Google+ Followers

sabato 20 giugno 2015

ASCOLI/ VOI CON NOI: "CAMBIANO GLI ASSESSORI MA LE BRUTTE ABITUDINI RIMANGONO"

Petrelli: "Responsabile è l'ex vicesindaco Silvestri, retrocesso dal sindaco ed incapace anche sul verde pubblico"


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 20 GIU. - "Ci risiamo! Cambiano gli assessori ma le brutte abitudini rimangono, come permangono le laute indennità che gli amministratori percepiscono nonostante denotino chiaramente di non saper far tesoro nemmeno degli errori del passato". A sostenmerlo è Francesco Petrelli, portavoce della delegazione di Ascoli di Voi con Noi Civicamente Marche, federazione di liste civiche. "È il caso delle vera e propria selva che avanza incontrollata sul marciapiede della via che dalla Circonvallazione conduce al Cimitero di Borgo Solestà. Un vero e proprio modello di degrado urbano che palesa la manifesta incapacità dei vari amministratori che si sono succeduti nelle ultime giunte Castelli. Attualmente il responsabile è l'ex vicesindaco Giovanni Silvestri, che nonostante la retrocessione impostagli dal suo primo cittadino, mostra evidenti incapacità anche nell'esplicazione della delega al verde pubblico, dalle ebacce sulle mura civiche a quelle adiacenti adiacenti a strade e marciapiedi". “Sulle erbacce purtroppo il sindaco di Ascoli ha sempre predicato bene, ma razzolato male. Addirittura nel 2012 dispose una rigida ordinanza sulle aree verdi private, mentre su numerose aree comunali erbacce, e quant’altro la facevano e la fanno da padroni". “Le condizioni di abbandono – spiega Petrelli – in cui si trova quel marciapiede sono vergognose. Le piante hanno totalmente infestato il marciapiede ed hanno cominciato ad insidiare anche la sede stradale. L’erba è cresciuta addirittura tra il cemento, a dimostrazione che si tratta di una sciatteria annosa, mai volutamente risolta. La cosa ancor più grave dell’incuria è che, quello è un marciapiede di particolare importanza, perché a percorrerlo quotidianamente dovrebbero essere le centinaia di ascolani, tra cui molti anziani e bambini, che si recano a far visita ai loro cari estinti”. “A nome di Voi con Noi Civicamente Marche e di tutti gli utenti di quella strada – conclude – chiediamo che l’Amministrazione comunale provveda immediatamente a rimuovere quelle erbe infestanti, preoccupandosi altresì di ripristinare in condizioni ottimali sia il marciapiede che l’area contigua, la quale, più che verde pubblico, è una vera e propria savana. Al sindaco Castelli, invece, suggeriamo di auto-infliggersi un'ammenda anche solo di 500 euro, visto che per le spese di pulizia e messa in ripristino provvederemo, volenti o nolenti, noi cittadini”.

sabato 6 giugno 2015

ASCOLI PICENO/ I SOCI COOP ADRIATICA DI CITTA' DELLE STELLE A TU PER TU CON LA RIPRESA

L'intervento di Barbiero al cospetto di Giampaoletti al centro del tavlo

All'Ipercoop l'Assemblea sul bilancio 2014 col presidente Giampaoletti ha fatto il pienone


(PRESSOFF.INFO) ASCOLI PICENO, 06 GIU. - "Soci e negozi in crescita, nuovi servizi ed attenzione ai territori ed allo sviluppo. In un anno ancora difficile per l'economia italiana, Coop Adriatica è riuscita a mettere anche sul 2014 il segno più". Questo è quanto ha ribadito il presidente di Zona soci Marche 3, Luigi Giampaoletti, che nei giorni scorsi è intervenuto alla partecipatissima Assemblea separata bilancio 2014 presso l'Ipercoop Città delle Stelle.

Il bilancio chiude in positivo con un utile di 28,6 milioni, un patrimonio netto in aumento, a 977 milioni di euro, e vendite tornate, pur lievemente a salire. Nonostante il fiato corto dei consumi, Coop Adriatica è riuscita a mantenere un buon risultato nelle vendite, cresciute nel 2014 dello 0,7% a rete totale, a quota 2.095 milioni di euro. L'impegno di Coop Adriatica, come è stato ampiamente sottolineato, è stato sopratutto cercare di continuare a fare bene il proprio mestiere mantenendo saldi i propri valori: fornire i prodotti migliori ai prezzi migliori ed offrire rispsote ai bisogni dei soci. Non solo spesa quotidiana ma le principali voci che pesano sulle famiglie come i carburanti, la salute, la telefonia, la cultura e l'energia. Durante l'assemblea cui hanno preso parte anche il presidente di Zona soci Marche 4, Riccardo Sollini, e la presidente di Distretto Marche Abruzzo B, Maria Luisa Ciarrocchi, è stato anche ufficializzato il progetto di fusione deliberato lo scorso 20 marzo dai Consigli d'amministrazione di Coop Adriatica, Coop Estense e Coop Consumatori Nordest. Questa fusione darà vita alla più grande cooperativa italiana che rafforzerà la coniugazione dei valori Coop con l'efficienza per dare maggiori garanzie sia ai soci che ai lavoratori. Un intervento particolarmente gradito dal folto pubblico di soci, cui è stato rivolto un sostanzioso omaggio alimentare, è stato quello del direttore di Ipercoop Città delle Stelle, Alessandro Barbiero che ha analizzato efficacemente l'attività locale, per dare poi voce ai numerosi interventi dei presenti. In ultimo è stato evidenziato come le prime proiezioni di quest'anno parlano, finalmente, di uscita dalla crisi: la scelta di un percorso comune che consentirà d'affrontare, con una base ancora più solida, le nuove sfide che il futuro presenterà.