Google+ Followers

venerdì 26 settembre 2014

ASCOLI P./ SC: "CON D'ERASMO PER CAMBIARE ED INNOVARE DAVVERO IL PICENO"

Petrelli: "No agli autovelox solo per assicurare indennità, stipendi e consulenze a troppi zeri"

(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 26 SET. - "Condividiamo l'analisi del candidato presidente alla Provincia, Paolo D'Erasmo. Questo è un momento davvero molto difficile per il Piceno ed in primo luogo per la sua tenuta dei conti. Un fallimento della Provincia, infatti, significherebbe un aumento notevole della pressione fiscale a carico dei cittadini e delle imprese, che appesantirebbe ulteriormente ed insostenibilmente uno stato dell'occupazione drammatico, di cui certi amministratori locali, fin troppo occupati tra defilé di miss ed inaugurazioni di tombini, sembrano far finta... Indispensabile è quindi un cambiamento ed un innovazione di cui, siamo fiduciosi, l'esponente del Pd saprà tradurre in termini pratici come ha dimostrato nella sua Ripatransone in qualità di sindaco".
Ad affermarlo, di fatto appoggiando la candidatura di D'Erasmo, è l'incaricato provinciale di Scelta Civica per l'Italia, Francesco Petrelli. "Tante sono le aspettative - prosegue Petrelli - che riponiamo in D'Erasmo: dalla discarica di Relluce alla messa in sicurezza delle strade passando per la generale spending review. Ribadiamo la contrarietà di Sc agli autovelox solo per fare cassa ed assicurare indennità, stipendi e consulenze a troppi zeri, dove invece sarebbe necessario un livellamento a quelle che sono le reali condizioni reddituali delle partite iva e dei dipendenti con i salari più bassi".

"Il nuovo ente di Area Vasta - conclude il portavoce di Scelta Civica - è senza meno un'opportunità di programmazione territoriale da cui non si può assolutamente prescindere. Le risorse umane devono essere necessariamente all'altezza, per esperienza, rappresentanza e capacità, a partire dalla nuova figura del Presidente. Non è più sopportabile farsi governare da amministratori espressione solo del clientelismo più becero. D'Erasmo rappresenta, effettivamente, una possibilità garantita di rilancio per il ruolo che la nuova Provincia dovrà assumere in un percorso innovativo e di riforma prospettica, in grado di ridare centralità ai comuni, attraverso il loro essenziale, operoso e condiviso coinvolgimento. Dall'ex sindaco ripano c'aspettiamo una concreta attendibilità di un ente che in questi ultimi anni si è distinto per la passerella, ahinoi, anche indennizzata, dei rappresentati istituzionali".

lunedì 15 settembre 2014

“MARCHE DI FABBRICA”

Progetto rivolto all’Arte Marchigiana


(ALESSANDRA ADDARI) ASCOLI PICENO, 15 SET. - L’Associazione  Defloyd, con la partnership di Ilpiccio.net, Radio LatteMiele Marche ed Abruzzo, Tekne, Musicclub e Woodstock77, presenta il progetto di booking&management MARCHE di Fabbrica che ha lo scopo di promuovere in tutta Italia artisti, in questa fase iniziale solo musicisti, esclusivamente marchigiani, mediante l’organizzazione di tour in cui avranno modo di esibirsi dal vivo e presentare i propri lavori.

Simone Cicconi e Solo Per Adulti di Macerata, Scisma Baby di Ascoli Piceno, Temapernona di Monteprandone,  Canebianco di Pesaro, Levy di San Benedetto e Ivy di Fermo, sono alcuni fra i tanti artisti che faranno parte del roster, scelti dal direttore artistico e ideatore del progetto Alessandro Piccioni seguendo alcuni criteri fondamentali tra i quali essere nati nella regione Marche ed esserci vissuti almeno fino alla maggiore età; avere un EP o DISCO  lanciato negli ultimi 2 anni; essere presenti sui social network e su piattaforme come SoundCloud o Bandcamp dove poter ascoltare i loro brani; avere uno o più video ufficiali professionali. “MARCHE di Fabbrica – afferma Piccioni - nasce da un’idea collettiva per dare alla creatività marchigiana, in generale, e a quella del territorio piceno, in particolare, un piccolo spazio all’interno della cultura italiana”.

Il progetto prevede anche l’organizzazione di serate dedicate, ad ingresso libero, denominate “MARCHE di Fabbrica DAY”, che si svolgeranno durante il primo anno nelle città principali della regione e verranno poi proposte nel resto della penisola.  Il primo appuntamento è il 19 settembre alle ore 21:00 in Via Sant'Angelo Magno, quartiere Piazzarola, all’interno del terzo Oktoberfest organizzato dall’omonimo sestiere, nel quale si esibiranno live le band RannLA, Temapernona, Dynamo ed Aber Dean. L’evento sarà  presentato da Ilenia Alessandrini.

MARCHE di Fabbrica disporrà anche dei servizi di graphic designer per creazioni grafiche di qualsiasi genere, dalla realizzazione del packaging di un disco alla locandina di un evento, web engineer per la realizzazione e gestione di siti web, pagine fan sui social network ed altro, assistenza giuridica, fiscale e previdenziale per artisti e lavoratori dello spettacolo e consulenze sul percorso specifico da fare ai fini della realizzazione di un EP o DISCO, dagli studi di registrazione, all’etichetta discografica, all’ufficio stampa.

Gli artisti avranno, inoltre, la possibilità di vendere i loro prodotti (cd, t-shirt, spillette..) attraverso la sezione Merchandising del sito www.ilpiccio.net.


Info: Alessandro Piccioni, 3927248964 - defloyd@virgilio.it - Fb: defloyd.eventi

domenica 7 settembre 2014

ASCOLI P./ FRATONI COMPIE 87 ANNI ED ANNUNCIA: "PRONTA LA BOZZA DEL MIO LIBRO"

"La mia vita. Vicende di difficoltà e speranze. Ecco il titolo dell'opera che sarà pubblicata nel 2015".


L'imprenditore Emidio Fratoni con sua moglie ed i figli
(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 09 SET. - Nel giorno del suo ottantasettesimo compleanno, Emidio Fratoni, uno degli imprenditori ascolani più noti e più anziani annuncia, tra la meraviglia di parenti, congiunti ed amici, ha annunciato che a breve vedrà la luce un suo libro. Per non lasciare nessuno nel dubbio, come è stato sempre nel suo stile nella sua avventurosa vita, Fratoni ha presentato agli intervenuti anche la bozza del suo lavoro. Si tratta di un vero e proprio racconto di vita che parte dalla sua nascita nel lontano 1927: "Tempi davvero duri - ha sottolineato Fratoni -, altro che la crisi odierna". Un racconto diviso in capitoli che narrano precisi periodi di vita pieni zeppi di episodi e ricordi di un mondo che non c'è più e sembra anni luce distante da quello attuale. Costante della sua fede oltre che l'avventura è stata sicuramente l'unità della famiglia e la grande fede dimostrata anche in un anniversario di matrimonio di qualche anno fa in cui donò un opera sacra riproducente una Vergine alla parrocchia di Poggio di Bretta. La bozza negli ultimi capitoli ospita anche delle riflessioni molto forti sulla società odierna: dalla sua ferma contrarietà alla vita dei giovani nelle discoteche e nei locali notturni alla totale opposizione alle droghe di ogni genere, passando per tanti altri mali moderni. Il volume sarà corredato anche da numerose foto che Fratoni ha certosinamente conservato negli anni. "Oggi siamo riuniti qui nel mio oleificio - ha affermato - per festeggiare il mio compleanno ma presto lo saremo per la presentazione di questo mio libro che sono certo oltre che un opera di ricordi sarà anche una sorta di manuale di vita per i giovani, a cominciare dai miei quattro amatissimi nipoti: Chiara, Flavio, Samuel e Valentino". A festeggiare i suoi 87 anni, davvero ben portati, oltre ai nipoti, i figli Domenico e Giovacchino, e le nuore Anna e Manuela, c'erano ovviamente tanti altri parenti e congiunti nonché i tanti amici.

venerdì 5 settembre 2014

MONTEGALLO/ NASCE POLO PRODUTTIVO DELLE PATATE CON MARCHIO "QUALITÀ MARCHE"

La locandina ufficiale.

Il Consorzio Forestale dell'Appennino Centrale taglia il nastro di partenza. Il 12 settembre una demo sull'estrazione


(PRESSOFF.INFO) MONTEGALLO, 05 SET. - All’inizio del XX secolo, la produzione di patate, nelle Marche, si aggirava intorno ai 200.000 quintali, oggi, complici lo spopolamento delle campagne e l’invecchiamento della popolazione residente, non raggiunge i 20.000. Nel corso del dibattito tenutosi  in occasione della sagra della patata di Palmiano, a Settembre 2013, l’intervento dell’Azienda agricola “La Vettorella” di Roberta Zachmann con sede nel comune di Montegallo, è stato determinante per la nascita di  un polo produttivo sotto l’egida del Consorzio Forestale dell’Appennino Centrale nato nel 2012 allo scopo di valorizzare le produzioni marchigiane delle zone montane. Il raggruppamento di imprese, che si potrà fregiare del marchio Q.M. (Qualità Marche) anche grazie al sostegno finanziario del BIM, si prefigge di incrementare la produzione di patate nella parte più interna della provincia di Ascoli Piceno, area, fin dall’antichità vocata alla produzione di questo tubero. "Nell’ottica di un abbattimento dei costi di produzione - informa la Zachmann -, il 12 Settembre, alle ore 9.00, presso l’Azienda agricola La Vettorella, nella frazione Propezzano del comune di Montegallo ci sarà una dimostrazione pratica, di estrazione di patate con  macchina semiautomatica prodotta dall’azienda Carlotti di Vedrana di Budrio in provincia di Bologna. Tutti gli interessati, ovviamente, sono invitati a partecipare alla demo".

martedì 2 settembre 2014

FERMO/ ALLA GIROLA VA IN SCENA LA SAGRA DELLA POLENTA FARCITA AL FORNO

Primo Rogante

"Quest'anno vista la grande richiesta distribuiremo la polenta calda anche la domenica mattina".


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 02 SET. - Questa sempre più rinomata sagra, che quest’anno, a fronte della sempre più grande richiesta degli anni precedenti distribuirà la polenta calda l'intera domenica mattina del 7 settembre, aprirà gli stand giovedì 4 settembre, anche se da lunedì scorso hanno preso il via gli incontri religiosi in onore del Sacro Cuore di Gesù per il quale i festeggiamenti hanno luogo ogni anno. A darne notizia è il vicepresidente dell’associazione organizzatrice, Girola Viva, il noto imprenditore Primo Rogante, che insieme al presidente Luigi Mezzabotta, sono l’anima di questa manifestazione: “E’ trascorso un altro anno, ancora un anno di cambiamenti, innovazioni, discussioni, ma siamo di nuovo pronti ad accogliere alla nostra Sagra della polenta al forno farcita a marchio registrato ancora più ospiti della scorsa edizione. Provenendo, infatti, da diversi anni di crescendo di numeri, sentiamo il dovere di migliorare e perfezionarsi senza però perdere lo stile davvero “casareccio” che ci contraddistingue”. La festa si svolge fino a domenica 7 settembre. Per il programma religioso oltre agli incontri religiosi del lunedì 1, martedì 2 e mercoledì 3, giovedì 4 settembre alle 20.45 la processione consacrerà l’inizio dei festeggiamenti per non dimenticare che lo spirito con cui si svolge l’intera manifestazione è sostenuto dall’ideale religioso sotto la protezione del quale poniamo noi stessi e la buona riuscita dell’evento. La nostra Associazione ritiene che tutte le sagre dovrebbero tornare alla loro vera origine, ovvero quella di festeggiamenti legati a contesti religiosi, come avviene nel nostro caso. Ciò non solo per una questione di fede, ma anche per dare certezza che i proventi raccolti vengano effettivamente impiegati per cause nobili ovviamente fatte salve le spese, che sono tutt’altro che poche. Questo della sagra legata al contesto religioso potrebbe essere un criterio che le Amministrazioni potrebbero seguire per regolamentare una realtà ormai fin troppo dilagante. Realtà che una volta regolamentata e definita potrebbe anche attrarre equi finanziamenti vista l’alta valenza turistica ormai comprovata. Ritornando al programma. Sabato 6 settembre sarà la volta della Messa Vespertina alle ore 18.30 ed infine domenica 7 settembre alle ore 10 la Santa Messa con la partecipazione del Coro parrocchiale ed alle 18 altra Santa Messa che chiuderà spiritualmente i festeggiamenti. Altrettanto sostanzioso è il programma civile dei festeggiamenti che ruotano attorno alla Sagra. Ufficialmente il primo appuntamento sarà giovedì 4 settembre alle ore 21.30 con la commedia dialettale “Do je mettemo le mà” della compagnia “Gli Indimenticabili” di Torre San Patrizio. Venerdì alle ore 19 comincerà la Sagra vera e propria che per la prima sera sarà allietata dalla gara di briscola e dalla cover-band “Area” col tributo a Luciano Ligabue. Sabato, che rappresenta un po’ la giornata di punta, alle 14 scatterà l’ora della Gara di bocce in ferro su campo libero, alle 14.30 le finali della diciassettesima edizione dei giochi popolari, alle 19 ovviamente l’apertura degli stand ed alle 21.30 tutti a ballare con l’orchestra “Federico e le Follie”. Domenica gran finale con l’orchestra “I Ballo Sballo”, con apertura stand sempre alle 19. Novità della domenica i cantastorie e gli stornellatori delle Marche con inizio spettacolo de "La Martinichia" alle ore 17. “Sperando in una affluenza numerosa - ha concluso Rogante - e nella buona riuscita della festa, diamo orgogliosamente l’appuntamento a tutti in contrada Girola”.