese tra 20 mila e 40 mila Hz (l'uomo non sente quelle che superano i 20 mila), sentono a un volume doppio del nostro. Inoltre, una componente dei fuochi per noi marginale, quella olfattiva, è particolarmente rilevante per i cani che sono in grado di sentire odori a una concentrazione un milione di volte inferiore a quella percepita dall'uomo e a una distanza per noi inimmaginabile. Immaginate quindi cosa succede nella testa del Migliore amico dell’Uomo. Immaginate un uccellino che perdendo il senso dell’orientamento per i rumori, sbatte contro un palo della luce. Immaginate i gatti che dalla paura cadono, morendo, dai balconi. Immaginate i cavalli che scappano dai recinti. Immaginate una volpe che fuggendo provoca in incidente in strada. Pensate sia una cosa piacevole? Credete ancora che sia necessario sparare 2 botti, così giusto perché “tutti lo fanno” o perché “boh, da il senso del brivido”?. Mah, a noi sembra solo scarsamente intelligente". "Non vogliamo giudicare le scelte - concludono - di chi decide comunque di fare uso di botti, ma vogliamo invitarvi quella sera, a guardare negli occhi un animale terrorizzato, a sentire il suo incessante tremare, a sentirvi completamente impotenti di fronte al suo profondo e inconcepibile disagio. Noi lo faremo, questo Capodanno, guarderemo negli occhi, sentiremo il tremore e ci sentiremo completamente impotenti davanti all’ennesimo Uomo ferito dai fuochi d’artificio. Perché non c’è differenza tra Uomini e Animali".

domenica 21 dicembre 2014

ASCOLI P./ VOI CON NOI: "ENNESIMO IMMONDEZZAIO ABUSIVO IN VIA DELLA MEZZADRIA"

La discarica abusiva di via della Mezzadria in Ascoli Piceno

"Veglieremo sul rispetto dei nostri diritti, pagati a caro prezzo con i salati tributi locali"

(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 21 DIC. - "Essendo l'ambiente tra i valori fondamentali della nostra associazione ci corre l'obbligo di segnalare l'ennesima discarica a cielo aperto sul territorio del Comune di Ascoli Piceno. Stavolta l'immondezzaio è collocato in via della Mezzadria, adiacente ad una nota azienda farmaceutica". Ad affermarlo sono i vertici della delegazione provinciale dell'associazione Voi con Noi civicamente Marche. "I simpatizzanti che ce l'hanno indicata - spiegano - sostengono che sono mesi che questa raccolta non autorizzata di rifiuti si trova lì. Si tratta di tutti rifiuti speciali ed altamente inquinanti come pezzi di vecchi d'elettrodomestici, copertoni usurati di auto, scarti di lavorazione, plastiche e materiali da costruzione e di risulta genere".
"L'auspicio immediato - spiegano -, qualora non fosse già avvenuto, è che le Autorità competenti, in primis il sindaco che è la massima autorità sanitaria, effettuino i primi controlli del caso, per poi avviare tutte le procedure previste per la rimozione e la bonifica del sito. L'augurio più ampio invece sarebbe che chi di competenza svolgesse anche attività di prevenzione e controllo per evitare questo abbandono abusivo di rifiuti. Ci risulta che il Comune di Ascoli Piceno ha anche attivato degli ispettori ambientali che dovrebbero, quantomeno per l'attività di segnalazione, occuparsi di queste situazioni".

"Di certo - concludono -, ora che anche quest'ennesima discarica è stata segnalata a mezzo pubblico, di modo che nessuno possa dire di non averla vista, siamo fiduciosi che l'intervento sarà celere e risolutivo. Noi intanto, da buoni cittadini, veglieremo sul rispetto dei nostri diritti, pagati a caro prezzo con i salati tributi locali".

domenica 30 novembre 2014

MONTEPRANDONE/ ALESSANDRO D'ADDAZIO: "CHEF A SCUOLA DI TORREFAZIONE"

Lo chef Alessandro D'Addazio
(PRESSOFF.INFO) MONTEPRANDONE, 30 NOV. - Dopo la bella manifestazione organizzata lo scorso 13 ottobre ad Offida in occasione della Festa del Santo Patrono dei cuochi riprende l'attività dell'Associazione Provinciale Cuochi di Ascoli Piceno. A darne notizia è il presidente Alessandro D'Addazio. "Lunedì 1 dicembre - illustra il numero 1 delle berrette bianche del Piceno - a partire dalle ore 15,30 si terrà una visita ad un’azienda di torrefazione, la “Orlandi passion”, che si occupa di caffè, cioccolata e biscotteria, in via del Terziario (seconda traversa) n°6 a Centobuchi di Monteprandone. Dopo la visita ci trasferiremo presso il ristorante Dimora di Bacco contrada Colleappeso n.15 a Monteprandone, dove il maestro pasticcere Fabrizio Mariani terrà una dimostrazione sulla preparazione del torrone, dolce natalizio per eccellenza. La serata si concluderà a tavola con un menù elaborato dal collega e chef patron, Emidio Mistretta". "Per informazioni e prenotazioni sulla serata e sulle attività della Federazione Italiana Cuochi d Asocli - conclude D'Addazio - ci si può rivolgere al sottoscritto al 336 1332611, oppure a Gabriella Bugari al 347 6561918 e Daniele Citeroni al 328 3071254".


sabato 29 novembre 2014

ASCOLI/ "VOI CON NOI CIVICAMENTE MARCHE" METTE LE RADICI NEL PICENO

Ruggero Cinti presidente di Voi con Noi civicamente Marche

Aderisce all'associazione il comitato civico Adesso Ascoli ed il referente pro-tempore è Petrelli


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 29 NOV. - "L'associazione Voi con Noi civicamente Marche, che con l'adesione del comitato civico Adesso Ascoli mette le radici nel Piceno, raccoglie già nel nome e nel simbolo la sua essenza". Ad affermarlo è il presidente Ruggero Cinti. "Siamo persone - spiega Cinti - che provengono da diverse esperienze sia professionali, associative o politiche diverse, ma che hanno scelto di stare insieme, perché condividono valori fondamentali, quali: rinnovamento, giustizia, solidarietà, trasparenza, etica, ambiente e meritocrazia. Rappresentiamo esperienze di partecipazione locali, liste civiche come Adesso Ascoli e singoli aderenti, come Francesco Petrelli che sarà il nostro referente provinciale pro-tempore. Con il Piceno siamo già ad oltre 800 adesioni, cittadine e cittadini marchigiani che condividono e si impegnano per progettare un futuro migliore, che vogliono contribuire al buon governo delle città e della propria Regione. Alcuni di noi hanno condiviso un percorso che nasce dall' esperienza di Italia Futura Marche altri ancora si aggiungono da altre esperienze, sia sociali che politiche, molti, forse la maggior parte, per la prima volta si affacciano sul palcoscenico della partecipazione democratica. Abbiamo l'ambizione di essere tra i protagonisti del cambiamento, portare le nostre istanze ed i nostri valori al governo della cosa pubblica, lavoreremo per la presentazione di candidature, scelte, con grande autonomia dai territori, tra coloro che riteniamo possano rappresentare al meglio i nostri valori. Autonomia ai rappresentanti nei territori, in quanto la nostra azione parte dal basso, dalla gente, dalle esperienze dei e nei luoghi di vita e di lavoro. La nostra forza è la squadra, l'impegno e l'agire insieme. Non ci piace il termine moderati perché nel rinnovamento, nel cambiamento vogliamo essere innovatori, siamo portatori di un nuovo agire e crediamo davvero in ciò che volontariamente facciamo. Pensiamo che sia necessario dare la speranza di un futuro migliore ai nostri figli e quindi mettiamo a disposizione le nostre competenze, professionalità ed esperienze. Noi rispetto ad altri, in Ancona, a Fano ed in altre località sparse nella Regione ci siamo già confrontati con i cittadini ed ottenuto soddisfacenti consensi, che ci hanno spinto ad affrontare nuove sfide per raggiungere nuovi obiettivi". "Le nostre attuali convinzioni - conclude il presidente Cinti -, i nostri valori e le ragioni del nostro impegno ci collocano nella odierna coalizione di centrosinistra".

domenica 16 novembre 2014

ASCOLI PICENO/ NUOVI PIZZAIOLI SUL MERCATO DELLA RISTORAZIONE

I corsisti.

Hanno superato il corso della Confcommercio a pieni voti grazie al maestro Laurenzi


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 16 NOV. - Nonostante la piaga della disoccupazione sia sempre più vasta, sopratutto in una Città come Ascoli, dove manca totalmente una strategia da parte dell'Amministrazione comunale quantomeno per limitare i danni, c'è chi non si da per vinto. Nei giorni scorsi, infatti, grazie ad un corso organizzato dalla Confcommercio di Ascoli dell'encomiabile direttore Giorgio Fiori, venti giovani e meno giovani hanno conseguito la qualifica di pizzaiolo, che continua ad essere statisticamente una delle professioni più richieste anche in ipotesi di espatrio. A tenere il corso è stato uno dei maestri pizzaioli più conosciuti ed apprezzati del nostro territorio, Amato Laurenzi, che è anche uno dei docenti di punta della celebre Accademia Pizzaioli. La serie di lezioni si è svolta presso la sala prove di uno stabilimento produttivo di quello che rimane della gloriosa zona industriale Campolungo. A caratterizzare questo corso è stata sicuramente la fantasia dei partecipanti che all'esame finale hanno proposto innovazioni ed accostamenti anche molto azzardati che hanno però conquistato la competente giuria composta da giuliano  bachetti della pizzeria paiolo di Colli del Tronto, Bruno Tosti della Bella Napoli di ascoli ed Emanuele Carnevali della pasticceria Angelo di Piazza Simonetti in Ascoli, che si è, infatti, pronunciata con ampi giudizi di merito. Molto apprezzata è stata la creazione di Andrea Tomassetti, la pizza Omega farcita con salmone, pera e mozzarella di bufala, che insieme a quella di Riccardo Tosti con pachino, farro, bufala e parmigiano ha conquistato il terzo posto all'esame finale. Il secondo posto lo ha meritato Alessandra De Angelis con la pizza Sapori di bosco (pomodoro mozzarella funghi tartufo e castagne arrostite). Il primo posto infine lo ha guadagnato Mirko Pietrantonio con la pizza Fofò, bianca con mozzarella noci e tartufo bianco a scaglie. Gli altri pizzaioli che hanno superato il corso sono: Fabio Agostini, Andrea Ciavatta, Gianfranco Cannella, Daniele Corradetti, Tiziana De Martino, Federico Di Alessandro, Fabio Di Luca, Adolfo lorenzo Dehò, Matteo Emiliucci, Alessandro Fracasso, Valerio Guerrieri, Francesco Merlini, Gianluca Sofia, Luigi Testa, Valeria Vidoni e Piergiacomo Volpi. Sono già aperte le iscrizioni per il prossimo corso del maestro Laurenzi con l'Accademia Pizzaioli che si svolgerà nella nuova sede della pizzeria Estrò a Case di Coccia di Folignano.

lunedì 3 novembre 2014

ASCOLI PICENO/ CREATTIVITÀ PRESENTA LE QUATTRO STAGIONI

Al via un laboratorio di cucina a chilometro zero con il giovane chef Mario Campanelli

(GRUPPO FAS) ASCOLI PICENO, 03 NOV. - L’associazione culturale Creattività presenta “Le quattro stagioni”, un laboratorio in cucina con il giovanissimo chef Mario Campanelli. Un vero e proprio viaggio culturale attraverso il cibo, che mira a diffondere una nuova idea di gastronomia: intelligente, stagionale, economica e, soprattutto, a chilometro zero. In una parola, la cucina contemporanea diventa sostenibile. Dall’idea del piatto fino alla tavola, in ogni incontro saranno condivise le istruzioni basilari per una spesa intelligente, una preparazione degli ingredienti efficace e snella, una cottura da manuale e, infine, un’eccellente presentazione. Poche, fondamentali nozioni su cui poggiare la costruzione di un regime alimentare sano e accessibile a tutti, ma nello stesso tempo originale e diverso dal solito.
“Le quattro stagioni” è un format che l’associazione intende ripetere ciclicamente, al cambio stagionale, per focalizzare l’attenzione su alcuni ingredienti chiave, facilmente reperibili nel territorio. Si parte d’autunno, con verdure, legumi e pesce. Il laboratorio consiste in tre incontri di tre ore ciascuno, sotto la guida di Mario Campanelli e si svolgerà nelle cucine dell’edificio accanto alla chiesa di Ss. Pietro e Paolo a Campo Parignano, nei pressi dell’ex Caserma Vellei (via Giovanni Amadio 11, Ascoli). La prima lezione è prevista per lunedì 10 Novembre e la quota di partecipazione è di 70 euro. Nel primo incontro si presenteranno le verdure, come saper riconoscere quelle più fresche, pulirle e cucinarle in venti minuti. Il secondo incontro verterà invece sui legumi e su come prepararli in modo creativo e appetitoso, neutralizzando gli effetti indesiderati. L’ultima serata sarà dedicata al pesce: come scegliere quello locale e stagionale, creando abbinamenti inediti e originali.
L’associazione culturale prende vita dall’esigenza di agire creativamente, promuovendo un’azione innovativa, originale, energica. Creattività è guidata da Fabiana Pellegrino, giornalista ed esperta in comunicazione, e Marco Corradi, editore e imprenditore da sempre attivo nel Piceno. Mario Campanelli è uno chef trentenne, nato a Colli del Tronto (AP), fervente sostenitore della cucina tradizionale a chilometro zero. A gennaio del 2013 decide di mettersi in proprio puntando sulla cucina di alta qualità. Comincia così a perfezionare la ricetta dell’oliva all’ascolana secondo tradizione e avvia la produzione artigianale. Le olive per la loro bontà finiscono sul Tempo di Roma e su Rai Uno a Uno Mattina Estate – Sapore di Sole. Oltre a essere Sommelier, è un cuoco specializzato nelle cotture soutern – a bassa temperatura – che conservano le proprietà organolettiche del cibo.

domenica 2 novembre 2014

ASCOLI/ SC: BENE SINDACO, LU BATTENTE SARÀ CAPITALE DELLA MOVIDA COME IBIZA

Petrelli: "Attendiamo opere pubbliche alla Dubai finanziate con gli incassi della nuova Tasi"


La movida ad Ibiza.
(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 02 NOV. - "Non tutti i mali vengono per nuocere. L'annuncio da parte di qualche cittadino di una campagna contro la movida molesta ed il degrado in centro storico, può essere l'occasione buona per la realizzazione di uno di quelli che da tempo si palesa come uno dei più inconfessabili sogni proibiti del sindaco di Ascoli Piceno: una città dei balocchi a Lu Battente". Ad affermarlo è l'incaricato provinciale di Scelta Civica per l'Italia, Francesco Petrelli. "Nonostante non ne abbia mai proferito parola in pubblico - spiega Petrelli - non serve certo la sfera di cristallo per intravedere quello che da anni sembrerebbe il disegno del primo cittadino di Ascoli, per dar finalmente sfogo alle istanze di tanti giovani ascolani, ovvero quello di realizzare una sorta di contenitore cittadino per la movida, che possa rappresentare anche un opportunità per nuove e giovani imprese. Contrariamente a quanto sostenuto da noi, che avremmo voluto individuare questo contenitore, rigorosamente di qualità, in centro storico, come avviene in tutte le capitali del turismo mondiale, applicando modelli consolidati in connessione sia con le attività già esistenti, ma sopratutto rendendo produttive le grandi risorse immobiliari del Comune, spesso lasciate in abbandono, il sindaco sembrerebbe vederlo bene a Lu Battente, una zona decentrata ma che gli è evidentemente molto a cuore. Grazie a questa intuizione Lu Battente diventerà definitivamente il vero grande polo d'attrazione turistica per le nuove generazioni. Il centro storico sarà invece dedicato alla terza età con sagre della salsiccia a prezzi convenzionati con le proloco in ogni largo, serate di liscio nelle piazze più importanti, entusiasmanti requiem nei teatri, degustazioni di camomille in gazebo sopraelevati per godersi meglio il panorama, corsie dedicate per pullman giramondo a tre piani e strade ferrate per trenini ad idrogeno. A Lu Battente, oltre alla nuovissima bretella ad elevata automazione, come prospettato in campagna elettorale, sorgerà anche un mirabile ponte ad un'unica arcata che potrà gestire nel migliore dei modi le frotte di giovani nottambuli che eleggeranno così la zona a capitale del turismo anche by night, visto che secondo in numeri dell'Arengo per quello by day siamo già al top". "Davvero non resta che complimentarsi - conclude l'esponente di Sc - con le visioni illuminate e lungimiranti di un sindaco che grazie all'aumento dell'occupazione sotto i suoi impulsi e la sorprendente crescita demografica derivante, sta appaltando importanti opere pubbliche già finanziate con i nuovi introiti della Tasi e gestendo uno sviluppo immobiliare alla Dubai. Del resto il 60% degli ascolani c'avevano visto bene nel rieleggerlo...".

lunedì 27 ottobre 2014

ASCOLI/ SC: BENE SINDACO, DISCARICA VIA DELLA SEMINA SOSTITUIREBBE RELLUCE

Quello che sembrerebbe il sito per la discarica in aggiunta a Relluce

Francesco Petrelli: "Ancora un plauso all'Arengo che potrebbe evitare la stangata per gli Ascolani"


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 27 OTT. - "Proprio nei giorni in cui il Comune di Ascoli Piceno annuncia con gaudio magno l'entrata in azione degli ispettori ambientali, panacea per tutti i mali del degrado, sembrerebbe che, secondo quanto riferiscono i ben informati, guidato dall'abilissimo sindaco, avrebbe anche tirato l'ennesimo coniglio fuori dal cilindro, individuando, per il bene della Città, l'area per una nuova discarica in Via della Semina, che sostituirebbe l'ormai quasi satura Relluce". Ad affermarlo è l'incaricato provinciale di Scelta Civica per l'Italia, Francesco Petrelli. "Nell'area - spiega -, che sorge in piena zona industriale Marino del Tronto, sarebbero anche arrivati, come documentano indiscutibilmente le foto inviateci dai nostri simpatizzanti, i primi rifiuti da trattare e stoccare. L'area, per l'esattezza, sorge in un ambito simbolo di quella che fu l'industrializzazione della nostra Città, in zona Marino del Tronto tra quello che rimane degli ex insediamenti della Cartiera e della Novico. Un area che sembrerebbe strategica, non solo per la vicinanza con Relluce ed il collegamento tra Via del Commercio e la Bonifica, ma anche perché nel marzo 2012 il buon sindaco di Ascoli diffidò il Piceno Consind, responsabile dell'area, a rimuovere la grande mole di rifiuti, sopratutto speciali e pericolosi che stazionava lì da almeno 2 anni prima. Vista la diffida e vista la rimozione che ne conseguì, ma in particolare visti i nuovi recenti e copiosi conferimenti non rimossi, è legittimo pensare che il Comune, magari in accordo col Consind c'abbia ripensato, e voglia, proprio lì, realizzare la nuova discarica che, sfruttando le 2 grandi aree ex industriali, eviterebbe una maxi stangata sulle tasse a tutti gli Ascolani ed abitanti della Vallata del Tronto. I rifiuti, infatti, che non potrebbero più essere stoccati a Relluce diversamente finiranno a breve nella discarica di Fermo ed oltre ad un maggior costo per lo stoccaggio si caricherebbero delle importanti spese per il trasferimento". "All'Arengo ed al sindaco - conclude Petrelli - qualora questa fuga di notizie dovesse trovare un riscontro concreto, come concreti sono i tanti rifiuti speciali già presenti in Via della Semina, rivolgiamo ancora una volta un applauso per la grande intuizione di altissimo profilo strategico gestionale".

sabato 18 ottobre 2014

ASCOLI/ SC: BENE SINDACO, ISPETTORI AMBIENTALI VIGILASSERO ANCHE SULLA FUFFA

Francesco Petrelli: "I controllati svolgono mansioni anche da controllori come in Rua della Vipera"

(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 18 OTT. - "Non possiamo che complimentarci con il sindaco di Ascoli Piceno e l'assessore competente, che per arginare l'emergenza rifiuti, sulla scorta di quanto avvenuto già da tempo in tanti altri comuni italiani, hanno istituito contro sporcaccioni e “sacchettopoli”, la figura degli ispettori ambientali comunali. Un intuizione che ha immediatamente dato i suoi frutti, sopratutto in centro storico, dove le frotte di turisti, attirati ormai irresistibilmente dai grandi eventi cui il sindaco c'ha abituato, come il recente Delizie d'Autunno, possono ammirare l'operatività della differenziata dell'Ascoli Servizi Comunali e l'efficacia del ruolo svolto dai nuovi ispettori. Un risultato così eclatante che non può non spingerci ad invitare il sindaco ad aggiungere nel decreto di nomina degli ispettori anche la vigilanza sulla fuffa, il vero grande problema della nostra amata Città in particolare negli ultimi 5 anni". Ad affermarlo è l'incaricato provinciale di Scelta Civica per l'Italia, Francesco Petrelli.

"Un esempio dell'efficienza del pattugliamento svolto in drappelli di 3 da questi ispettori - spiega Petrelli - lo si può ammirare nei pressi di Rua della Vipera e vicinanze, come ci hanno segnalato i residenti entusiasti davvero dei risultati della differenziata. Sindaco ed assessore per ottenere un risultato così clamoroso sono riusciti anche a superare il principio secondo il quale "il controllore non può essere il controllato", giacché nonostante tra questi ispettori vi siano diversi dipendenti di Ascoli Servizi Comunali, gli stessi non si tirano indietro dal segnalare alla Polizia Municipale anomalie e violazioni nella raccolta porta a porta. Così non capita mai di vedere che i rifiuti conferiti la sera prima rimangano in bella mostra l'intera successiva giornata quando va bene".

domenica 12 ottobre 2014

ASCOLI P./ CON L'ACCADEMIA S'ESPORTA ANCHE IL SAPER FARE BENE LA PIZZA

Il maestro Laurenzi con i suoi allievi del Belgio

Si è appena concluso un corso del maestro Laurenzi con quattro allievi apposta venuti dal Belgio


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 13 OTT. - Nei giorni scorsi è terminato il primo corso dell'Accademia pizzaioli di Ascoli Piceno presso il laboratorio di una nota industria con sede a Campolungo. Al corso hanno preso parte anche 4 persone provenienti dal Belgio appositamente per il corso con lo scopo poi di aprire una pizzeria a Genk, città dove risiedono. "I partecipanti - ha riferito Amanto Laurenzi, il maestro pizzaiolo nonché rettore dell'Accademia nella provincia di Ascoli Piceno - hanno appreso tutto quello che c'era da sapere sul mondo della pizza: la storia, gli ingredienti principali per fare gli impasti, le farine, i diversi tipi di impasti, le lievitazioni, le temperature giuste, le grammature delle farciture, ed i diversi tipi di cottura. Alla fine hanno fatto
l'esame con dei test sul programma svolto durante il corso di 40 ore con molte ore riservate  anche alla pratica. I ragazzi hanno imparato a fare l'impasto con le dosi giuste d'ingredienti, a stendere la pizza a mano, a farcirla con le giuste grammature, ad infornarle con la pala ed a cuocerle". L'Accademia Pizzaioli ha una cinquantina di sedi in Italia ed altre anche a l'estero, inoltre rilascia attestati con merito per gli allievi che si distinguono con certificazione valide anche a l'estero. In più aiuta i ragazzi a trovare lavoro in Italia ed anche fuori dall'Italia avendo contatti con molte
pizzeria italiane e straniere. Il prossimo corso inizierà il 18 novembre con termine il 4 dicembre per info: maestro Amato Laurenzi 3401281361 oppure la sede principale di Portogruaro (Venezia): tel. 0421.761247  o 333.8688775.

domenica 5 ottobre 2014

PALMIANO/ GRAZIE AL COMUNE GUIDATO DAL SINDACO AMICI RIAPRE L'UFFICIO POSTALE

Il nuovo ufficio postale all'interno della casa comunale

Martedì 7 ottobre alle ore 11.00 si terrà l'inaugurazione per la gioia degli abitanti del centro storico e delle viarie frazioni

(PRESSOFF.INFO) PALMIANO, 06 OTT. - Per una cittadina con migliaia d'abitanti l'apertura di un ufficio postale rientra tranquillamente negli eventi di poco conto. Se invece l'apertura di un ufficio postale riguarda un comune che di abitanti ne conta qualche decina sopra a duecento è decisamente un evento di quelli che passano alla storia del paesino. Questo avvenimento avrà luogo domani, martedì 7 ottobre, alle ore 11 con tanto d'inaugurazione. Per essere precisi un ufficio postale a Palmiano vi era già ma, causa spending review da parte delle Poste, era stato chiuso. Solo con il saper fare e la buona politica, di quelle che ormai purtroppo si scovano solo nei piccoli paesini, del sindaco Giuseppe Amici, si è riusciti nell'impresa di riportare in paese l'ufficio che addirittura sarà ospitato all'interno della casa comunale. Ovviamente grande e viva è la soddisfazione per questa riapertura da parte delle popolazione sia del centro di Palmiano che delle diverse frazioni attorno anche degli altri comuni confinanti.

giovedì 2 ottobre 2014

CASTEL DI LAMA/ FESTIVAL DEL PEPERONCINO PICENO 2014

La locandina ufficiale
Torna la kermesse dedicata al peperoncino

CASTEL DI LAMA, 3 OTT. - A grande richiesta di pubblico e appassionati, si aprirà, dal 2 al 5 ottobre a Castel di Lama, la seconda edizione del “Festival del Peperoncino Piceno”. Il piazzale della pista di pattinaggio di Piattoni, ospiterà la kermesse infuocata che, già dall’anno scorso, al suo esordio, registrò un bel record di presenze. L’ideatore della manifestazione, Valerio Alesi, appassionato di peperoncino e coltivatore diretto, quest’anno delizierà i palati con ben 107 qualità di peperoncini piccanti, provenienti da tutto il mondo e coltivati dallo stesso Alesi nella sua Azienda Agricola a Castel di Lama. Grazie alla preziosa collaborazione della A.S.D. Città di Castel di Lama, del suo presidente Gabriele Gagliardi, del vice, l'imprenditore Gaspare Tacconi e di tutti i soci e con il patrocinio del Comune di Castel di Lama, l’evento si preannuncia come appuntamento fisso per chi apprezza il frutto dalle innumerevoli qualità. Accanto agli organizzatori dell’evento, si affiancano, per la prima volta, grande istituzioni nazionali e locali, quali Camera di Commercio di Ascoli Piceno, Coldiretti e Campagna Amica, che organizzeranno nei giorni di sabato 4 e domenica 5 da mattina a sera, il già conosciuto mercato di Campagna Amica, con produttori locali e prodotti a km zero. Inoltre, per tutta la giornata di sabato 4, dalle ore 10,00 in poi, il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, sezione di Ascoli Piceno, in collaborazione con l’Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco, presenteranno la giornata “POMPIERE PER UN GIORNO”, dedicata interamente ai bambini di scuole materne ed elementari, che potranno divertirsi e scoprire il meraviglioso mondo dei Pompieri con le loro attrezzature e una grande parete di arrampicata. Il fulcro dell’intero festival, senza dubbio, sarà lo stand gastronomico: per l’occasione gli organizzatori allestiranno uno splendido stand da circa 400 mq, all’interno del quale verranno ospitate 4 serate all’insegna della musica e del ballo: le prime due serate saranno accompagnate da musica; sabato sera si esibirà il gruppo Johnny Red Has Four Fingers e domenica, come di rito, si balleranno danze popolari. Il menù fisso a 10 euro, con una base piccante, preparato con maestria dallo chef Diego Capriotti di Enonè Ristovineria di Castel di Lama, offrirà un antipasto, due primo e tre secondi a scelta. Tra le specialità, un gustoso tortino al cioccolato fondente ed Habanero. Si potrà scegliere il grado di piccantezza dei piatti, aggiungendo peperoncino a crudo omaggiato dall’organizzazione. Lo stand aprirà i battenti tutte le sere alle ore 19,30 e sabato 4 e domenica 5 anche a pranzo. 

venerdì 26 settembre 2014

ASCOLI P./ SC: "CON D'ERASMO PER CAMBIARE ED INNOVARE DAVVERO IL PICENO"

Petrelli: "No agli autovelox solo per assicurare indennità, stipendi e consulenze a troppi zeri"

(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 26 SET. - "Condividiamo l'analisi del candidato presidente alla Provincia, Paolo D'Erasmo. Questo è un momento davvero molto difficile per il Piceno ed in primo luogo per la sua tenuta dei conti. Un fallimento della Provincia, infatti, significherebbe un aumento notevole della pressione fiscale a carico dei cittadini e delle imprese, che appesantirebbe ulteriormente ed insostenibilmente uno stato dell'occupazione drammatico, di cui certi amministratori locali, fin troppo occupati tra defilé di miss ed inaugurazioni di tombini, sembrano far finta... Indispensabile è quindi un cambiamento ed un innovazione di cui, siamo fiduciosi, l'esponente del Pd saprà tradurre in termini pratici come ha dimostrato nella sua Ripatransone in qualità di sindaco".
Ad affermarlo, di fatto appoggiando la candidatura di D'Erasmo, è l'incaricato provinciale di Scelta Civica per l'Italia, Francesco Petrelli. "Tante sono le aspettative - prosegue Petrelli - che riponiamo in D'Erasmo: dalla discarica di Relluce alla messa in sicurezza delle strade passando per la generale spending review. Ribadiamo la contrarietà di Sc agli autovelox solo per fare cassa ed assicurare indennità, stipendi e consulenze a troppi zeri, dove invece sarebbe necessario un livellamento a quelle che sono le reali condizioni reddituali delle partite iva e dei dipendenti con i salari più bassi".

"Il nuovo ente di Area Vasta - conclude il portavoce di Scelta Civica - è senza meno un'opportunità di programmazione territoriale da cui non si può assolutamente prescindere. Le risorse umane devono essere necessariamente all'altezza, per esperienza, rappresentanza e capacità, a partire dalla nuova figura del Presidente. Non è più sopportabile farsi governare da amministratori espressione solo del clientelismo più becero. D'Erasmo rappresenta, effettivamente, una possibilità garantita di rilancio per il ruolo che la nuova Provincia dovrà assumere in un percorso innovativo e di riforma prospettica, in grado di ridare centralità ai comuni, attraverso il loro essenziale, operoso e condiviso coinvolgimento. Dall'ex sindaco ripano c'aspettiamo una concreta attendibilità di un ente che in questi ultimi anni si è distinto per la passerella, ahinoi, anche indennizzata, dei rappresentati istituzionali".

lunedì 15 settembre 2014

“MARCHE DI FABBRICA”

Progetto rivolto all’Arte Marchigiana


(ALESSANDRA ADDARI) ASCOLI PICENO, 15 SET. - L’Associazione  Defloyd, con la partnership di Ilpiccio.net, Radio LatteMiele Marche ed Abruzzo, Tekne, Musicclub e Woodstock77, presenta il progetto di booking&management MARCHE di Fabbrica che ha lo scopo di promuovere in tutta Italia artisti, in questa fase iniziale solo musicisti, esclusivamente marchigiani, mediante l’organizzazione di tour in cui avranno modo di esibirsi dal vivo e presentare i propri lavori.

Simone Cicconi e Solo Per Adulti di Macerata, Scisma Baby di Ascoli Piceno, Temapernona di Monteprandone,  Canebianco di Pesaro, Levy di San Benedetto e Ivy di Fermo, sono alcuni fra i tanti artisti che faranno parte del roster, scelti dal direttore artistico e ideatore del progetto Alessandro Piccioni seguendo alcuni criteri fondamentali tra i quali essere nati nella regione Marche ed esserci vissuti almeno fino alla maggiore età; avere un EP o DISCO  lanciato negli ultimi 2 anni; essere presenti sui social network e su piattaforme come SoundCloud o Bandcamp dove poter ascoltare i loro brani; avere uno o più video ufficiali professionali. “MARCHE di Fabbrica – afferma Piccioni - nasce da un’idea collettiva per dare alla creatività marchigiana, in generale, e a quella del territorio piceno, in particolare, un piccolo spazio all’interno della cultura italiana”.

Il progetto prevede anche l’organizzazione di serate dedicate, ad ingresso libero, denominate “MARCHE di Fabbrica DAY”, che si svolgeranno durante il primo anno nelle città principali della regione e verranno poi proposte nel resto della penisola.  Il primo appuntamento è il 19 settembre alle ore 21:00 in Via Sant'Angelo Magno, quartiere Piazzarola, all’interno del terzo Oktoberfest organizzato dall’omonimo sestiere, nel quale si esibiranno live le band RannLA, Temapernona, Dynamo ed Aber Dean. L’evento sarà  presentato da Ilenia Alessandrini.

MARCHE di Fabbrica disporrà anche dei servizi di graphic designer per creazioni grafiche di qualsiasi genere, dalla realizzazione del packaging di un disco alla locandina di un evento, web engineer per la realizzazione e gestione di siti web, pagine fan sui social network ed altro, assistenza giuridica, fiscale e previdenziale per artisti e lavoratori dello spettacolo e consulenze sul percorso specifico da fare ai fini della realizzazione di un EP o DISCO, dagli studi di registrazione, all’etichetta discografica, all’ufficio stampa.

Gli artisti avranno, inoltre, la possibilità di vendere i loro prodotti (cd, t-shirt, spillette..) attraverso la sezione Merchandising del sito www.ilpiccio.net.


Info: Alessandro Piccioni, 3927248964 - defloyd@virgilio.it - Fb: defloyd.eventi

domenica 7 settembre 2014

ASCOLI P./ FRATONI COMPIE 87 ANNI ED ANNUNCIA: "PRONTA LA BOZZA DEL MIO LIBRO"

"La mia vita. Vicende di difficoltà e speranze. Ecco il titolo dell'opera che sarà pubblicata nel 2015".


L'imprenditore Emidio Fratoni con sua moglie ed i figli
(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 09 SET. - Nel giorno del suo ottantasettesimo compleanno, Emidio Fratoni, uno degli imprenditori ascolani più noti e più anziani annuncia, tra la meraviglia di parenti, congiunti ed amici, ha annunciato che a breve vedrà la luce un suo libro. Per non lasciare nessuno nel dubbio, come è stato sempre nel suo stile nella sua avventurosa vita, Fratoni ha presentato agli intervenuti anche la bozza del suo lavoro. Si tratta di un vero e proprio racconto di vita che parte dalla sua nascita nel lontano 1927: "Tempi davvero duri - ha sottolineato Fratoni -, altro che la crisi odierna". Un racconto diviso in capitoli che narrano precisi periodi di vita pieni zeppi di episodi e ricordi di un mondo che non c'è più e sembra anni luce distante da quello attuale. Costante della sua fede oltre che l'avventura è stata sicuramente l'unità della famiglia e la grande fede dimostrata anche in un anniversario di matrimonio di qualche anno fa in cui donò un opera sacra riproducente una Vergine alla parrocchia di Poggio di Bretta. La bozza negli ultimi capitoli ospita anche delle riflessioni molto forti sulla società odierna: dalla sua ferma contrarietà alla vita dei giovani nelle discoteche e nei locali notturni alla totale opposizione alle droghe di ogni genere, passando per tanti altri mali moderni. Il volume sarà corredato anche da numerose foto che Fratoni ha certosinamente conservato negli anni. "Oggi siamo riuniti qui nel mio oleificio - ha affermato - per festeggiare il mio compleanno ma presto lo saremo per la presentazione di questo mio libro che sono certo oltre che un opera di ricordi sarà anche una sorta di manuale di vita per i giovani, a cominciare dai miei quattro amatissimi nipoti: Chiara, Flavio, Samuel e Valentino". A festeggiare i suoi 87 anni, davvero ben portati, oltre ai nipoti, i figli Domenico e Giovacchino, e le nuore Anna e Manuela, c'erano ovviamente tanti altri parenti e congiunti nonché i tanti amici.

venerdì 5 settembre 2014

MONTEGALLO/ NASCE POLO PRODUTTIVO DELLE PATATE CON MARCHIO "QUALITÀ MARCHE"

La locandina ufficiale.

Il Consorzio Forestale dell'Appennino Centrale taglia il nastro di partenza. Il 12 settembre una demo sull'estrazione


(PRESSOFF.INFO) MONTEGALLO, 05 SET. - All’inizio del XX secolo, la produzione di patate, nelle Marche, si aggirava intorno ai 200.000 quintali, oggi, complici lo spopolamento delle campagne e l’invecchiamento della popolazione residente, non raggiunge i 20.000. Nel corso del dibattito tenutosi  in occasione della sagra della patata di Palmiano, a Settembre 2013, l’intervento dell’Azienda agricola “La Vettorella” di Roberta Zachmann con sede nel comune di Montegallo, è stato determinante per la nascita di  un polo produttivo sotto l’egida del Consorzio Forestale dell’Appennino Centrale nato nel 2012 allo scopo di valorizzare le produzioni marchigiane delle zone montane. Il raggruppamento di imprese, che si potrà fregiare del marchio Q.M. (Qualità Marche) anche grazie al sostegno finanziario del BIM, si prefigge di incrementare la produzione di patate nella parte più interna della provincia di Ascoli Piceno, area, fin dall’antichità vocata alla produzione di questo tubero. "Nell’ottica di un abbattimento dei costi di produzione - informa la Zachmann -, il 12 Settembre, alle ore 9.00, presso l’Azienda agricola La Vettorella, nella frazione Propezzano del comune di Montegallo ci sarà una dimostrazione pratica, di estrazione di patate con  macchina semiautomatica prodotta dall’azienda Carlotti di Vedrana di Budrio in provincia di Bologna. Tutti gli interessati, ovviamente, sono invitati a partecipare alla demo".

martedì 2 settembre 2014

FERMO/ ALLA GIROLA VA IN SCENA LA SAGRA DELLA POLENTA FARCITA AL FORNO

Primo Rogante

"Quest'anno vista la grande richiesta distribuiremo la polenta calda anche la domenica mattina".


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 02 SET. - Questa sempre più rinomata sagra, che quest’anno, a fronte della sempre più grande richiesta degli anni precedenti distribuirà la polenta calda l'intera domenica mattina del 7 settembre, aprirà gli stand giovedì 4 settembre, anche se da lunedì scorso hanno preso il via gli incontri religiosi in onore del Sacro Cuore di Gesù per il quale i festeggiamenti hanno luogo ogni anno. A darne notizia è il vicepresidente dell’associazione organizzatrice, Girola Viva, il noto imprenditore Primo Rogante, che insieme al presidente Luigi Mezzabotta, sono l’anima di questa manifestazione: “E’ trascorso un altro anno, ancora un anno di cambiamenti, innovazioni, discussioni, ma siamo di nuovo pronti ad accogliere alla nostra Sagra della polenta al forno farcita a marchio registrato ancora più ospiti della scorsa edizione. Provenendo, infatti, da diversi anni di crescendo di numeri, sentiamo il dovere di migliorare e perfezionarsi senza però perdere lo stile davvero “casareccio” che ci contraddistingue”. La festa si svolge fino a domenica 7 settembre. Per il programma religioso oltre agli incontri religiosi del lunedì 1, martedì 2 e mercoledì 3, giovedì 4 settembre alle 20.45 la processione consacrerà l’inizio dei festeggiamenti per non dimenticare che lo spirito con cui si svolge l’intera manifestazione è sostenuto dall’ideale religioso sotto la protezione del quale poniamo noi stessi e la buona riuscita dell’evento. La nostra Associazione ritiene che tutte le sagre dovrebbero tornare alla loro vera origine, ovvero quella di festeggiamenti legati a contesti religiosi, come avviene nel nostro caso. Ciò non solo per una questione di fede, ma anche per dare certezza che i proventi raccolti vengano effettivamente impiegati per cause nobili ovviamente fatte salve le spese, che sono tutt’altro che poche. Questo della sagra legata al contesto religioso potrebbe essere un criterio che le Amministrazioni potrebbero seguire per regolamentare una realtà ormai fin troppo dilagante. Realtà che una volta regolamentata e definita potrebbe anche attrarre equi finanziamenti vista l’alta valenza turistica ormai comprovata. Ritornando al programma. Sabato 6 settembre sarà la volta della Messa Vespertina alle ore 18.30 ed infine domenica 7 settembre alle ore 10 la Santa Messa con la partecipazione del Coro parrocchiale ed alle 18 altra Santa Messa che chiuderà spiritualmente i festeggiamenti. Altrettanto sostanzioso è il programma civile dei festeggiamenti che ruotano attorno alla Sagra. Ufficialmente il primo appuntamento sarà giovedì 4 settembre alle ore 21.30 con la commedia dialettale “Do je mettemo le mà” della compagnia “Gli Indimenticabili” di Torre San Patrizio. Venerdì alle ore 19 comincerà la Sagra vera e propria che per la prima sera sarà allietata dalla gara di briscola e dalla cover-band “Area” col tributo a Luciano Ligabue. Sabato, che rappresenta un po’ la giornata di punta, alle 14 scatterà l’ora della Gara di bocce in ferro su campo libero, alle 14.30 le finali della diciassettesima edizione dei giochi popolari, alle 19 ovviamente l’apertura degli stand ed alle 21.30 tutti a ballare con l’orchestra “Federico e le Follie”. Domenica gran finale con l’orchestra “I Ballo Sballo”, con apertura stand sempre alle 19. Novità della domenica i cantastorie e gli stornellatori delle Marche con inizio spettacolo de "La Martinichia" alle ore 17. “Sperando in una affluenza numerosa - ha concluso Rogante - e nella buona riuscita della festa, diamo orgogliosamente l’appuntamento a tutti in contrada Girola”.

martedì 26 agosto 2014

ASCOLI/ SC: "BENE SINDACO, AREA FLORO-FAUNISTICA MODELLO DA ESPORTARE"

L'area floro-faunistica di Monterocco nel suo splendore

"Urbanizzazione e biodiversità a Monterocco. La Città del futuro sarà più verde ed autosufficiente"

(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 26 AGO. - "Nel prossimo futuro, le aree urbane potrebbero ricoprire un ruolo inaspettato nell’attenuazione del cambiamento climatico e nella conservazione della biodiversità. Lo sa bene il sindaco di Ascoli Piceno che con un’attenta progettazione delle aree verdi urbane sta trasformando Ascoli in un serbatoio di vegetazione in grado di mitigare le emissioni di gas serra e contrastare la frammentazione degli habitat che porta alla scomparsa delle specie". Ad affermarlo è l'incaricato provinciale di Scelta Civica, Francesco Petrelli. "Un esempio tangibile ormai da anni - spiega -, dell'operato di questo sindaco del "fare" è l'area di tutela floro-faunistica che sorge a Monterocco nei pressi del cimitero tra il tracciato della circonvallazione ed il terreno ove sorgerà il grande insediamento d'edilizia convenzionata. Si tratta di un vero e proprio hotspot di diversità biologica come il Table Mountain National Park di Città del Capo, il Sanjay Gandhi National Park di Mumbai e il National Urban Park di Stoccolma. Con la realizzazione di quest'area dove albergano specie in via d'estinzione in Città come i simpatici e graziosi roditori della famiglia delle Muridae il sindaco ha mostrato, qualora ve ne fosse ancora bisogno, tutta l'efficacia della sua amministrazione dello spazio urbano. Un azione che considera le connessioni di risorse che collegano la Città agli ecosistemi al di fuori dei confini urbani, favorendo la continuità fra zone verdi antropiche e naturali. A tal fine sono stati approntati strumenti finanziari mirati che avranno ripercussioni positive anche sull'occupazione, ma soprattutto una legislazione adeguata". "Le immagini dell'area - conclude Petrelli -, da far invidia a città come Todmorden (Gran Bretagna), Almere (Paesi Bassi) o Monaco di Baviera (Germania), ma anche a metropoli mondiali, come Londra, New York, Montreal e Kampala, che si sono solo avventurate verso una prima trasformazione, dovrebbero essere davvero d'esempio anche per tanti altri amministratori italiani".

mercoledì 20 agosto 2014

ASCOLI PICENO/ OPERAI PLALAM: "UN PLAUSO SPECIALE ALL'ON. LUCIANO AGOSTINI"

L'on. Luciano Agostini

"I lavoratori ringraziano tutte le parti sociali impegnatesi ed auspicano unità nella difesa del lavoro".


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 27 AGO. - Gli operai della Plalam in riferimento alla lunga vertenza che vede impegnate tutte le maestranze a difesa ad oltranza del posto di lavoro e della propria retribuzione, alla luce delle ultime notizie riferite in seguito all’incontro svoltosi presso il ministero del lavoro, ringraziano tutte le parti sociali che si sono impegnate per promuovere detto incontro. "Un plauso speciale - spiegano i lavoratori - va all’on. Luciano Agostini che in prima persona si è prodigato presso il governo affinchè le giuste aspettative delle maestranze venissero ascoltate". "L’auspicio ora - proseguono - è che l’on. Agostini, assieme a tutte le forze politiche che hanno a cuore il futuro dei lavoratori, continui con lo stesso entusiasmo e la stessa disponibilità affinché si possa arrivare ad una soluzione che garantisca un futuro a tutte le famiglie dei dipendenti Plalam ed a tutti coloro che sono attualmente impegnati per la salvaguardia del proprio posto di lavoro". Gli operai ribadiscono che l’azione congiunta di tutte le forze politiche, sociali  economiche  e  sindacali,  coordinate e coadiuvate dai nostri parlamentari come l’on. Agostini, sia l’unico strumento utile a risolvere le gravi problematiche del nostro territorio. "Non c’e’ dubbio - concludono -, uniti si vince".